Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

COMBATTERE LA STITICHEZZA CON I SEMI DI LINO

A volte il nostro intestino si addormenta. Dobbiamo quindi aiutarlo con alcuni rimedi che non ne irritino la flora batterica. Vediamo come usare i semi di lino contro la stitichezza

Quando si soffre di stitichezza inevitabilmente si ricorre all’uso di lassativi, il cui uso, soprattutto se prolungato, può irritare la flora intestinale e provocare infiammazioni fastidiose, gonfiori, disbiosi.

I semi di lino non sono da considerarsi lassativi, ma emollienti intestinali che ne regolano la motilità. Infatti a contatto con l’acqua rilasciano delle mucillagini che ammorbidiscono le feci e ne aumentano il volume. In questo modo l’intestino pigro riattiva la peristalsi e consente la defecazione.

I semi di lino per questa loro proprietà svolgono un’azione lenitiva e rinfrescante della flora intestinale e possono essere utilizzati anche per tempi prolungati senza effetti indesiderati o dipendenze funzionali.

 

I benefici dei semi di lino

I semi di lino sono una fonte preziosa di proteine, mucillagini, vitamine del gruppo B, vitamina E e F, e minerali. Oltre a regolare l’attività intestinale, depurano e purificano l’organismo anche a livello cellulare e stimolano il sistema immunitario, la loro proprietà emolliente e disinfiammante è utile anche per contrastare infezioni come la cistite. Il suo olio ricco di acidi grassi essenziali (Omega 3, 6 e 9) regola la produzione di colesterolo.

 

Mai inseriti i semi di lino nella dieta? Ecco 5 ricette da provare

 

Come assumere i semi di lino

È bene tenere presente che l’effetto dei semi di lino non è immediato: la sua azione regolatrice può innescarsi anche dopo tre giorni dalla prima assunzione. Esistono varie modalità per introdurre i semi di lino, in base anche al grado di stipsi da contrastare.

 

Decotto di semi di lino

Preparazione e uso: 4 o 5 cucchiaini di semi spezzettati in ammollo in acqua calda. Li si lascia macerare per circa 20 minuti, si filtra e si assume la bevanda da 1 a 3 volte al giorno. È indicato per rinfrescare e disinfiammare l'intestino e sbloccarne il ristagno.

 

Semi di lino schiacciati e polverizzati

Preparazione e uso: da assumere direttamente (1-2 cucchiai) a cui far seguire un bicchiere d’acqua abbondante. 

Per normalizzare con gradualità la funzionalità intestinale i semi di lino schiacciati e polverizzati possono essere aggiunti allo yogurt, nelle minestre, o alle insalate. Solo schiacciati possono essere mischiati allo yogurt o in insalata, per depurare l'organismo e stimolare il sistema immunitario.

 

Stitichezza cronica, come combatterla?

3 ricette contro la stitichezza

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: