Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

AFFRONTARE I PICCOLI DISTURBI INVERNALI CON IL CIBO

Con l'arrivo del freddo compaiono i tipici disturbi invernali: raffreddore, tosse e febbre. Una corretta alimentazione e qualche semplice associazione alimentare ad effetto immediato ci permettono di superare velocemente la sintomatologia che li accompagna

L'arrivo del freddo porta con sè i tipici disturbi invernali. Non tutti risentono allo stesso modo dello sbalzo termico, ma quelli che lo accusano vanno incontro più facilmente di altri a raffreddore, tosse e febbre.

L'organismo ha una propria capacità di autoguarigione che lo porta a risolvere in modo naturale una sintomatologia, fra cui quelle che si manifestano nel periodo invernale. E' importante quindi non "sopprimere" il sintomo con una terapia farmacologica, a meno che non sia strettamente necessaria, bensì accompagnare il corpo verso una guarigione più spontanea e naturale. Gli alimenti di cui ci nutriamo in questa fase sono molto rilevanti.

Bisogna evitare gli alimenti ad azione pro-infiammatoria come zucchero raffinato, latte e derivati, carne rossa e cibi già pronti, preferendo cereali integrali, legumi, frutta e verdura di stagione.

La febbre è uno dei principali meccanismi difensivi dell’organismo e non rappresenta una malattia ma un sintomo. Ecco due semplici preparazioni che vengono in nostro aiuto:

  • Tisana aglio e limone: si mette un limone intero biologico in un pentolino insieme ad uno spicchio di aglio biologico non sbucciato. Si coprono d’acqua, si portano ad ebollizione e si lasciano bollire per 7 minuti. Si beve la tisana ottenuta, tiepida o fredda, senza zuccherare. Questa tisana sfrutta l’azione congiunta di aglio e limone. L’aglio è dotato di una forte azione antibatterica grazie al suo contenuto in allicina e solfuro di allile. Il limone, oltre a vitamine, sali minerali e oligoelementi, nella sua scorza è ricco di oli essenziali: limonene, canfene, fellandrene, pinene e terpene con spiccata attività antibiotica, antivirale, antisettica e balsamica. Ottima in caso di febbre e sindromi da raffreddamento, può essere bevuta ogni quattro ore in caso di sintomatologia acuta, mentre a scopo preventivo una volta al giorno per tre giorni.
  • Minestrina all’aglio: si schiaccia uno spicchio di aglio intero e si fa rosolare in olio extravergine di oliva. Quando diventa dorato si aggiunge acqua mantenendo il fuoco al massimo e si fanno cuocere 50g di pastina. A fine cottura si aggiungono prezzemolo, peperoncino e un cucchiaio di parmigiano reggiano. Questa minestrina svolge un’azione antibatterica e antivirale e sfrutta, oltre alle proprietà dell’aglio, quelle degli altri ingredienti. Il peperoncino contiene la capsaicina, responsabile del sapore piccante e dell’azione antinfiammatoria e decongestionante.

 

Scopri anche le proprietà e i benefici dell'olio essenziale di aglio

 

Il prezzemolo contiene ferro, calcio e vit. C insieme a oli essenziali, carotenoidi e flavonoidi. Il parmigiano è ricco di sali minerali.

Il suo uso è sconsigliato a portatori di danni renali per via del peperoncino e a chi è affetto da allergie respiratorie o asma per il parmigiano.

Anche la tosse rientra fra i sintomi.

  • Decotto di fichi secchi: si fa bollire in una tazza di acqua fredda 5 fichi secchi per 7-8 minuti e si beve tiepido. Ha un’azione mucolitica e sedativa della tosse, fluidifica il catarro e induce il sonno. L’azione fluidificante dei fichi secchi è dovuta al loro contenuto in mucillagini. Sono inoltre ricchi di ferro e sali minerali, utili per reintegrare individui stanchi e disidratati.
  • Tisana di Camomilla, Limone e Miele: si fanno bollire in 250ml d’acqua il contenuto di una bustina di camomilla e la buccia di un limone intero per dieci minuti. Si filtra il decotto e si aggiunge un cucchiaio di miele preferibilmente biologico. La camomilla ha un’azione antiflogistica grazie al contenuto in azulene, insieme all’azione antispastica dell’apigenina e a quella sedativa dei flavonoidi. Il miele è un alimento complesso, fra i suoi componenti troviamo zuccheri, acidi (gluconico, citrico, malico, lattico, butirrico), sali minerali, vitamine, tannini, enzimi e aromi dei fiori. Contiene inoltre la propolis dalla nota azione battericida e batteriostatica, il cui unico limite è la notevole capacità allergizzante. Attenua le irritazioni alla gola ed è ricostituente e antianemico.  La tisana può essere impiegata come un normale sciroppo per tutti i tipi di tosse.

Fra le preparazioni alimentari non compare il classico latte caldo”, un rimedio utile ai tempi delle nostre nonne quando era appena munto, ma non oggi.

Il latte infatti lo troviamo in commercio con proprietà nutrizionali diverse da quelle che presenta all’origine per via delle trasformazioni subite nell’industria alimentare e dell’effetto irritante delle sue proteine: le caseine.

Il vantaggio dei rimedi esposti è quello di avere un effetto immediato e di non presentare particolari controindicazioni. Cominciamo a beneficiare del cibo anche per i piccoli disturbi invernali!

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: