Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

HIGHLINE: SLACKLINE, CIELO, ANIMA, MONTAGNE

Surfano e fanno yoga su una fune, suonano ai monti, mangiano polenta e fanno siesta sulle tende appese al vuoto. Conosciamo gli highliners

Li vedi appesi sulle Dolomiti intorno al Lago di Misura. O in spaccata frontale su una slack verso il Monte Piana. Le fettucce su cui camminano son larghe solo 25 millimetri. Sotto, 600 m di vuoto.

La situazione ideale per sperimentare un'asana, di certo la connesisone col tutto si sente. I giganti immortali intorno, le montagne, il cielo alto che assiste e osserva, la natura che respira ovunque. Non solo pratica yogica, ma anche canti, suoni, tamburi, strumenti, melodie. 

Alcuni li chiamano i surfers del vuoto, altri highliners. I devoti al vuoto. A riposo su amaca nel niente. A suonare il didgeridoo sul picco. 

Si sono incontrati tutti nel 2012 alla prima edizione del loro raduno mondiale. Eran 70. Quest'anno ben 200 anime impavide sono arrivate al meeting sul Monte Piana (2.324 m). Il più "bravo della classe" sinora? Théo Sanson, 26 anni, che a Cirque de Baume-les-Messieurs, non lontano da Lione, si è percorso 150 metri di fettuccia.

Che c'entra lo yoga? È propedeutico alla disciplina, ti fa entrare dentro la paura, la osservi, ci respiri dentro, la respiri dentro. Si allena non solo il fisico ma anche la capacità di concentrazione, lavorando direttamente sulla respirazione, lo strumento più potente che abbiamo

 

Yoga in montagna, i benefici

 

Vi è venuta voglia di unirvi al meeting del prossimo anno? Partiamo con qualche dritta sui costi: una slackline viene 2, al massimo 3 euro al metro. Tra le altre spese: due paranchi (600 euro), una decina di moschettoni (250 euro), la corda di sicurezza (60 euro per 150 m).

Altri dettagli tecnici: Un metro di fettuccia di poliestere pesa circa 70 grammi contro quelle in dyneema (buone per il trickline) che pesano circa la metà. I luoghi di culto? Le Gole del Verdon in Francia o il parco dello Yosemite in California.

Cercate gli scatti che ritraggono Armin Holzer a spasso sulla Rainbow, lunga 51 metri, mentre dietro da scenografia le fanno il Monte Cristallo (3.221 m) e il Gruppo del Sorapiss (3.205 m la Punta).  Holzer è anche a capo di un primato: non ci sono notizie di fettucce allestite a quote superiori di quella che ha sistemato a 5.000 metri di altitudine per un percorso di 21 metri sul monte Muztagata, in Cina.

Altro primato, questa volta però di longline e non di quota? I 494 metri di lunghezza della slack percorsa nel maggio 2012 dal californiano Jerry Miszewski. Ci sono anche funi sospese nell'acqua, come nel caso del primato di Michael Kemeter, con 222 metri.

Se cercate i video di Reinhard Kleindl potrete apprezzare l'austriaco che va da un grattacielo all'altro, sì, ma questi impavidi se ne vanno nella pace dei monti. Aldo Vamassoi, highliner italiano spiega: "Più prendi dimestichezza e meno ti concentri su quello che (non) hai sotto di te. A un certo punto ti viene anche da cantare". Le amache su cui riposano (spesso si ritrovano anche in 17 in una sola) sono realizzate con lo stesso materiale dei paracadute.

L'ambizione segreta di un highliner? Collegare tra loro picchi e torri mai congiunti prima, con una fune. Si potrebbe dire che l'highline sia una specie di versione a ipertesto dell'alpinismo tradizionale.

Nel frattempo, noi vi invitiamo a guardare qualche foto (Album delle lepri), troverete highliners che surfano o che fanno la famosa inginocchiata (con la corda dietro al ginocchio, le braccia lasciate come volatili). E vi suggeriamo di cogliere l'occasione della lettura di questo articolo anche solo per pensare di fare amicizia con qualsiasi vuoto vi abiti... hai visto mai che diventi un'occasione di pienezza spirituale e materiale. 

 

L’antigravity Yoga: lo Yoga che fa volare!

 

Guarda questo sorprendente video sugli Highliners

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: