Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

ERBE E PIANTE OFFICINALI

ERBE E PIANTE OFFICINALI

Sedum, quando e come utilizzarla

Il Sedum, nome scientifico Sedum telephium, è anche noto come "Erba della Madonna". La pianta del sedum appartiene alla famiglia delle Crassulaceae, è quindi una pianta grassa, originaria dell'Europa, molto apprezzata per le sue proprietà cicatrizzanti. Scopriamola meglio.

>  1. Proprietà del Sedum

>  2. Modalità d'uso

>  3. Controindicazioni del Sedum

>  4. Descrizione della pianta

>  5. L'habitat del Sedum

>  6. Cenni storici

Sedum

 

Proprietà di sedum

La pianta del sedum contiene flavonoidi, polisaccaridi - i due principali costituenti chimici dotati di attività farmacologica - resine, mucillagini, pectine e polifenoli.

Il sedum è una pianta molto apprezzata in erboristeria e anche in campo medico: le sostanze che contiene le conferiscono proprietà cicatrizzantiemollienti, astringenti, ma anche antidolorifiche. La sua forza si trova proprio nella combinazione sinergica tra le proprietà batteriostatica, antinfiammatoria, antiossidante e riepitelizzante.

Si usano le foglie fresche esternamente come antinfiammatori naturali, per placare piaghe o ulcere della pelle o della bocca, ascessi, come cicatrizzanti in caso di ferite, foruncoli, verruche, calli, ustioni, eritemi ed eritemi solari, cisti, fistole, osteite, mastiti.

La sua applicazione topica favorisce inoltre la fuoriuscita di corpi estranei sottocutanei.

 

Modalità d'uso

USO INTERNO
Si usa come antiepilettico, per la memoria, come astringente in caso di dissenteria, sudorifero e antiscorbtico. Le foglie possono essere consumate fresche in insalata, moderatamente onde evitare casi di intolleranza.

USO ESTERNO
Le foglie sono usate fresche in contatto diretto con la parte di pelle da trattare. Si possono usare anche come cataplasma, nel caso di ascessi o emorroidi per esempio, mescolato ad altre erbe come altea e calendula. Si toglie la pellicola inferiore della foglia e si applica direttamente sulla parte da trattare. Le foglie fresche possono anche essere congelate.

 

L'erba della Madonna, o sedum, tra le erbe cicatrizzanti: scopri le altre

Erbe cicatrizzanti

 

Controindicazioni di Sedum

Ipersensibiltà verso i componenti. Non usare nei bambini sotto ai 12 anni, donne in gravidanza, allattamento o se si hanno in corso gravi patologie.

Particolari controindicazioni riguardanti l'uso esterno possono riguardare dermatiti che si tengono sotto controllo con la sospensione d'uso del preparato e con l'applicazione di una pomata lenitiva.

 

Descrizione della pianta

La pianta di Sedum è una pianta grassa perenne, di altezza media e di aspetto erbaceo, con poche foglie piatte di tipo laminare diposte in modo alterno. I fiori sono rosso scuri tendenti al purpureo. Di sedum ne esistono molteplici varietà.

 

Habitat di sedum

Il sedum è una pianta originaria delle zone fredde e temperato – fredde dell'Eurasia. In Italia cresce spontanea su colline umide e ombrose, in prati incolti, aree montagnose anche sassose, ai margini dei boschi e dei sentieri sterrati.

Si può coltivare anche nel proprio giardino e usare questa pianta quando se ne presenta la necessità. Si possono persino congelare le foglie fresche, che vanno raccolte in estate, ancora meglio se nei mesi di luglio e agosto. Si toglie la pellicola inferiore della foglia e si applica direttamente sulla parte da trattare.

 

Cenni storici

Il nome del genere Sedum viene definito da Linneo e potrebbe derivare dal verbo “sedeo” = “io mi siedo” per l'andamento della pianta, o da “sedare”, “calmare” in riferimento ad alcune proprietà della stessa.

Come sono tante le specie, così sono tantissimi i nomi che accompagnano la storia di questa pianta: erba della Madonna, erba di San Giovanni, telefio, borracina maggiore, erba pignola, erba dei calli e altri ancora.

All'estero è curioso il suo nome inglese, Witch´s Moneybags, il porta monete della strega. La tradizione popolare vuole che la radice venisse portata addosso come amuleto contro le emorroidi.

In Germania si applica il sedum localmente sui tumori.

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy