Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

MORINGA OLEIFERA E NICHEL

La presenza del Nichel negli alimenti ti crea problemi? La Moringa oleifera può aiutarti.

Il Nichel (Ni) è un metallo presente negli alimenti che contengono grassi vegetali idrogenati e in diversi alimenti di origine vegetale, come anacardi, cacao, legumi, pomodori, spinaci, cereali, ortaggi e cibi in scatola.

Il Nichel viene tollerato dall'organismo in piccole quantità, ma se assunto in dosi massicce può provocare dermatiti e danni alla mucosa intestinale.
Il Nichel è utilizzato anche per la placcatura di utensili, gioielli e altri oggetti come batterie, parti di macchinari, parti elettriche. Anche solo il contatto con questi accessori può provocare reazioni allergiche e irritazioni.
Un recente studio effettuato da due importanti Università nigeriane ha valutato l’effetto della somministrazione di foglie di Moringa oleifera in ratti in cui è stata testata l’epatossicità indotta da nichel.
Per 21 giorni sono stati somministrati solfato di nichel in soluzione salina e foglie di Moringa oleifera. Dalle analisi effettuate post somministrazione sui ratti, le attività plasmatiche hanno subito una significativa modificazione: aumento di trigliceridi, colesterolo totale e LDL (colesterolo cattivo), e valori epatici; diminuzione di colesterolo HDL (colesterolo buono) e glutatione ridotto.
Inoltre sono state rilevate infiammazione e degenerazione cellulare causate dall’esposizione al Nichel.
A seguito della somministrazione della Moringa oleifera, il fegato dei ratti ha subito un miglioramento nella sua attività; invece il profilo lipidico non ha subito significative modificazioni e, non meno importante, le cellule sono rimaste integre e funzionanti.
Lo studio dà valore al potenziale effetto protettivo che la Moringa oleifera esplica a livello epatico, in virtù delle sue proprietà nutritive. Fra esse abbiamo:
  • Omega 3 di natura vegetale, che permettono l'assorbimento dei metalli pesanti senza controindicazioni, in quanto l'altra fonte naturale di omega3, ovvero il pesce, è spesso carica di metalli e rende dunque nulla l'attività detossinante;
  • Vitamina C, che svolge una funzione purificante nei confronti dei metalli in circolo nell'organismo, attivando un processo di eliminazione;
  • Sostanze antiossidanti, di cui la Moringa oleifera è ricchissima ponendosi come uno dei superfood presenti in natura col più alto contenuto di elementi antiossidanti, con un indice ORAC di 157.000. Le sostanze antiossidanti vanno a ridurre lo stress ossidativo generato dai metalli pesanti, fra cui il nichel.
È importante prestare attenzione ai materiali di cui sono composti gli oggetti che utilizziamo nel quotidiano, in quanto non sempre è immediato il collegamento fra irritazioni e allergie al nichel.

Leggi anche Allergie al nichel, sintomi e alimenti da evitare >>

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: