Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

DEPURAZIONE E DETOSSINAGGIO DELL'ORGANISMO

E' importante considerare il processo di disintossicazione come un'opportunità per imparare a conoscersi, prendere coscienza del fatto che il processo di disintossicazione riguarda sia il corpo che la mente.

Depurare e disintossicare il corpo significa eliminare le tossine, cioè tutte quelle sostanze nocive per il nostro corpo che derivano dagli alimenti o che si producono nei processi digestivi. Molti pensano che sia necessario depurare il corpo solo quando si manifestano gravi disturbi. In realtà il mantenimento di un corpo sano e disintossicato è di vitale importanza proprio per evitare l’accumulo di tossine che portano inevitabilmente all’insorgenza di malattie.

Tutto funziona bene fintanto che la quantità di tossine introdotta è pari a quella espulsa. Quando le tossine introdotte anche con un’alimentazione inadeguata, scorretta o eccessiva diventano maggiori di quelle espulse, queste sostanze di depositano nei tessuti e liberano radicali liberi che portano ad uno stress ossidativo. Questa condizione è sicuramente la più pericolosa per il nostro organismo.

È possibile quantificare lo stato di intossicazione del nostro corpo attraverso il test di determinazione dei radicali liberi nel sangue. E’ pertanto consigliabile mantenere la giusta alimentazione cambiando le nostre abitudini quotidiane.

Tutto questo si tradurrà in un miglioramento generale, interno ed esterno; la peristalsi intestinale migliorerà e ci sarà una abbassamento dello stress ossidativo indice della diminuzione dei radicali liberi, l’eliminazione dei liquidi in eccesso ecc.. con relativo calo del peso corporeo e diminuzione della circonferenza vita e quindi della taglia.

L’organismo si rafforzerà perché non sarà più sovraccaricato dal compito di espellere tossine in eccesso e sarà più reattivo nei confronti delle patologie.

All’inizio quindi opteremo per una cura disintossicante, dimagrante e ipocalorica per migliorare il funzionamento dell’organismo per mantenere poi i risultati ottenuti.

Quindi possiamo dire che si mangia per vivere e disintossicarsi significa rimanere in salute. Cambiare piano piano il nostro regime alimentare è necessario per sentirsi più leggeri, più forti e più felici.

 

Come iniziare a depurarsi e disintossicarsi?

E' importante considerare il processo di disintossicazione come un'opportunità per imparare a conoscersi, prendere coscienza del fatto che  riguarda sia il corpo che la mente.

A livello fisico per disintossicarsi si deve cominciare evitando tutto ciò che l'organismo non richiede o non può usare per il suo sostentamento e per il suo stato di salute.

La disintossicazione deve prevedere: bere giornalmente almeno 1 lt. di acqua con residuo fisso possibilmente basso.

 

Ma cosa significa il termine "detox"?

 

Quali rimedi usare?

Sicuramente questo è il periodo giusto per disintossicarsi e per depurare il nostro organismo da scorie e tossine è bene aiutare i nostri organi emuntori principali reni-intestino-fegato.

Utilizziamo sicuramente l’alimentazione facendo qualche giorno a base di centrifugati per esempio:

> Al mattino: centrifuga con 1 mela, 2 carote e ½  limone

> A pranzo: centrifuga con 1 mela, 2 carote ½ limone,½ finocchio e 1 gambo di sedano

> Al pomeriggio: centrifuga con 1 mela, 2 carote e ½ limone.

Se non amiamo particolarmente i centrifugati possiamo optare per qualche giorno a base di frutta bio di stagione (in particolare mele) e verdura bio e di stagione.

Se abbiamo davvero esagerato nell’ultimo periodo si può anche pensare di fare una giornata di digiuno che aiuti i nostri organi affaticati dalla digestione a recuperare del tempo prezioso per fare altri tipi di lavori.

Insieme all’alimentazione si possono introdurre tisane depurative a base di zenzero, anice, liquirizia, finocchio, bardana, carciofo, tarassaco, carciofo e rosmarino,, ecc..

Oppure utilizzare rimedi fitoterapici di drenaggio epatico e riequilibrio della flora batterica intestinale come il NAC e la vit.C , probiotici specifici sia per la pulizia intestinale che per il ripristino della flora batterica.

Curare la pulizia intestinale avvalendosi dell’utilizzo dell’enteroclisma che aiuti ”dal basso” l’eliminazione dei residui fecali e quindi delle scorie, questo soprattutto per le persone che soffrono di stitichezza e tendono perciò a trattenere molte più tossine e scorie.

Possiamo aiutare anche nostri reni e l'apparato urogenitale, se non ci sono problematiche, anche solo con il classico bicchiere di acqua e limone oppure con l’aiuto di piante quali betulla, pilosella, piscidia, ononide, equiseto.

 

Dieta disintossicante, come funziona?

 

Per approfondire:
> I funghi medicinali disintossicanti: quali e quando usarli

> Le proprietà depurative del sedano rapa

> Fegato: anatomia, disturbi e cure naturali

> Intestino: anatomia, disturbi e cure naturali

 

Immagine | Flickr

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: