Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

TOSSE DA REFLUSSO, RIMEDI NATURALI IN AIUTO

Per combattere la tosse da reflusso bisogna prima di tutto liberarsi dalla sua causa. Vediamo quali rimedi naturali possono essere d’aiuto

La tosse non è solo un sintomo caratteristico dei disturbi influenzali e/o delle alte vie respiratorie; può avere anche altre cause. 

La tosse è uno dei sintomi di reflusso gastroesofageo; in tal caso, per combatterla, occorre principalmente risolvere il problema alla radice.

 

Rimedi naturali contro la tosse da reflusso

Di seguito alcuni rimedi naturali che aiutano a combattere il reflusso esofageo e, di conseguenza, la tosse da reflusso.

  • Evitare il fumo di sigarette. Se fumate questo è il primo rimedio della lista. Il fumo, infatti, non solo aumenta l’irritazione della mucosa gastrica ma è anche, di per sé, una delle principali cause di tosse.
  • Dormire nella posizione giusta, cioè con cuscino alto dietro la schiena in modo da mantenere un angolo di circa 30 gradi. In questo modo si previene la risalita del contenuto gastrico durante il riposo e la conseguente tosse. In generale, comunque, questa è una posizione che aiuta anche in caso di tosse dovuta ad altre cause.
  • Non coricarsi subito dopo i pasti, ma attendere almeno due o tre ore.
  • Seguire una corretta alimentazione. In caso di reflusso gastroesofageo è importante fare attenzione a ciò che si mangia e a come si mangia. L’ideale sarebbe riuscire a suddividere il consumo di cibo in cinque pasti leggeri per non appesantire l’apparato gastrointestinale, e masticare molto bene. Andrebbero evitati tutti gli alimenti molto grassi e/o troppo elaborati; dolci e altri cibi ricchi di zuccheri semplici; fritture e piatti troppo speziati. È consigliabile, inoltre, limitare il consumo di alcolici e cioccolato, in quanti facilitano il reflusso; di caffè, limoni, arance e succo di pomodoro perché irritano la mucosa esofagea. Sono, al contrario, alimenti da preferire: la verdura di stagione, i cereali soprattutto integrali e semi-integrali, la frutta secca, soprattutto le mandorle che hanno buone qualità alcalinizzanti.
  • Tenere sotto controllo il peso corporeo. Sovrappeso e obesità favoriscono il reflusso esofageo. Per tenere sotto controllo il peso è importante seguire un’alimentazione bilanciata e svolgere una costante e regolare attività fisica.

 

Mal di gola da reflusso: come curarlo?

 

Che cos’è il reflusso gastroesofageo

Il reflusso gastroesofageo è un disturbo dovuto alla risalita del contenuto gastrico nell’esofago per alterazione del meccanismo preposto alla continenza gastroesofagea. È una condizione piuttosto frequente; ne soffre, infatti, il 5/10% della popolazione.

I sintomi più comuni sono rigurgito, bruciore, dolore e tosse; talvolta può causare asma bronchiale e vomito. In alcuni casi può generare una sintomatologia importante e, anche se raramente, condurre a lesioni gravi e irreversibili. Nel 15/20% dei casi il reflusso gastroesofageo si associa a ernia iatale.

Se gli episodi di reflusso sono contenuti per numero e durata non c’è da preoccuparsi; il reflusso esofageo, infatti, durante e subito dopo i pasti può essere considerato un fenomeno fisiologico. Se il problema persiste è però importante rivolgersi al proprio medico.

Il reflusso gastroesofageo è molto comune nei neonati per via dell’alimentazione esclusivamente liquida, perché stanno spesso in posizione sdraiata e perché il cardias non è ancora maturo. Dunque, anche nei neonati una tosse persistente può essere dovuta a reflusso. Nella maggior parte dei casi il problema si risolve spontaneamente con la crescita e il passaggio all’alimentazione solida.

 

Come funziona l'agopuntura per il reflusso gastroesofageo

 

Per approfondire:

> Tosse curata con la fitoterapia

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: