Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

LAVAGGI NASALI, QUANDO E COME FARLI

I lavaggi nasali sono un rimedio naturale semplice quanto efficace, contro il raffreddore e altri problemi delle vie aeree, vediamo come e quando farli.

I lavaggi nasali aiutano a prevenire e risolvere il raffreddore, un male di stagione molto antipatico che può compromettere, anche in maniera significativa, la respirazione. Di per sé non è un disturbo grave ma, soprattutto nei bambini piccoli e nei soggetti più deboli, può complicarsi in problemi più fastidiosi quali otite e bronchite.

I lavaggi nasali sono molto utili anche in caso di tosse, soprattutto quando è presente catarro.

 

Lavaggi nasali, quando farli

A scopo terapeutico, bisognerebbe fare i lavaggi nasali un paio di volte al giorno, preferibilmente al mattino e alla sera prima di andare a dormire.

Se due volte al giorno risulta troppo complicato e/o fastidioso, è consigliabile eseguire l’igiene nasale almeno una volta nelle 24 ore, poco prima di andare a letto, per migliorare la qualità della respirazione notturna e quindi il riposo.

I lavaggi nasali sono molto utili anche a scopo preventivo. Soprattutto nei mesi più freddi, quando le affezioni delle vie respiratorie sono particolarmente frequenti, è consigliabile farli spesso, per esempio a giorni alterni.

 

Leggi anche 5 rimedi top per curare il raffreddore >>

 

Lavaggi nasali, come farli

In commercio ci sono numerosi prodotti pronti per l’igiene nasale a base di soluzione fisiologica o di acqua di mare. Sono efficaci, però possono essere antieconomici ed antiecologici; il prezzo, infatti, è spesso piuttosto elevato, considerato che si possono fare lavaggi nasali, altrettanto efficaci, con molto meno, sia in termini di spesa, sia di plastica e altri materiali di scarto.

Per fare i lavaggi nasali sono sufficienti una comune soluzione fisiologica e una siringa. Non è necessario utilizzare grossi quantitativi di liquido, soprattutto quando non si è abituati e potrebbe risultare fastidioso.

Praticamente, si può fare in questo modo: prelevare 5 cc di soluzione fisiologica con una siringa, togliere l’ago e spruzzare la fisiologica in una narice; rimettere l’ago alla siringa, prelevare altri 5 cc di soluzione fisiologica, togliere nuovamente l’ago e trattare l’altra narice, tenendo la testa inclinata verso il lato opposto rispetto a quello della narice che si sta lavando. Questo è il metodo più semplice, adatto anche ai principianti.

La soluzione fisiologica, una volta aperta, va conservata in frigorifero; occorre, quindi, ricordarsi di tirarla fuori una mezz’oretta prima di procedere ai lavaggi nasali, in modo che non sia eccessivamente fredda.

 

I lavaggi nasali con la pratica Jala Neti

Un altro sistema per fare i lavaggi nasali è quello che si serve della pratica dello Jala Neti. Se vuoi provare ti servirà una lota, un recipiente provvisto di becco che somiglia molto a una teiera. La lota va riempita con soluzione fisiologica. Si procede in questo modo:

> Sporgersi leggermente in avanti con la testa inclinata dalla parte opposta rispetto alla narice che si vuole trattare. Poggiare il beccuccio della lota sulla narice in modo che occupi tutta la cavità;

> respirare con la bocca;

> versare l’acqua nella narice in modo da farla scorrere attraverso i seni nasali e defluire completamente dall’altra narice;

> Ripetere le operazioni con l’altra narice;

Per fare correttamente i lavaggi nasali è importante inclinare correttamente il capo, altrimenti potrà capitare che l’acqua scenda nella gola oppure esca dalla bocca.

 

La doccia nasale

La doccia nasale è un’altra soluzione per una corretta igiene del naso.

Si tratta di un dispositivo che consente di eseguire i lavaggi nasali con soluzione fisiologica e/o medicinali. Produce un getto di soluzione micronizzata che consente di liberarsi di muco e batteri. Il meccanismo di funzionamento è lo stesso di un aerosol.

 

Leggi anche Alimenti contro il raffreddore >>

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: