Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

LE APP PER PERDERE PESO E SINTONIZZARSI COL METABOLISMO

Ci dicono che strada prendere, che canzone stavamo ascoltando, che cosa fanno i nostri amici, a che ora è il film e molto altro. Vediamo da vicino le app per dimagrire e scopriamo insieme cos'è l'AIDAP

Prima di presentarvi alcune app che hanno colto la nostra curiosità, vi segnaliamo un ente importante: l'AIDAP, Associazione Italiana Disturbi dell'alimentazione e del peso.

Nel sito trovate un vasto archivio di articoli scientifici, servizi on line (anche un test per l'indice di massa corporea, che vi rivela il vostro BMI a partire dalla tabella adattata secondo Preventing and Managing the Global Epidemic of Obesity. Report of the World Helath Organization Consultation of Obesity. WHO, Geneve, June 1997.  

 

L'AIDAP e i disturbi dell'alimentazione e del peso

L'AIDAP ha lo scopo di di diffondere una conoscenza scientifica dei disturbi dell'alimetazione e del peso. Tra i suoi obiettivi vi è quello di promuovere convegni, tavole rotonde, gruppi di studio e altre attività di informazione nel campo medico, psicologico, scolastico e sociale. 

Ci è piaciuto moltissimo il nome della newsletter che rivela una connessione strettissima in campo salute e dieta, ovvero quella tra: "Emozioni e cibo". Sappiamo che l'intestino è il secondo cervello, che incamera le emozioni e il nostro vissuto (un caso su tutti, la sindrome del colon irritabile).

Potete inviare alla redazione storie, opinioni e recensioni; ogni socio può inoltre comunicare le proprie iniziative o richiedere la pubblicazione di annunci personali.

Tra i prossimi incontri promossi dall'Associazione vi segnaliamo a Verona il 22 novembre la presentazione di un programma basato sulla dissonanza cognitiva per prevenire i disturbi dell'alimentazione. L'evento prevede accreditamento ECM per medici, psicologi, dietisti, biologi, nutrizionisti.

 

Scopri l'allenamento fartlek, un sistema di corsa che aiuta a perdere peso

 

Le app per dimagrire: efficaci e semplici 

Pare davvero molto strano che un dispositivo che è fuori dal nostro corpo riesca a sintonizzarci meglio con i ritmi che a volte non ascoltiamo.

Eppure la tecnologia si sta rivelando molto efficace soprattutto per chi, seguito da un esperto, vuol mantenere un controllo a distanza. Lo conferma uno studio che è durato circa 3 anni ed è stato portato avanti dalla Northwestern University Feinberg School of Medicine di Chicago (Usa). 

Questa ricerca ha evidenziato come la perdita di peso e il mantenimento dei risultati nel tempo vengono agevolati in maniera importante dalla tecnologia e dall'uso delle applicazioni.

  • App: diario alimentare: è un progetto che si avvale della collaborazione dell'Università della Sapienza di Roma. La dieta di base è quella mediterranea. Il controllo del peso viene effettuato attraverso l'ausilio di un dietologo o di un nutrizionista. E' necessario inserire i propri dati e comprendere bene il funzionamento dell'app (molto semplice, ma sempre bene fruire della spiegazione al momento del download). Gli utenti che la stanno usando si aggirano intorno ai 50.000. Si paga la prima visita nello studio (150 euro) e po si viene seguiti a distanza, costantemente e gratuitamente.
  • App: calcolo Zona: ormai saprete di cosa stiamo parlando quando parliamo di Zona. La dieta ideata dal biochimico Barry Sears che predilige gli alimenti a basos indice glicemico, ottima per ridurre l'adipe. Va comunque detto che se non siete consumatori di proteine di origine animale, conviene ascoltarvi e ideare possibili variazioni sul tema, in quanto la dieta a Zona contempla il consumo di carne magra, pesce, uova, latticini. Questa app è gratuita, solo per Android.
  • K-Well Fitness Controller: non solo cibo giusto ma anche movimento. Questa applicazione è davvero efficace ed è gratuita per iPhone. Fornisce una stima della frequenza cardiaca ideale negli allenamenti (questo valore è molto importante, specie per le donne con disturbi di circolazione) e le calorie bruciate. Dispensa consigli per ogni tipo di attività e come ottenere il massimo dagli allenamenti. Un valido aiuto per gestire la propria energia.
  • IPhood Intolerance: dopo un test di autovalutazione sulla propria salute, l'app descrive le dinamiche del metabolismo studiato in base al profilo ottenuto in relazione ai dati inseriti. La app è solo per iPhone, ha una versione base gratis e una full a pagamento (4,49 euro). La versione full prevede un regime alimentare che si basa sui test. La app è molto dettagliata anche per quel che riguarda gli abbinamenti di cibi allergizzanti. 

Date uno sguardo tra le applicazioni che il vostro dispositivo supporta, ve ne sono per vegetariani, per interessati alla dieta Dukan e molto altro. Non smetteremo mai di dirvi, prima di tutto, di ascoltarvi. E vi scoraggiamo a seguire tutte le app che non vi fanno dialogare con un esperto.

E se siete già alla fase successiva, se avete già trovato l'applicazione che fa per voi, usatela con criterio, evitate di camminare, parlare, aspettare sempre con gli occhi puntati sullo smartphone. La vita reale, ci raccomandiamo sempre, amate la vostra vita reale.

 

I contro delle app per perdere peso

Sia sempre chiaro, se avete modo di andare da un dietologo, dietista o nutrizionista, questa è la scelta più efficace, non solo per la competenza ma per il rapporto umano. Il rapporto costante con uno specialista è la garanzia di successo. Per questo molte applicazioni lo prevedono.

State alla larga invece dalle applicazioni che si limitano a calcolare le calorie bruciate con attività fisica e assunte con il cibo. Manca il fattore della motivazione, del progresso, si entra in un loop. Non vanno condannate a priori, in quanto ad alcune persone consentono di diventare consapevoli del bilancio energetico, ma non c'è sostegno sulla convinzione, sulla volontà di raggiungere l'obiettivo.

 

Ecco 10 semplici scelte alimentari per dimagrire e vivere meglio

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: