Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

VIRTÙ E PROPRIETÀ CURATIVE DELLE ERBE AROMATICHE

Usiamo le erbe aromatiche quotidianamente in cucina. Vediamo allora quali sono le loro proprietà curative

In cucina quotidianamente per aromatizzare i nostri piatti utilizziamo le erbe aromatiche; alcune le preferiamo per la loro profumazione e altre per il gusto, alcune si accompagnano meglio con la carne altre con il pesce e sughi in genere.

Ma al di fuori della cucina queste erbe hanno proprietà eccezionali per la nostra salute.

In genere le più comuni sono prezzemolo, rosmarino, salvia, timo, basilico. Vediamo ora le loro proprietà curative.


Il Rosmarino

Il Rosmarinus officinalis è una pianta sempre verde con foglie sottili e appuntite molto somiglianti agli aghi di pino, abbastanza resistente, che può raggiungere anche i due metri di altezza. Ha una profumazione fresca, con sottili sfumature dolci e soavi, generalmente in cucina viene usato per aromatizzare arrosti.

 

Le proprietà curative

Il Rrsmarino è un disintossicante generale, rinforza il muscolo cardiaco, la circolazione, stimola l’asse epatico-biliare e i reni, ha proprietà analgesiche, antiinfiammatoria, antisettica, espettorante, antidepressive, aiuta la digestione, molto utile anche per rinforzare la memoria. Per la depurazione si possono preparare delle tisane da bere durante la giornata non più di 2 tazze al giorno, oppure usare una tisana come digestivo in caso di peso allo stomaco dopo il pranzo.

Il rosmarino è molto usato in aromaterapia, come profumazione dell’ambiente,per dare una sferzata di energia al nostro organismo, come antisettico per le vie respiratorie, come tonificante. Si possono preparare oleoliti, da usare in caso di dolori articolari o reumatismi oppure usare l’olio di Ipperico con qualche goccia di O.E di rosmarino massaggiando la parte dolorante.

In commercio troviamo preparazione di acqua di rosmarino o idrolato che può essere usato come tonico per il viso, e per il corpo. Inoltre usato ogni giorno fresco nella nostra alimentazione quotidiana, aiuta a stimolare il fegato, contiene ferro, regolarizza la pressione. Da non usare in gravidanza.


La salvia

La salvia si presenta come un arbusto sempre verde può raggiungere al massimo 70cm di altezza, le foglie sono lunghe ed affusolate con un consistenza spessa e dura, ha una durata di circa 5 anni. Si usa in cucina per aromatizzare primi e secondi piatti. È una pianta conosciuta fin dalle antichità per le sue proprietà salutari, alcuni popoli credevano che addirittura potesse resuscitare i morti per veniva usata nei riti magici.

Le proprietà curative

La salvia ha proprietà antinfiammatorie, balsamiche, espettoranti, digestive; inoltre è in grado di alleviare le sindromi mestruali dolorose e alcuni disturbi della menopausa, e per questi motivi viene chiamata “estrogeno naturale”; dà buoni risultati nelle ritenzioni idriche, reumatismi, emicranie, gengiviti ed ascessi. Lo troviamo spesso anche nelle preparazioni dei dentifrici. È un ottimo sbiancante anche usando la foglia fresca di salvia direttamente sui denti.

La salvia è controindicata nelle patologie nervose, nelle donne in gravidanza e durante l’allattamento; come tisana è possibile usarla ma solo per brevi periodi, e non usarla in recipienti o pentole di ferro. Molta attenzione va posta nell’uso dell’olio essenziale che potrebbe risultare pericoloso per chi ha patologie nervose. 

 

Scopri le proprietà e la ricetta della tisana alla salvia


Il Timo

Il timo ( thymus vulgaris) è una pianta aromatica molto usata in cucina per insaporire carni e pesci e verdure. È alta fino a 40 cm, fiorisce in marzo e viene raccolta nel pieno della sua fioritura.

Le proprietà curative

Il timo è una pianta ricca di proprietà antisettiche, depurative, antispasmodiche, digestive e balsamiche. Il suo principio attivo è il timolo, ma contiene anche calcio, magnesio, potassio, manganese. È un ottimo antisettico delle vie aeree e bronchiali, si possono fare infusi in caso di tosse, influenza, raffreddore, bronchiti, asma, ma anche gargarismi in caso di tonsillite e raucedine si possono bere 2- 3 tazze al giorno ma soprattutto una tazza calda dolcificata con miele prima di andare a dormire aiuta molto a sciogliere le secrezioni bronchiali.

Può alleviare il mal di testa, la tisana può essere usata come digestivo, in caso di inappetenza. In caso di indigestione invece lasciare in infusione per circa 5 minuti, 2 grammi di foglie, filtrare e bere dopo il pasto. In caso di tosse secca, oltre alla tazza di infuso da bere prima di andare a dormire possiamo usare 3 gocce di O.E. in un diffusore durante la notte che purifica l’aria dai germi, aiuta a sciogliere le secrezioni bronchiali ed è anche un ottimo tonico.

 

Il basilico

Il basilico è una pianta annuale che ama il clima mediterraneo e non sopporta le temperature al di sotto dei 10°, ha un aroma inteso e piacevole viene utilizzato molto in cucina, preferibile usarlo fresco perché essiccato perde tutto il suo aroma.

Le proprietà curative

Il basilico è ricco di minerali, vitamine e aminoacidi. Alcuni studi eseguiti in India, hanno dimostrato che il succo di basilico concentrato e prodotto in compresse, riduce il gonfiore articolare nelle artriti ed abbassa il dolore dell’articolazione, inoltre usato come infuso si rivela un ottimo digestivo, viene usato anche nei casi di ansia o insonnia, rafforza il sistema nervoso, utile nella tosse, bronchiti, asma. Aumenta la produzione di latte nel periodo dell’allattamento.

 

Il prezzemolo

Il prezzemolo è una pianta molto apprezzata in cucina, appartiene alla famiglia delle ombrellifere o Apiaceae, la troviamo in quasi tutti gli orti, ed è biennale nel senso che al secondo anno dopo la fioritura muore. Non sopporta le temperature molto basse.

Le proprietà curative

Il prezzemolo contiene molte vitamine: A, B1, B2, B3, B5, B6, C, E, K e J, aminoacidi e flavonoidi. Usato crudo sugli alimenti aiuta molto la digestione, l’eliminazione di gas intestinale, ottimo diuretico, aiuta la circolazione e il suo apporto di vitamina C aiuta a prevenire il diabete, asma, arteriosclerosi, aiuta molto nei disturbi legati al ciclo mestruale.

Si possono fare cataplasmi in caso di ecchimosi o contusioni In gravidanza, nelle malattie renali, o epatiti croniche è consigliabile contenere l’uso o addirittura evitarlo.

 

Con queste piante puoi creare una spirale di erbe aromatiche, scopri come

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: