Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

OBESITÀ E SOVRAPPESO: I RISCHI

Obesità e sovrappeso possono comportare rischi di salute per la nostra vita: ecco quello che è importante sapere.

Quando si è obesi o in sovrappeso

L'obestià, il sovrappeso e i chili di troppo in genere sono, come spiega il sito del Ministero della Salute,  uno dei problemi principali di salute pubblica: secondo i dati ufficiali raccolti nel 2010 dal sistema di sorveglianza Passi, in Italia il 32% degli adulti è sovrappeso, mentre l’11% è obeso.

Per la maggior parte dei casi le cause vanno ricercate in stili di vita e alimentari scorretti, anche se non si possono escludere altre concause, come problemi di salute, disfunzioni ormonali, neuroendocrine o metaboliche acquisite o ereditarie, sedentarietà, fattori ambientali socio-economici, culturali e persino piscologici. 

Come ben spiegato dalle sopra citate linee guida ministeriali, riassumiamo qui il calcolo dell'indica di massa corporea IMC, che definisce le condizioni di sovrappeso.

L'IMC è il valore numerico che si ottiene dividendo il peso (espresso in Kg) per il quadrato dell’altezza (espressa in metri).

 

Leggi anche Respirare bene per dimagrire >>

 

Le definizioni dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) sono:

> Sovrappeso = IMC da uguale o superiore a 25 fino a 29,99;
> obesità = IMC uguale o superiore a 30.

Per gli individui sotto i 19 anni sono utilizzati per la classificazione dello stato ponderale le curve di crescita dell’Oms e i valori soglia raccomandati dall’International Obesity Task Force (Iotf) che tengono conto dell’età e del sesso.

 

Obesità e rischi per la salute

Anzitutto e per fortuna l'obesità e il sovrappeso sono condizioni prevenibili, ovvero a cui solitamente si può e si riesce porre rimedio.

In secondo luogo, è importante non si devono sottovalutare queste condizioni fisiche sempre più in crescita, non solo nel mondo occidentale, ma anche nei paesi in via di sviluppo, in quanto possono essere fattori di rischio per vari motivi: 

> possono scatenare malattie croniche, come il diabete mellito di tipo 2, malattie cardiovascolari, come cardiopatie ischemiche, o patologie ancora più gravi, come tumori

> sono problematiche per altri sistemi del corpo, come ossa o articolazioni, e vanno ad aggravare patologie come artrite, artrosi ed osteoporosi

> si possono insinuare complicanze varie in altri organi e apparati, come calcolosi della colecisti, ernie, difficoltà respiratorie

> si favorisce l'insorgenza di difficoltà d'integrazione sociale, soprattutto considerando le fasce d'età più giovani, e problematiche psicologiche

 

L'obesità e il sovrappeso: come sconfiggerli

L'obesità può essere "centrale", ovvero quella per cui si tende ad accumulare chili di troppo nelle parti alte del corpo, ed è tipica degli uomini; oppure può essere "periferica", quando il grasso finisce nelle parti basse, ed è più tipica delle donne. 

L'obesità si sconfigge anzitutto a tavola, ricucendo ed eliminando alla radice le cattive abitudini alimentari, spesso costituite da cibi troppo calorici, ricchi di grassi e pieni di zuccheri raffinati; ma si sconfigge anche con il movimento, facendo moderata attività fisica costante, inclusi almeno 30 minuti di esercizio aerobico ogni giorno, di fatto basta anche una passeggiata.

In certi casi, l'obesità si può curare anche attraverso l'agopuntura. La cosa certa è che per dimagrire in modo sano è assolutamente vietato il fai da te: ci si deve rivolgere a un bravo medico o specialista e monitorare con serietà l'andamento del percorso di salute. 

Ricordatevi che i bambini sovrappeso hanno un rischio maggiore di diventare adulti obesi, per cui è importante correre ai ripari già in tenera età. 

Siti di utile consultazione:
Ministero della Salute;  
> Fondazione Veronesi Le dieci regole per combattere l'obesità.


Leggi anche Dimagrire con l'intestino >>

 

 

Foto: kwanchaichaiudom / 123RF Archivio Fotografico

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: