Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

ANSIA NELLA STAGIONE CALDA

Avere ansia nella stagione calda significa sostanzialmente vivere una condizione "alterata" dovuta all'insopportazione per afa, a una respirazione appesantita e a una perdita di sali minerali. Spesso i sintomi sono simili ad uno stato ansioso o ad attacchi di panico.

Chi è ansioso, in estate con l’afa sembra soffrire ulteriormente, chi al contrario solitamente non avverte ansia, con il caldo torrido manifesta una forma similare, quasi da panico. Cosa succede allora? Cosa provoca questo malessere?

In realtà non ci rendiamo conto di quanto l’aria faccia parte del nostro vivere fino a che questa vitale miscela sembra venirci a mancare, e con l’afa, il caldo torrido, il tasso d’umidità in impennata, la qualità dell’aria che respiriamo muta in maniera considerevole.

A questa situazione meteorologica si aggiunge la nostra percezione del caldo e dell’umidità, l’ipersudorazione con cui perdiamo liquidi e sali minerali e la conseguenza è quella di avvertire sintomi simil-ansiosi: respiro corto, poca dilatazione diaframmatica, giramenti di testa, senso di nausea, stato confusionale, mancamenti…..quasi un attacco di panico appunto.

Vediamo come possiamo aiutarci a contrastare queste manifestazioni di ansia da calura.

 

Leggi anche 10 strategie anti caldo >>

 

Rimedi contro l’ansia estiva

E’ banale suggerire di non uscire nelle ore più calde, e non tutti possono scegliere gli orari più favorevoli se hanno impegni di lavoro in esterna, però chi può, prediliga le ore del mattino presto e trascorra il resto della giornata in locali arieggiati con pale, ventilatore o climatizzati.


> Bere molta acqua, almeno 2 litri al giorno, possibilmente naturale e a temperatura ambiente, o leggermente fresca ma non di frigorifero. Provocare uno shock termico al nostro stomaco con bevande fredde aumenta l’impegno nella digestione con un dispendio di energia e un’automatica termoregolazione che aumenterà la sensazione di caldo se non addirittura di sudori freddi!

> Magnesio, un amico da portare sempre con noi. E’ un mio-rilassante, un energizzante, un integratore di sali che ci aiuta ad affrontare le giornate con meno stanchezza, un regolatore del sonno, e dell’umore. Possiamo assumerlo disciolto nell’acqua, per sostenere il nostro benessere.

> Olio essenziale di Menta: un altro rimedio da tenere a portata di mano. Qualche goccia su un fazzoletto di tessuto da annusare quando sembra che ci manchi l’aria è d’aiuto per rinfrescare le prime vie respiratorie, dilatare i bronchi, rasserenare la mente e infondere un senso di tranquillità.

L’olio essenziale di menta è molto utile anche per massaggiare le gambe alla sera dopo una doccia rinfrescante. Possiamo crearci una miscela con un olio vettore o una crema neutra in cui sciogliere questa essenza rinfrescante e dalle proprietà tonificanti. Dalle caviglie alle cosce aiuta la circolazione venosa, sgonfia dai ristagni linfatici e defatica quando le gambe sono gonfie.

> Olio essenziale di Lavanda: la lavanda è un rilassante naturale, regola l’umore, contrasta mal di testa, spossatezza, ansia. E’ ben tollerato, quindi possiamo utilizzarlo in maniera molto trasversale: puro sulle tempie, sui polsi, diluito nell’acqua della vasca per un bagno rilassante, in un diffusore per purificare l’aria e facilitare la respirazione profonda.

> Tisana di Melissa, Passiflora e Zenzero: possiamo prepararci una bevanda calda da consumare fredda, anzi meglio fresca durante la giornata. Melissa e Passiflora aiutano a modulare stati nervosi, a schiarire le idee, a conciliare il riposo e sedare gli stati ansiosi.

Lo Zenzero, oltre a facilitare la digestione, a rilassare lo stomaco, rinfresca l’organismo, elimina eccessi gassosi, fermentazioni digestive e intestinali dovute al caldo, favorendo così il benessere dell’organismo.

> Alimentazione light: se il nostro stomaco fatica ad adattarsi al caldo e all’afa con una digestione lenta che appesantisce il nostro organismo evitiamo cibi troppo proteici e calorici.

Carni rosse, legumi e formaggi grassi possono attendere stagioni più fresche. Via libera a riso, pasta conditi con verdure di stagione, insalate colorate con carote, pomodori, sedano, polpa di cetrioli, succhi di limone e zenzero rinfrescanti.

 

Leggi anche Ansia, pronto soccorso naturale casalingo >>

 

Foto: tommaso79 / 123RF Archivio Fotografico

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: