Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

VITAMINA D E OSTEOPOROSI

L'esposizione al sole, la vitamina D, il calcio, il movimento e una dieta equilibrata sono tra i fattori fondamentali di prevenzione dell'osteoporosi, una malattia insidiosa e femminile che è bene prevenire al più presto.

Sole e cibo contro l'osteoporosi

Dopo aver passato anche solo una mezza giornata al sole e all’aria aperta ci si sente meglio, più rinvigoriti, energici, forti. Ciò accade soprattutto dopo mesi di pioggia o di freddo inverno, in cui il corpo è costretto a coprirsi, stare in casa, riscaldarsi in modo artificiale. Ecco quindi che ha bisogno di uscire, stirarsi, muoversi e assumere caldi raggi solari.

Sì perché è proprio grazie al sole che la vitamina D viene sintetizzata nella pelle ed esplica la sua fondamentale attività che consiste nel "fissare" il calcio nelle ossa.

La vitamina D praticamente favorisce l’assorbimento del calcio attraverso l’intestino, aiutando a fissarlo nelle ossa, rinforzando quindi tutto il sistema scheletrico. Per questo diventa così importante la sua presenza nella prevenzione e cura dell’osteoporosi.

Alcune patologie, medicinali e cattive abitudini possono innalzare il rischio di osteoporosi. Tra le cattive abitudini si ricordano il fumo, la sedentarietà, l’abuso di alcol e di caffè. Mentre, oltre al sole, anche certe sane abitudini alimentari e certi integratori possono favorirne la presenza.

 

Cos’è l’osteoporosi?

L’organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha dichiarato l’osteoporosi come una delle 10 malattie più importanti della popolazione mondiale e l’ha identificata come una priorità sanitaria a livello mondiale.

L’osteoporosi è più frequente nella popolazione femminile, rispetto a quella maschile, e si può manifestare in concomitanza con la menopausa. 

Come dice la parola stessa, osteoporosi significa “osso poroso” ed è una malattia che con l’andare del tempo deteriora le ossa, andando ad agire sulla loro micro composizione, abbassando anche la densità minerale. Di conseguenza le ossa diventano più fragili e sono esposte a maggiori rischi.

Tralasciando diagnosi mediche e sintomatologie, vediamo come l’osteoporosi si può prevenire, già in giovane età. 

 

Prevenire l’osteoporosi

La prevenzione è senz’altro importante in questa malattia, può iniziare sin da quando si è bambini. Si inizia anzitutto con lo sviluppo di una buona massa ossea, assumendo una dieta ricca di calcio, praticando una regolare attività fisica e assicurando all’organismo la sua dose importante di vitamina D. 

L’adolescenza è un periodo fondamentale in tal senso, una fase della vita in cui si vanno a depositare buone dosi di calcio nell’organismo.

Ecco dunque che, accanto a una sana vita all’aria aperta, si consiglia di assumere una dieta corretta, che tenga conto di alimenti che ne sono più o meno ricchi come latticini, alcune verdure - carciofi e certe insalate, come la rucola, pesce.

Anche arachidi, noci, pistacchi e nocciole sono ottime merende che contengono calcio, come anche i fichi secchi e le albicocche secche. Anche le acque sono ricche di calcio, quindi è bene leggere l’etichetta. 

Affinché il calcio assunto sia ben assimilato si ribadisce dunque l’importanza della vitamina D, che oltre che dal sole, ci arriva grazie agli alimenti, come pesce, il latte, il burro; l’uovo; il fegato, la carne di pollo, di anatra e di tacchino; corn flakes e cereali e le verdure verdi ne sono ugualmente ricchi.

 

Dieta salva-Sanità

E con una dieta ricca di calcio e di vitamina D, come sottolineato da “Il Sole 24 Ore” , anche la sanità risparmia. Frost&Sullivan sottolinea nella ricerca “Healthcare Cost Savings of Calcium and Vitamin D Food Supplements in the European Union”, ha quantificato i costi sanitari dovuti alle fratture ossee per osteoporosi nella popolazione europea, sottolineando di conseguenza l’importanza della prevenzione!

 

Riferimenti e letture utili per ulteriori approfondimenti:

“Osteoporosi: istruzioni per l’uso” Dr. Cristina Tomasi;

> S.O.F. Southtyrolean Osteoporosis Foundation Associazione Osteoporosi ONLUS Osteoporose Verein; “Prevenire l’osteoporosi” di Barbara Asprea, Simona Salò;

> "45 Ricette Come Soluzione All'osteoporosi" di Joe Correa, nutrizionista dello sport.

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: