Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

LA DIETA CONTRO LA STITICHEZZA

Spesso la stitichezza è causata da scorretta abitudini alimentari e da uno stile di vita troppo sedentario. Una dieta adeguata può aiutare molto, vediamone le caratteristiche

Si parla di stitichezza quando si verifica una riduzione del numero delle evacuazioni (meno di 3 a settimana) o un aumento della consistenza delle feci, che appaiono dure e frammentate. La stitichezza è inoltre caratterizzata dalla necessità di fare intensi sforzi per evacuare, dalla sensazione di svuotamento non completo del retto e dalla presenza di uno stimolo che risulta però improduttivo.

Le cause del disturbo sono tantissime e individuarle non è sempre semplice.

In linea generale, la stitichezza è causata da una progressione alterata delle feci nel colon e nel retto, che può dipendere da un problema meccanico o funzionale. In realtà, i casi di stipsi riconducibili alla presenza di un reale problema del colon sono la minoranza; il più delle volte, infatti, la stitichezza è provocata da abitudini scorrette, quali una dieta sbagliata o uno stile di vita troppo sedentario. 

 

Le regole della dieta contro la stitichezza

La prima e fondamentale regola della dieta contro la stitichezza consiste nel bere molta acqua, non meno di due o tre litri al giorno. È inoltre importante aumentare l’apporto di fibre alimentari, sempre però ricordando di accompagnarle a un’assunzione corretta di liquidi (preferibilmente acqua), altrimenti si rischia di peggiorare la situazione.

 

Una prospettiva psicosomatica sulla stipsi

 

Come si fa ad aumentare l’apporto di fibre?

Per esempio, consumando ogni giorno circa 200 grammi di pane integrale, 50 grammi di cereali integrali o circa 400 grammi di frutta e verdura, pari più o meno a 5 porzioni.

Attenzione però alle calorie, 200 grammi di pane integrale contengono circa 500 calorie, mentre 50 grammi di cereali integrali ne hanno circa 150-200. L’alternativa meno calorica è costituta dalla corretta assunzione di frutta e verdura.

Esistono frutti o verdure particolarmente indicati nella dieta contro la stitichezza, in quanto stimolano molto il transito intestinale: kiwi, fragole, melone, prugne, pere, zucchine, spinaci… sono tutti validi alleati contro la stipsi.

Può essere utile, inoltre, il consumo di yogurt, grazie alla presenza di fermenti lattici.

Anche i legumi aiutano, ma questi possono aumentare la produzione di gas intestinali, a causa della fermentazione di olisaccaridi; è quindi consigliabile cucinarli nella maniera giusta e aumentarne il consumo in maniera graduale.

Condire le pietanze con un cucchiaio di olio extravergine d’oliva è un altro segreto della dieta contro la stitichezza.

Non bisogna, infine, dimenticare di associare una corretta e regolare attività fisica.

 

Stitichezza cronica, come combatterla?

 

Per approfondire:

> Quali sono e quando usare gli integratori contro la stitichezza

> 3 ricette contro la stitichezza

 

Immagine | Kochtopf

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: