Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

DIETOLOGO: LEGGE E REQUISITI PROFESSIONALI

Gli italiani con la crisi mangiano male! Ecco come si può diventare dietologo, cosa dice la legge e quali sono i requisiti e sbocchi professionali di una figura sempre molto richiesta

Le ultimissime dal fronte dieta dicono che più del 30% degli italiani è in sovrappeso. Quasi 3 milioni di persone in Italia sono affette da diabete, con un aumento dell'incidenza di quello di tipo 2, anche tra i bambini; è quello che spiegano le più recenti ricerche che collegano questo andamento in parte agli effetti della crisi sull'alimentazione: si spende meno per il cibo e si mangia peggio.

In questo panorama, sempre più importante sembra essere la figura del dietologo, che interviene, informa e lavora non solo per curare, ma anche per prevenire.

 

Chi è il dietologo?

Il dietologo, anche detto alimentarista, è un professionista medico specializzato in nutrizione umana che ha conseguito una laurea in medicina, seguita da una specializzazione in dietologia o scienze dell'alimetazione.

Regolarmente iscritto all'albo, il dietologo può fare diagnosi, prescrivere farmaci e formulare diete adatte alla costituzione e alla peculiare situazione dell'individuo. Il dietologo si occupa di vari casi, che vanno dagli squilibri alimentari, obesità, sovrappeso o eccessiva magrezza, ma anche di patologie connesse a disfunzioni di vario tipo che provocano squilibri nel peso, dell'uomo, come l'iper o ipotiroidisimo.

 

Come si diventa dietologo

In Italia, secondo la legge, il dietologo, ovvero il medico specialista in alimentazione, è la figura professionale sicuramente più completa in questo campo. Come già visto, per diventare dietologo sono necessari i 6 anni della laurea in Medicina più 4 anni di specializzazione in Dietolologia o in Scienze dell'alimentazione

Esistono altre due categorie professioniali che si occupano di alimentazione ma che differiscono sensibilmente da quella del dietologo:

  • il nutrizionista, ovvero un professionista riconosciuto dallo Stato, solitamente laureato in biologia, che si occupa di consulenza e informazione. Stando ai termini di legge, il nutrizionista è in grado di effettuare delle valutazioni precise sui bisogni nutritivi dell’uomo, ma non può essere considerato un medico dietologo, il quale può fare delle diagnosi o prescrivere dei farmaci.
  • il dietista, ovvero un tecnico dell'alimentazione, subordinato al medico per quanto riguarda la diagnosi e la cura. Non è un medico, ma ha conseguito una laurea in dietistica e quindi è uno specialista dell’alimentazione; al pari del nutrizionista, non può prescrivere farmaci.

 

Cosa fa e dove lavora il dietologo?

Il ruolo del dietologo è fondamentale, non solo per delineare diete tout court, ma anche e in particolare per quanto riguarda la consulenza in caso di patologie fisiche o psicologiche che vanno a squilibrare l'alimentazione, la salute dell'organismo e il suo benessere.

Non va dimenticato infatti che il ruolo del dietologo è fondamenteale per l'aiuto che può offrire in tutti quei casi di disordini alimentari, tipici della giovane età adulta, come anoressia, bulimia, binge-eating e disturbi più recenti come l'ortoressia, spesso operando in collaborazioni con psicologi o altri medici.

Oltre che in ospedali, all'interno del servizio di Dietetica e Nutrizione Clinica, il dietologo può operare in varie strutture, tra cui palestre, scuole, fitness centre, ctrutture termali e curative, comuni e aziende pubbliche.

Può altrimenti operare in modo indipendente, presso il suo studio privato, oppure associandosi con altri professionisti del settore sanitario, creando uno studio misto.

In Italia esistono varie associazioni ed enti che si occupano di dietologia. Si ricorda, per esempio, AIDAP (Associazione italiana disturbi dell'alimentazione e del peso), ANSISA (L'associazione nazionale specialisti in scienza dell'alimentazione), ADI (Associazione italiana di dietetica e nutrizione clinica). Punto per rimanere aggiornati a riguardo è il sito del Ministero della Salute.

Curiosità: uno tra i medici dietologi più noti del panorama italiano è Pietro Migliaccio. Il proferssor Migliaccio si è laureato in medicina e chirurgia presso l’Università di Roma “Sapienza”. Tra le varie attività e lavori svolti, tra cui ricerca in vari settori dell'alimentazione, è presidente della Società Italiana di Scienza dell’Alimentazione (S.I.S.A.).

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: