Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

LA SALUTE CURIAMOLA A TAVOLA

Cosa sono i radicali liberi? Stress ossidatico Cibi antiossidanti

In condizioni fisiologiche normali vi è uno stato di equilibrio tra la produzione endogena di radicali liberi e la loro neutralizzazione da parte dei meccanismi antiossidanti dell'organismo.

Quando invece prevale la produzione di radicali, si viene a determinare un danno che a lungo andare procura una progressiva usura di corpo e mente.

Ed è ormai certo che molte malattie comuni e dovute all'invecchiamento, quali arteriosclerosi, cataratta, morbo di Alzheimer, morbo di Parkinson, si associano ad una prevalenza dei sistemi ossidativi su quelli antiossidanti di difesa.

 

Cosa sono i radicali liberi?

Sono molecole (gruppi di atomi legati tra loro) instabili, cioè molecole cui "manca qualcosa", pronte a reagire con altre molecole, in quanto hanno un elettrone disponibile ("spaiato").

Nell'organismo umano i radicali liberi reagiscono con qualsiasi struttura molecolare che incontrano.

I radicali liberi si formano all'interno delle nostre cellule, dove l'ossigeno viene utilizzato per produrre energia.

Non tutto l'ossigeno viene consumato ma in parte va a formare queste molecole che contengono uno o più atomi di ossigeno.

 

Agenti che provocano formazione di radicali liberi sono : l'infiammazione, il fumo di sigaretta (molto dannoso, il tabacco è una potente tossina), il sole (le radiazioni ultraviolette in genere), lo stress elevato consumo di alcool, esposizione ad ambienti inquinati, l'attività fisica intensa, una dieta eccessivamente ricca di proteine e di grassi animali, trattamenti a base di farmaci.

I radicali liberi entrano in gioco costantemente, quando ad esempio camminiamo. Nell'attività fisica intensa aumentano di circa 50 volte.

Essi vengono tamponati efficacemente quando si è giovani ma con in tempo l'azione di eliminazione dei radicali liberi si fa meno efficace.

Quando prevale la produzione di radicali si viene a determinare un danno, definito stress ossidativo.

 

Una delle cause dell'invecchiamento è proprio lo stress ossidativo.

In pratica, un organismo "stressato" non riesce a neutralizzare l’eccessivo livello di radicali liberi endogeni ed è così intossicato da queste sostanze che causano un enorme danno a diversi settori del corpo umano.

Così, queste sostanze altamente reattive sono libere di attaccare e danneggiare irreversibilmente le nostre cellule.

Gli effetti?

Un’accelerazione del fisiologico processo di invecchiamento e una lista di almeno 50 malattie, che si allunga di giorno in giorno.

 

Lo stress ossidativo viene favorito da numerosi fattori

Tra i più comuni : fattori chimici (tutti i farmaci di sintesi chimica, le droghe, il fumo, l'alcool e tutte le sostanze inquinanti), fattori fisici (radiazioni da bassa frequenza, rumore, radiazioni ultraviolette e ionizzanti, campi elettromagnetici, radio frequenze, microonde), fattori biologici (vaccini, parassitosi, malattie infettive), fattori mentali (depressione, attacchi di panico, ansia, stress continuo), fattori nutrizionali (disturbi alimentari, errata alimentazione).

In caso di stress ossidativo si possono osservare precocemente : riduzione della memoria, riduzione della concentrazione, disturbi del sonno, diminuite capacità sessuali, capelli bianchi, calvizie, comparsa di rughe e macchie sulla pelle, diminuzione della massa muscolare ed aumento della massa grassa, riduzione della difesa immunitaria, aumento del rischio cardiovascolare, diminuzione di energia, stress con ansia e depressione.

La naturopatia in questo caso è molto utile per la detossinazione e il drenaggio, inoltre il naturopata attraverso la visita è in grado di consigliare i prodotti antiossidanti più indicati per la persona. 

Tra le altre proprietà gli antiossidanti stimolano il sistema immunitario, fluidificano il sangue, riducono la pressione del sangue, sono antibatterici e anti virali.

 

Un altro grande aiuto arriva dalla natura.

Tutti gli esseri viventi comprese le piante sono aggredite dalle radiazioni e dai radicali liberi, tutti si difendono dall' aggressione.

Le piante difendono i cromosomi e i loro DNA con le vitamine e flavonoidi contenuti in frutti, fiori, semi e foglie.

Esiste uno studio approfondito dell'università di Boston sul potere antiossidante dei vari vegetali.

Al primo posto come antiossidante tra gli antiossidanti c'è la frutta nera tipo uva nera e prugne nere, mirtilli, more, fragole.

E' stata stabilita una misura del potere antiossidante dei vegetali, ed è stata definita una unità di misura, cui è stato dato il nome di ORAC (oxigen radical absorbance capacity).

 

I cibi sono stati suddivisi in tre gruppi, secondo il potere antiossidante

1 gruppo sono inclusi i cibi che apportano 200 unità ORAC per porzione :

Albicocche 3 = 172 unità

Melone tre fette = 197 unità

Cavolfiore cotto una tazza = 400 unità

Pera 1 =  222 unità

Pesca 1 =  248 unità

Banana 1 = 223 unità

Mela 1 = 301 unità

Melanzana 1 = 326 unità

Cetrioli 1 = 36 unità

Pomidori 1 = 116unità

Spinaci crudi 1 piatto = 182 unità

Fagiolini cotti una tazza = 404 unità.

 

  • 2 Gruppo Alimenti che apportano 500 unità per porzione :   

 

Pompelmo rosa 1 = 1188 unità

Avocado 1 = 571 unità

Kiwi 1 = 458 unità

Uvetta nera 1 cucchiaio = 396 unità

Cipolla 1 = 360unità

Cavoli di Bruxelles cotti 1 tazza = 1384 unità

Patata americana 1 =  433 unità

Peperone 1 = 529 unità

Susina 1 = 626 unità

Succo di arancia 1 bicchiere = 1142 unità

 

Patata arrosto 1 = 575 unità

Succo di pompelmo 1 bicchiere = 1274 unità

Uva nera un grappolino = 569 unità

 

 

  • 3 Gruppo Alimenti più ricchi di antiossidanti (1200 unità per porzione)

 

Fragole una tazza  = 1170 unità

Prugne nere 3  = 1454 unità

Arancia 1 = 983 unità

Mirtilli 1 tazza = 3480 unità

Spinaci cotti 1 tazza = 2042 unità

Succo di uva nera 1 bicchiere = 5216 unità

More 1 tazza = 1466 unità

 

Barbabietola cotta 1 tazza = 1782 unità

Cavolo verde cotto 1 tazza = 2048 unità

 

 

Alcuni elementi contenenti sostanze antiossidanti sono le verdure e la frutta in genere tra cui : rosa canina,  pomodoro (non ripulire la parte gelatinosa e i semi), ananas, arancia, limone, insalate, germogli, germe di grano, prezzemolo, finocchio, cetriolo, carota, melone, zucca, spinaci, broccoli, mango, papaia, albicocche, mirtillo, fragola, pompelmo, cavolfiore, fiori di zucchina, peperoni, porri, invidia, lattuga, mirtilli, more selvatiche, lamponi, ciliege, prugne, albicocche, meloni, mele, cachi, uva nera, peperoncino rosso piccante, radicchio, cetrioli, piselli, rape, patate, cavoli, asparagi, cipolle, pomodori, mandarini, cedri, pompelmi, ribes, fragole, banane, tuorlo d'uovo, riso e pane integrali, bietole, mango, frattaglie, pesci, molluschi.

Un ottimo alimento per combattere i radicali liberi (per l'alto contenuto di fenoli) è l'olio d‘oliva, così come uno degli ortaggi in natura che contiene molti antiossidanti sono i broccoli.  

 

Via libera quindi ad una alimentazione ricca di tali nutrienti! Mangiarne! Non stancarsi di assumerne! Vi sorprenderete di quanto bene sarete ripagati.  

 

LEGGI ANCHE
Quali sono e quando assumere i cibi antiossidanti

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: