Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

INFEZIONI INTESTINALI, RIMEDI NATURALI

Le infezioni intestinali possono essere di varia natura, spesso a carico di batteri, che causano condizioni di malessere. Accanto alle cure farmacologiche vi son rimedi naturali molto efficaci.

Il nostro intestino è una fucina di molte presenze di natura buona ma anche di natura patogena. Virus, batteri e parassiti convivono in un ambiente eterogeneo dove arrivano cataboliti della digestione, elementi di scarto, sostanze liquide acide, amidi, zuccheri, proteine, sali minerali, tantissime sostanze trasformate.

Se il nostro organismo è in buona salute generalmente il nostro sistema immunitario è in grado di contrastare patogeni pericolosi per il nostro benessere, a volte però ci troviamo in condizioni debilitate e hanno la meglio alcune forme di infezioni che colonizzano il nostro intestino.

 

Sintomi delle infezioni intestinali

Pancia gonfia: spesso forme di meteorismo dovute a fermentazione sono un campanello d’allarme;

Dolore alla pancia: spasmi, dolori da irritazione e infiammazione come alcune forme di colite;

Mal di testa: spesso quando l’intestino non è in equilibrio e la flora batterica è depauperata porta a forme di emicrania;

Spossatezza: una non corretta funzionalità intestinale debilita l’organismo  e causa stanchezza;

Inappetenza: la sensazione di gonfiore e spasmo spesso tolgono la voglia di mangiare;

Diarrea: feci non formate, presenza batterica, peristalsi iperattiva sono sintomi di infezione.

 

Leggi anche Stipsi, intestino senza regole >>

 

Cause delle infezioni intestinali

I batteri che albergano nel nostro intestino possono essere molto insidiosi. Alcuni che provengono dall’esterno sono particolarmente reattivi. I più comuni sonola Candida,  l’Escherichia Coli, la Salmonella, la Shigella e la Giardia. E’ importante che venga effettuata una diagnosi accurata presso uno specialista in modo tale da approntare la cura più adeguata.

Spesso vengono prescritti antibiotici che se da un lato debellano il battere dall’altro impoveriscono ulteriormente la flora intestinale buona. E’ importante quindi individuare la causa del problema per non peggiorare ulteriormente la condizione con rimedi fai da te.

 

Rimedi naturali per le infezioni intestinali

> Il primo aiuto che possiamo dare al nostro intestino è un’alimentazione sana, povera di proteine animali provenienti da carni rosse, evitare insaccati, fritture, zuccheri, formaggi e latticini in genere, pesce crudo e alimenti inscatolati. Il ventaglio di scelte alimentari sembra ridursi drasticamente ma in realtà se controlliamo la nostra dieta per alcuni giorni ne trarremo grandi benefici.

Riso in bianco, verdure crude ricche di carotenoidi come le carote, finocchi, carni bianche, frutta come banane e mele, condimenti a base di poco olio e limone al posto dell’aceto favoriranno un ambiente intestinale più amichevole. In merito all’utilizzo di fibre dipende da soggetto a soggetto e dal tipo di infezione, quindi sarà il medico a fornire il giusto consiglio.

Prebiotici e Probiotici: possiamo assumerli sottoforma di integratori per coadiuvare l’eventuale cura antibiotica. Aiutano a rafforzare il sistema immunitario, ad arricchire la flora batterica per contrastare i patogeni. Lattobacilli, FOS, spore di bacillo coagulans, inulina, insomma in commercio possiamo trovare integratori che rispondono a tutte le esigenze in grado di sviluppare fino a 10 miliardi di batteri buoni.

> Estratto di Semi di Pompelmo: è un rimedio molto efficace contro alcune forme di batteri tra cui anche l’helicobacter pylori. Possiamo assumerle l'estratto di semi di pompelmo sia in estratto secco sia in soluzione idroalcolica: contrasta le infezioni e i suoi effetti benefici si ripercuotono su tutto l’apparato gastro-intestinale.

> Aloe Vera: l’aloe vera da gel foliare è un rimedio lenitivo, idratante, disinfiammante che aiuta l’intestino a disintossicarsi e a rinfrescarsi. Ricca di mucillaggini idrata e protegge i villi intestinali, favorisce la peristalsi e ammorbidisce le feci.

 

Leggi anche Intestino irritabile, quali cibi evitare >>

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: