Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

INSONNIA DA ANSIA, CURALA CON I RIMEDI NATURALI

Ecco tra piante, alimenti, esercizi e oli, qualche rimedio naturale per aiutare a combattere la temuta insonnia da ansia

Si dorme magari un po' sul divano, il sonno arriva senza fatica quando la mente è distratta dal film della serata che rimane a cullarla in sottofondo; ma ecco che quando c'è da infilarsi sotto le coperte del letto tutto cambia: si parte con le migliori intenzioni, ma è lì in agguato, è l'insonnia.

Ci si rigira più e più volte, si cambia posizione, ci si alza per bere, per fare la pipì, per prendere il fazzoletto: ogni scusa è buona per chiamare a sè Morfeo, ma non arriva.

Allora non rimane che contare le ore, cercando di mettere in pratica tutti quegli insegnamenti, come meditazione, respiro, focalizzazioni rilassanti, sperando nel miracolo. Ma niente.

L'ansia porta con sé una valanga di pensieri che è dura fermare, l'ostacolo comune diventa una montagna insormontabile.

Quando sopraggiunge poi il terrore di passare una prossima intera giornata all'insegna della distruzione fisica e mentale causata dalla privazione di ore di sonno, ecco che appare chiara la necessità di ricorrere a rimedi naturali.


Le cause e i rimedi naturali contro l'insonnia da ansia

L'insonnia è un disturbo comune che consiste nell'incapacità di addormentarsi o nel sovvertimento dei normali ritmi del sonno.

Le cause sono spesso stress, ansia, depressione, ma anche abuso di sostanze eccitanti, farmaci o alcool, dolore fisico, allergie alimentari, disturbi ambientali, menopausa, disfunzioni tiroidee e il russamento abituale associato alla presenza di apnee notturne.

Vi sono vari rimedi naturali che possono aiutare a calmare gli stati d'ansia che causano insonnia, eccone alcuni.

 

Leggi anche Il tiglio contro l'insonnia >>

 

Alimentazione sedativa

Per alimentazione sedativa si intende il cucinare, ovviamente in modo leggero e in giuste dosi, tutti quegli alimenti che contribuiscono a regolare il sistema nervoso centrale; tra questi, un posto di primo piano merita il riso, che, secondo le più recenti scoperte, cucinato in modo leggero a cena, aiuterebbe qualche ora dopo a prendere sonno.

Altri alimenti rilassanti sono: zucchine, fagiolini, pesto (senza aglio se risulta pesante da digerire), patate bollite e condite con olio, sale e prezzemolo, macedonia di frutta accompagnata da pinoli o mandorle, mele e cannella bollite.

 

Piante officinali

Vi sono diverse piante officinali note da tempo che possono coadiuvare negli stati d'ansia e di insonnia, rilassando il sistema nervoso, muscolare e circolatorio; tra queste la più famosa e utilizzata resta la valeriana. Questa si può assumente sotto varie forme: tisana o infuso, compresse naturali di valeriana, tintura madre, gocce; sono le sue radici ad avere proprietà sedative, rilassanti e ipnoinducenti, in quanto contengono sostanze come oli essenziali, flavonoidi e alcaloidi che riducono il tempo necessario per addormentarsi e migliorano la qualità del sonno.

Altre piante indicate a migliorare la qualità del sonno e favorire l'addormentamento sono: la melissa (ottima in caso di irritabilità, stanchezza eccessiva, nervosisimo), la passiflora (sedativa e ansiolitica, calma il senso di angoscia), il biancospino e il tiglio, contro palpitazioni e tachicardia, l'escolzia e il luppolo.

 

Fiori di Bach

I principali Fiori ideali per combattere ansia e insonnia sono Hornbeam, White Chestnut, Impatients, Walnut, Agrimony e Red Chestnut e vengono associati alle diverse forme di insonnia.

 

Oli essenziali

Gli oli essenziali impiegati nella cura dell'insonnia, oltre a facilitare il sonno e mantenerlo prolungato, ne migliorano la qualità, svolgendo un'azione armonizzante generale.

Si usano in aromaterapia, sia per diffusione ambientale (1 goccia per mq della stanza da letto), attraverso bagni rilassanti (10 gocce nella vasca da bagno) o applicati mediante massaggi aromaterapici (5-7 gocce in un olio vegetale).

Tra i più consigliati occupa un posto di primo piano l'olio essenziale di lavanda, ideale anche per i bambini, l'olio di bergamotto e l'olio di basilico

 

Esercizi fisici

Fare esercizio è importante, ma attenzione a non fare esercizi aerobici o stimolanti in tarda serata se soffrite di insonnia, in quanto gli ormoni che entrano in circolo possono disturbare il sonno.

Meglio dedicarsi a pratiche rilassanti, come lo yoga, il tai-chi, ginnastica dolce, training autogeno ed esercizi di respirazione, da praticare possibilmente entro le 20 di sera.

 

Ansia notturna? Ecco cosa fare

 

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: