Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

SEMI QUOTIDIANI: COSÌ SI AGGIUNGE SPRINT ALLA GIORNATA

Una manciata di semi al giorno toglie il medico di torno: ecco come si può aggiungere sprint ed energia alla vostra giornata grazie a piccole e sane abitudini quotidiane

Semi oleosi, un concentrato di energia vitale

Tanto piccini, i semi oleosi sono una miniera di fibre, minerali, acidi grassi essenziali, enzimi, antiossidanti e proteine.

Hanno un valore nutritivo importante e possiedono la caratteristica di poter essere aggiunti alle ricette senza modificarne il sapore ma apportando notevoli benefici per il benessere.

Immaginiamoci mentre passiamo per i cinque pasti della giornata, due spuntini e tre pasti veri e propri in compagnia degli amici semi.

 

Colazione

Un buon tè caldo o un caffè d'orzo, fette biscottate o pane integrale, miele e marmellata bio, un paio di noci e un vasetto di yogurt.

I semi di sesamo, semi di zucca o semi di papavero possono essere ingredienti ottimi da unire alla farina integrale, lievito e poco sale per il pane fatto in casa.

Nello yogurt mettiamo invece mezzo cucchiaino di semi di girasole o di semi di chia. I semi di girasole e di zucca possono entrare a far parte dei cereali o muesli da mettere nel latte.

 

Snack di metà mattina

Insieme alla barretta fatta in casa, in cui abbiamo usato tra i vari ingredienti anche i semi di sesamo, possiamo sgranocchiare semi di zucca e semi di girasole al naturale.

Anche un frutto (mela o banana) e qualche seme tra un morso e l'altro sono un toccasana energetico.

 

Pranzo

Per pranzo se preparate una ricca insalata con legumi, lenticchie e fagioli per esempio, e verdure di stagione, aggiungete semi di chia e semi di girasole o di zucca.

Il sesamo diventa un ingrediente importante per accompagnare questo piatto: il consiglio è quello infatti di affiancarvi un ottimo humus, fatto con la salsa tahin, a base di sesamo.

Se invece vi buttate sui primi piatti, come la pasta, usate i semi di canapa o i semi di zucca per preparare un pesto delizioso, frullandoli insieme al basilico, alla rucola oppure ai broccoli.

Se preferite un secondo piatto, sappiate che con i semi di canapa si prepara anche l'hemp-fu, il tofu di canapa, un prodotto simile al tofu di soia ma dal sapore più deciso. Si tratta di un ingrediente molto utilizzato nella dieta vegana o vegetariana per preparare creme (dolci o salate) o da gustare saltato in padella.

 

Come orientarsi tra i semi oleosi

 

Merenda

I semi di zucca diventano, insieme a noci, mandorle o anacardi, un ricco ingrediente da aggiungere ai frullati di frutta o verdura. Se invece si preferisce sorseggiare un tè caldo, si possono consumare così al naturale come accompagnamento.

Le fettine di pane si possono spalmare con una delicata e nutriente crema di semi di girasole, preparata mettendo nel mixer 4 cucchiai di semi, mezzo spicchio di aglio, un pizzico di peperoncino o pepe, qualche foglia di prezzemolo, un paio di cucchiai di olio extravergine d'oliva e un pizzico di sale.

 

Cena

Una buona zuppa o minestra si può arricchire di semi di lino, da aggiungere in fine cottura, lasciando a riposo qualche minuto prima di servire, così da permettere la formazione del prezioso olio.

Altra preparazione vede protagonisti i semi di canapa in quello che i giapponesi chiamano shichimi, ovvero una tradizionale miscela di spezie (semi di canapa, zenzero, semi di sesamo, alghe nori, scorze di mandarino, peperoncino, pepe nero) simile ad un peperoncino molto aromatizzato e dal caratteristico colore arancione; si usa per condire zuppe e pietanze a base di riso.

Se si prepara qualcosa di proteico, come seitan o tofu saltati, i semi di zucca o di chia possono essere un'ottima aggiunta, insieme a qualche fettina di cipolla, carota o zucchina tagliate sottili.

Come contorno si può preparare un'ottima insalata aricchita di alghe e semi di sesamo oppure fagiolini e salsa ai semi di sesamo, così da aggiungere un tocco orientale.

 

Semi a portata di ...ricetta!

Semi di sesamo, semi di papavero, semi di canapa, semi di lino, semi di girasole, semi di zucca, semi di chia: teneteli sempre in dispensa! Si acquistano presso negozietti biologici, market etnici, supermercati. Si conservano in barattoli di vetro, in estate possibilmente riposti in frigorifero.

Infine, ecco qualche accorgimento generale di uso quotidiano: macinando i semi e mescolandoli con il sale fino si ottiene un condimento noto con il nome di gomasio.

I semi di lino, lasciati qualche ora in ammollo, producono un olio "legante" in cucina, che si può utilizzare anche al posto delle uova nella preparazione di piatti vegani.

Non dimenticatevi i semi nealche nelle ricette dolci: torte e biscotti hanno come ingrediente extra semi di papavero (per esempio nella preparazione dello strudel altoatesino), semi di sesamo (i biscotti Ghribas marocchini o i "regina" siciliani), semi di lino (biscotti, pancake e muffin vegan).

Curiosità: la cucina indiana è senz'altro tra le più ricche di semi: oltre ai sopra citati, si usano semi di senape, semi si cipolla, semi di cardamomo, di coriandolo e di cumino.

 

Ecco 5 ricette con i semi di lino

 

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: