Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

L’ALIMENTAZIONE CHE TI SALVA DAL COLESTEROLO ALTO

Il colesterolo alto è uno dei principali fattori di rischio cardiovascolare, ecco perché è così importante tenerlo nei limiti della norma. Incrementare l’attività fisica e seguire un’alimentazione adeguata sono fondamentali per combattere una delle patologie più diffuse nel mondo occidentale

Il primo passo per seguire un'alimentazione che aiuti a tenere il colesterolo sotto controllo è quello di dividere i cibi in due categorie: alimenti da inserire nella dieta e alimenti da evitare.

I grassi animali non sono gli unici nemici; la dieta può fornire un valido aiuto anche per evitare la somma con altri fattori di rischio cardiovascolare; andranno dunque limitati pure tutti i cibi che favoriscono l’aumento di peso, l’iperglicemia o l’ipertensione.

 

Colesterolo alto e alimentazione: cosa puoi mangiare

Partiamo dalle buone notizie: cosa inserire nell’alimentazione contro il colesterolo alto. Ovviamente si tratta di indicazioni generiche che vanno assolutamente discusse con il proprio medico o con il nutrizionista, valutando il caso specifico.

  • Verdure di stagione, poco condite e preferibilmente crude - almeno due porzioni al giorno. Le patate non sostituiscono la verdura, ma pane e pasta;
  • Frutta, meglio se di stagione e non troppo zuccherina;
  • Sughi semplici, per esempio a base di pomodoro fresco e basilico;
  • Legumi;
  • Cereali (orzo, farro, etc);
  • Olio extravergine di oliva (in quantità moderata);
  • Speziearomi naturali;
  • Carni magre;
  • Latte scremato o parzialmente scremato;
  • Ricotta vaccina, formaggi magri, yogurt magro;
  • Un po’ di parmigiano sulla pasta si può mettere, ma anche in questo caso senza esagerare;
  • Uova,  non più di uno o al massimo due a settimana, preferibilmente sode o alla coque;
  • Pesce, soprattutto quello azzurro: va bene anche surgelato. Se si usa tonno in scatola, scegliere quello al naturale;
  • E per chi è goloso? Il gelato va bene, soprattutto se è alla frutta: ovviamente sempre in quantità moderate. Vanno bene anche le torte semplici fatte in casa, ma senza grassi e creme. Chi non sa rinunciare al cioccolato, può scegliere il fondente; non è vietate aggiungere un cucchiaino di cacao nel latte. Sì anche alla marmellata, ma senza zuccheri aggiunti;
  • Tè, caffé, orzo e tisane (senza dolcificare troppo);
  • Pane e pasta? Sì: ma meglio di farina integrale.

 

Proprietà e valori nutrizionali del pane integrale

 

Colesterolo alto e alimentazione: cosa dovresti evitare

Cosa sarebbe meglio evitare per seguire una dieta che salva dal colesterolo:

  • Tutti gli alcolici, compresi vino e birra;
  • Burro, margarina, strutto e oli di semi vari;
  • Maionese;
  • I condimenti troppo elaborati;
  • I piatti pronti, spesso troppo ricchi di grassi;
  • Crema di formaggio;
  • Carni grasse;
  • Insaccati, soprattutto quelli più grassi. Va però bene, ogni tanto, il prosciutto crudo, se privato del grasso;
  • La maggior parte dei formaggi; per esempio pecorino, asiago, provolone stagionato, gorgonzola, taleggio, caciocavallo, groviera, robiola, panna, mascarpone, yogurt intero;
  • Molluschi, crostacei e pesce grasso come, per esempio, l’anguilla;
  • Panna;
  • Merendine, cornetti, dolci troppo elaborati, creme, cioccolatini farciti;
  • Bibite e bevande zuccherate;
  • Fritture.

 

Colesterolo alto: l’attività fisica

Se parliamo di alimentazione e colesterolo non possiamo non accennare anche al discorso dell’attività fisica. Se aumentiamo il dispendio energetico è possibile fare qualche rinuncia in meno a tavola. A chi ha il colesterolo alto, solitamente si consiglia un’attività fisica di tipo aerobico, almeno tre volte a settimana. Il tipo e la durata del singolo allenamento dipendono dalle condizioni di salute e dall’età della persona.

Per esempio, un uomo o una donna di 30/ 40 anni in buono stato generale di salute potrà dedicarsi a 20/ 30 minuti di jogging, mentre chi ha 60 anni potrà optare per passeggiate veloci della durata di 30 minuti circa. Tipologia e durata dell’allenamento andrebbero preferibilmente consigliati da un medico.

 

Scopri di più su come abbassare il colesterolo

 

 

Per approfondire:
> I cibi anticolesterolo, quali sono e quali evitare

 

Immagine | justinwdavis

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: