Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

L'AUTOEROTISMO FA DIMAGRIRE?

Che masturbarsi porti diversi benefici fisici e psicologici è ormai noto. E se l'autoerotismo facesse anche dimagrire? Le osservazioni di alcuni studiosi sembrano incoraggianti.

A cura di MySecretCase

Che masturbarsi non sia dannoso per la salute ma che, al contrario, apporti diversi benefici dal punto di vista fisico e psicologico lo stiamo, poco alla volta, imparando. La scienza ci conferma che la masturbazione diminuisce lo stress, migliora il sonno, favorisce il buonumore e facilita il piacere di coppia. E se l’autoerotismo facesse anche dimagrire?


Quante calorie si bruciano con sesso e masturbazione

Contacalorie alla mano, è possibile quantificare con facilità le calorie che si bruciano durante l’attività sessuale. Sappiamo così, almeno indicativamente, quanto il sesso possa farci dimagrire.

Un recentissimo articolo apparso su The Sun, purtroppo, smorza gli entusiasmi: un rapporto sessuale medio, della durata di 6 minuti, porta a bruciare circa 20 calorie. Niente che possa far considerare il sesso come un’alternativa valida all’allenamento in palestra, alla corsa o al nuoto.

Possiamo ipotizzare che la situazione non cambi molto anche quando si considera la masturbazione.

Non esistono, per il momento, studi scientifici che ci dicano nel dettaglio quanta energia si consumi con l’autoerotismo. Se proprio vogliamo essere ottimiste possiamo immaginare di bruciare qualche caloria in più attraverso la masturbazione, se non altro considerando una durata che superi i 6 minuti.

Ma una buona notizia c’è: se l’autoerotismo non ci fa dimagrire direttamente, indirettamente sembra essere un ottimo alleato della bilancia.

 

Leggi anche Masturbazione durante il ciclo: perché fa bene >>

 

Perché la masturbazione fa dimagrire 

Nel suo bestseller “You Are Why You Eat”, la dottoressa Ramani Durvasula, psicologa e ricercatrice presso la California State University, esamina le ragioni che conducono al binge eating e al fallimento dei tentativi di dieta.

Se il consumo compulsivo di cibo è una ricerca di consolazione e gratificazione, privarsene può risultare molto frustrante e difficile.

Ed ecco che, inaspettatamente, entra in scena la masturbazione: l’autoerotismo è suggerito dalla dottoressa come alternativa – e salutare – fonte di piacere e gratificazione. Un sostituto senza calorie di carboidrati e grassi, a cui ricorrere con regolarità.

Quella della dottoressa Durvasula potrà sembrare una proposta insolita, ma lo diventa meno se si considera la masturbazione come un momento di incontro e di contatto con se stesse, un modo per amare il proprio corpo e prendersene cura.

Amarsi anche quando non ci si sente bene nel proprio corpo e lo si vorrebbe cambiare può essere una piccola, ma non irrilevante, spinta ulteriore verso la scelta di uno stile di vita più sano e salutare.

Senza dimenticare che il rilascio di ossitocina e dopamina, che avviene durante il sesso in coppia e durante la masturbazione, migliora il tono dell’umore. E rende più facile scegliere tra un cupcake e uno spuntino equilibrato!

 

Leggi anche Autoerotismo in gravidanza: è sicuro? >>

 

Credit foto: Viktor Gladkov 

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: