Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

LA CURA PER L'INTESTINO IRRITABILE

Un fastidio continuo al basso ventre, nervosismo, irregolarità intestinale: è il colon che non dà pace. Scopriamo la cura giusta per l’intestino irritabile

Come mai l’intestino si irrita?

Sono diversi i fattori che portano il colon ad irritarsi, determinando la nascita della sindrome del colon irritabile. Non è infatti solo l’alimentazione poco curata che provoca disturbi e fastidi intestinali. Anche l’ansia e lo stress possono causare tensione e gonfiore addominale.

La ritenzione idrica può essere un altro dei motivi della pancia gonfia, che si presenta per esempio quando ci sono squilibri ormonali nell’organismo, soprattutto nelle donne, oppure può essere causata da eccesso di sodio. In sostanza, una dieta poco equilibrata, un cattivo riposo, un uso prolungato di farmaci, intolleranze alimentari, stress, ansia o altre disfunzioni e patologie più gravi possono essere tra le principali cause dell’intestino irritabile.

I sintomi generalmente sono: dolori al basso ventre, diarrea o stitichezza, sensazioni di nausea e di vomito, difficoltà urinarie, mal di testa, nervosismo e molte altre ancora.

Vediamo quali sono i rimedi naturali contro l'intestino irritabile.

 

La cura con l’alimentazione

Una volta riconosciuto il fastidio, iniziamo cercando di capire quanto il fattore alimentare sia determinante. Questo non presenta soluzioni univoche, bensì dipendenti dal tipo di organismo. Ci sono certe persone, per esempio, che non tollerano i legumi (fagioli, ceci, fave, piselli, lenticchie) o altri tipi di verdure, come cavoli, cavolfiori, cipolle, cetrioli, ravanelli. Per queste persone tali alimenti dovrebbero essere evitati. In altri casi, nemico dell’intestino può essere il latte e i suoi derivati, che creano gas, dolori e gonfiore addominale. Se è vero che in alcuni casi la fibra aiuta la mobilità intestinale e può essere benefica, in altri invece è irritante. I dolcificanti artificiali, i cibi fritti o troppo elaborati, la marmellata, alcuni tipi di frutta, come ad esempio le pesche, le spezie, le bibite gassate, caffè, tè, alcool, nicotina, possono essere ugualmente dannosi. Semaforo verde invece a cereali come orzo, avena, farro, riso e pasta, se possibile integrali. Verdura e frutta fresche, legumi, se ben tollerati.

 

Gli alimenti per l'intestino

Intestino irritabile, quali cibi evitare

 

Cosa fare ancora per l’intestino?

Sicuramente è bene affidarsi a un medico o dietologo per capire insieme da cosa può essere causata l’irritazione al colon. Ci limiteremo qui a consigliare qualche rimedio naturale per la salute dell’intestino. In primo luogo i pasti vanno consumati seduti, mangiando con calma e masticando bene. Solo in questo modo si evita di ingerire aria.

Per lo stesso motivo è sconsigliato bere da bottiglie a collo stretto o con la cannuccia o masticare chewing-gum. Sempre meglio è consumare la frutta prima dei pasti, e non dopo.

Dopo i pasti principali, invece del caffè, preparatevi una calda tisana che possa calmare l’intestino: utili in questo senso sono le piante officinali e le tisane a base di liquirizia, ortica, malva o semi di psillio e finocchio che hanno effetto antinfiammatorio, emolliente e protettivo per le mucose delle pareti intestinali.Bere tanta acqua povera di sodio, ma con elevata percentuale di magnesio e potassio, può essere ugualmente utile.

Ultimo aspetto, ma non per importanza, il praticare attività fisica. Yoga, danza, attività aerobica (corsa, nuoto, bicicletta) praticati in modo costante, contribuiscono a sciogliere le tensioni nervose ed emotive e a “massaggiare” l’addome, mantenendo in movimento sano tutto quanto l'organismo.

 

Scopri anche i rimedi omeopatici per l'intestino

A chi può giovare la dieta FODMAP

 

Immagine|  Pink Sherbet Photography


Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: