Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

ARGILLA CONTRO I DOLORI ARTICOLARI

L'argilla è uno dei rimedi più indicati per i dolori articolari e per tanti altri usi. Andiamo a conoscere come preparare un impacco all'argilla e quando utilizzarlo.

L’argilla è un materiale inorganico ricca di tanti minerali in particolare silicati ed ha una grande capacità di assorbenza con una precisa struttura cristallina.

Sino dal antichità l’argilla era riconosciuta come rimedio naturale e già gli Egiziani, i Greci e i Romani utilizzavano l’argilla a scopo principalmente per l’effetto ringiovanente sul corpo e successivamente dal '900 l’argilla ha avuto una più larga diffusione come rimedio terapeutico per la salute.

 

Proprietà dell’argilla

L’argilla è un forte rimineralizzante che quindi è consigliata contro l’osteoporosi ma anche in caso di fratture e disturbi articolari.

Ha capacità assorbenti e antitossiche veramente eccellenti oltre ad essere un'antisettica e un rimedio battericida naturale che contrasta la proliferazione batterica nel corpo.

L’argilla stimola la coagulazione del sangue e quindi aiuta per la cicatrizzazione dei tessuti sia interni, come nel tratto gastrointestinale, che esterni, sopratutto per risanare e guarire la pelle in caso di lesioni, irritazioni, scottature e altri problemi all’epidermide.

L’argilla ha forti proprietà antinfiammatorie e antidolorifiche che agiscono a livello termico assorbendo il calore in eccesso provocato appunto quando dall’infiammazione in atto e questo automaticamente attenuando anche il dolore percepito nella zona di applicazione. Questa è la principale attività dell’argilla per combattere i problemi articolari e infiammatori.

 

Leggi anche Argilla, 6 usi interni ed esterni >>

 

Trattamento interno ed esterno d’argilla

L’uso dell’argilla per uso interno è trattamento che deve essere ben conosciuto per non incorrere nell'eccessiva assunzione di particelle solide di argilla. Questo uso interno è comunque un ottimo rimedio che diventa veramente di aiuto in caso di problemi digestivi, aerofagia e meteorismo, stipsi e coliti oltre a gastriti ed ernia iatale.

In queste situazioni l’argilla viene messa in acqua e lasciata a sedimentare per una notte per poi bere successivamente il liquido nel quale saranno dispersi i sali minerali e i preziosi principi attivi utili per il benessere del nostro organismo.

L’uso dell’argilla sotto forma di impacco esterno viene utilizzato per numerosi problemi della pelle come dermatiti, pulizia del viso contro l’acne o per le scottature e le piccole irritazioni dell’epidermide ma anche per ascessi di vario genere, la cellulite, la forfora e i capelli grassi.

A livello più profondo agisce anche in caso di piedi e arti inferiori stanchi, gonfiati e pesanti.
Ora veniamo al punto essenziale, l’argilla viene utilizzata per il trattamento dei dolori articolari e ha ottimi effetti sia dal punto di vista della riduzione del dolore ma anche sui tempi di risoluzione del problema.

 

Uso dell’argilla contro dolori articolari

Questi dolori articolari sono un disturbo che colpisce sia donne che uomini e l’effetto principale è quello di ridurre la capacità motoria di un determinato arto o zona del corpo dovuto proprio alla sensazione di dolore che viene provata in tale parte del corpo.

Solitamente le zone più colpite sono i piedi e le dita delle mani, la zona della cervicale e delle spalle ma anche le ginocchia e a volte parti della schiena. L’origine del dolore articolare può avere diverse cause come ad esempio quando siamo influenzati e abbiamo preso nel periodo invernale sbalzi termici oppure troppa umidità e freddo.

Alcune patologie e disturbi come l’artrosi, l’artrite, le borsiti e i traumi alle articolazioni sono altre cause che originano il dolore articolare. Questa sensazione dolorosa è data molto spesso dall’infiammazione dei tessuti ed è importante stabilire a quale livello di infiammazione siamo per poter quindi intervenire. 

L’argilla viene usata in questo caso con la preparazione di un impacco da posizionare a contatto con la parte del corpo che ha il dolore e grazie ai principi attivi dell’argilla otterremo sollievo dal dolore e una risoluzione del problema più rapida.

 

Preparazione del impacco caldo d’argilla

Il tipo di argilla scelta per la preparazione dell’impacco è solitamente argilla verde ventilata che potrai acquistare in erboristeria o altro negozio di prodotti naturali. Puoi trovare l'argilla ventilata anche sul nostro shop.

Ricordiamoci che quando prepariamo ricette con l’argilla è sempre meglio utilizzare materiali come vetro e legno che non reagiscono con i metalli presenti nel suo fitocomplesso. Vanno quindi esclusi i cucchiai, le ciotole o gli strumenti di acciaio o altri metalli.

Prendiamo allora una ciotola di vetro e mettiamo al suo interno 3 cucchiai di argilla in polvere, aggiungiamo acqua calda e se vogliamo 2 cucchiai di olio di oliva o mandorle e 1 cucchiaio di miele meglio se di eucalipto o di un’altra pianta contenente oli essenziali.

Mescoliamo il composto sino a che sia omogeneo e poi lo mettiamo a scaldare in un pentolino a bagno Maria. L’impacco quando lo applichiamo deve avere una consistenza fangosa perché se sarà troppo liquido scivolerà via dalla zona che dobbiamo trattare. Una volta applicato l’impacco potremo avvolgere il tutto mantenendo l’impacco per almeno 30 minuti o almeno sino a quando il calore sarà terminato e l’argilla comincerà ad asciugarsi.

Successivamente basterà lavare con acqua e sapone per togliere l’impacco all’argilla. Questo impacco può essere fatto anche con sola acqua tiepida e tenuto per l’intera nottata magari avvolgendo la zona con una garza o fazzoletto di cotone per lasciare la traspirazione.

L’uso invece della pellicola trasparente di plastica per avvolgere l’impacco non è consigliabile proprio perché non permette il passaggio d’aria e il trattamento non segue il suo ciclo di “assorbimento del calore e del dolore”.

L’argilla per i problemi articolari è perfetta proprio perché riesce a portare in superficie e ad eliminare il dolore che si trova profondamente. Allo stesso modo anche in caso di slogature, trami ed edemi l’impacco di argilla permette una guarigione più veloce e un attenuazione del dolore.

L’unico consiglio in caso di infiammazione ai tessuti l’impacco di argilla non deve essere caldo ma a temperatura ambiente come nel caso di traumi e slogature o infiammazioni articolari e muscolari. In questi casi l’impacco di argilla sarà preparato con acqua fredda e potremo aggiungere persino 2 gocce di olio essenziale di menta se vogliamo incrementare l’effetto rinfrescante.


Leggi anche Impacchi di zenzero per i dolori muscolari >>

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: