Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

CURARE LA CISTITE: I 10 RIMEDI PIÙ EFFICACI

La cistite è un'infiammazione delle basse vie urinarie che causa bruciori e appesantimento vescicale: ecco come curarla con i rimedi naturali.

La cistite è un'infiammazione delle basse vie urinarie che colpisce sia donne sia uomini con disturbi davvero insopportabili.

La cistite provoca bruciori, spasmi, l’urgenza di urinare spesso.

Le cause possono essere di diversa natura: molto comunemente è di origine infettiva a carico di batteri, alcuni dei quali provengono dall’intestino, come l’escherichia coli, l’enterococco, la klebsiella.

Esiste anche una forma cronica di cistite, quella interstiziale, dovuta ad una progressiva consumazione della parete vescicale, priva di presenza batterica, che richiede un intervento prettamente sanitario.

La natura ci mette a disposizione alcuni validi rimedi che possiamo utilizzare al bisogno, ma anche per prevenire l’insorgenza di questo antipatico disturbo.

 

Ecco i 10 rimedi naturali più efficaci contro la cistite.


1. D-Mannosio

Chi soffre ciclicamente di cistite deve sempre avere in casa questo fantastico rimedio, il D-Mannosio, da utilizzare anche in prevenzione. Si tratta di uno zucchero semplice estratto dai legni di larice e betulla.

Svolge una funzione meccanica molto efficace: arriva indisturbato nella vescica senza essere assorbito dall’intestino, attrae a sé i batteri, li ingloba e attraverso la minzione li espelle. Ma non solo!!!!

L’assunzione di D-Mannosio anche in prevenzione da un lato è in grado di ripristinare lo strato GAG protettivo della mucosa della vescica e potrebbe essere un interessante rimedio per coloro che soffrono della forma interstiziale, dall’altro contrasta la formazione di barriere protettive da parte dei batteri, impendendo loro di annidarsi sulle pareti vescicali.

 

2. Mirtillo Rosso o Cranberry

Anche il Cranberry, come il D-mannosio, svolge un’azione meccanica di “antiadesivo” per i batteri sulla parete vescicale. E’ ricco di flavonoidi, antocianosidi, acido citrico e acido malico, che conferiscono a questo rimedio anche proprietà lenitive e disinfettanti delle vie urinarie, creando uno strato antiaderente e contribuendo a ristabilire il giusto ambiente acido/basico.

Il Cranberry svolge anche un’azione antiossidante sulle componenti di colesterolo LDL contribuendo a limitare l’aterosclerosi vascolare, protegge vasi e capillari a livello della microcircolazione a beneficio dei nostri occhi.

 

3. Uva Ursina

L’Uva ursina, che deve il suo appellativo al fatto che è molto gradita agli orsi, è un ottimo rimedio per disinfettare le vie urinarie. È ricca di flavonoidi, tannini, arbutina.

La sua azione si espleta su più livelli: infatti calma il bruciore, attenua spasmi e dolori e riduce lo stimolo alla minzione. L’infuso è particolarmente efficace perché oltre ad aumentare il quantitativo di acqua che dobbiamo bere in caso di cistite, consente all’arbutina, suo importante principio attivo, di potenziare i suoi effetti disinfettanti attivandosi con l’acqua calda.

Quando si assume uva ursina si assiste ad un cambiamento del colore delle urine, vira verso il verde-bluastro, niente paura, tutto si ripristina una volta sospesa l’assunzione.

 

Leggi anche Mirtillo rosso e uva ursina contro la cistite >>

 

4. Bicarbonato di Sodio

Quando la cistite è nella sua fase più acuta può rendersi necessario diminuire il grado di acidità delle urine e l’antiacido di più semplice utilizzo che possiamo assumere è il bicarbonato di sodio: un cucchiaino sciolto in un bicchiere d’acqua 5 volte al giorno è la giusta dose per aumentare il grado alcalino.

Questa prassi pare possa aiutare a potenziare l’effetto dell’arbutina contenuta nell’uva ursina. In ogni caso l’uso di bicarbonato non deve protrarsi oltre la fase acuta del disturbo perché l’ambiente acido è necessario a proteggere le mucose dall’attacco di agenti patogeni.

 

5. Estratto di Semi di Pompelmo

E quando servono gli antibiotici perché la quota batterica è davvero importante la natura ci regala i fantastici semi di pompelmo il cui estratto concentrato è davvero una risposta efficace contro ceppi come l’escherichia coli, stafilococchi e streptococchi, salmonella, ma anche contro funghi e virus.

L’estratto di semi di pompelmo è un rimedio da utilizzare anche come prevenzione, nei cambi di stagione contro l’helicobacter pylori, prima di andare in vacanza al mare per proteggersi da eventuali forme di Candida Albicans e infezioni appunto delle vie urinarie.

 

6. Verga d’Oro

La Verga d’Oro è un rimedio complementare ai precedenti. Ricca di flavonoidi, tannini, saponine svolge un’azione antinfiammatoria, astringente e diuretica: facilita la rapida eliminazione della carica batterica attraverso la minzione.

E’ impiegata anche come componente in rimedi per contrastare la ritenzione idrica, problematiche di iperuricemia e gotta.

 

7. Peduncoli di Ciliegio

Non è un rimedio dei più diffusi per contrastare la cistite, forse un po’ sottovalutato, ma in realtà è un ottimo elemento complementare all’uva ursina e al cranberry per depurare le vie urinarie.

I peduncoli di ciliegio sono ricchi di acido malico, sali di potassio, flavonoidi, tannini, vitamina A, vitamina C e polifenoli. Esplica un’azione sedativa sulla vescica, da spasmi, ma anche dal continuo stimolo ad urinare pur favorendo la diuresi. E’ indicato anche in caso di insufficienze renali, gotta, cellulite.

 

8. Malva

La Malva è un rimedio ricco di mucillaggini che esplica proprietà antinfiammatorie, lenitive, riepitelizzanti, protettive delle mucose.

Per un effetto immediato possiamo utilizzare il decotto di malva, oltre che come tisana, anche come lavanda locale, intiepidita: aiuta a placare gli spasmi, deterge delicatamente, disinfiamma, rinfresca.

 

9. Calendula

La Calendula è un rimedio molto versatile. In commercio troviamo la calendula in vari formati: i fiori essiccati per gli infusi, in estratto idroalcolico, in pomata, in ovuli, tutte ottime soluzioni che possono agire in sinergia per debellare attacchi di cistite.

Svolge attività antisettica, antibatterica, lenitiva, rinfrescante, cicatrizzante. Utilizziamola tranquillamente in tutte le sue versioni, è indicata anche per quelle forme di cistite cosiddette “da luna di miele”: è in grado di riequilibrare la flora batterica vaginale e di calmare gli spasmi e i bruciori delle vie urinarie.

 

10. Serenoa

E se la cistite colpisse anche gli amici maschi? In questo caso potremmo trovarci a fronteggiare episodi di uretriti o prostatiti, che provocano bruciore durante la minzione, spasmi, tracce di sangue nelle urine. Un ottimo rimedio ad ampio spettro è la Serenoa Repens, ricco di flavonoidi, tannini, acido antralico, fitosteroli.

Questo mix di componenti svolge un’interessante azione antiandrogena: inibisce l’enzima 5-alfa-reduttasi che favorisce la conversione del testosterone in diidrotestosterone, stimolatore della ghiandola prostatica. La Serenoa esplica un’attività antinfiammatoria, spasmolitica sulla vescica e sull’uretra.

 

Leggi anche

Ayurveda per la cistite
> Cistite nella stagione calda, i rimedi


Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: