Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

ALOE VERA, QUALI CONTROINDICAZIONI?

L’Aloe Vera è un rimedio molto utile per problematiche legate all’apparato gastrointestinale e alla pelle. Vi sono però alcuni aspetti a cui fare attenzione, perché il suo succo non è indicato per tutti per alcune controindicazioni. Vediamo quali

L’Aloe Vera, il cui nome botanico è Aloe Barbadensis Miller, è un arbusto dalle molte proprietà benefiche. Il suo succo e il suo gel sono in grado di lenire problematiche di gastrite dovute a ulcera peptica, reflusso gastro-esofageo e stipsi da feci dure.

I suoi effetti si evidenziano anche a livello dermatologico, poiché svolge un’azione depurativa, favorendo l’eliminazione delle tossine e la naturale rigenerazione della pelle, dei capelli e delle unghie.

Il succo di Aloe Vera però come molti rimedi naturali presenta anche delle controindicazioni di cui dover tenere conto se viene ricavato con metodi casalinghi.

Molte persone infatti hanno iniziato a coltivare piante d’aloe e a preparare gel e succhi genuini fatti in casa. In questo caso il rimedio che si ottiene non è epurato dagli antrachinoni, in particolar modo dall’aloina, componente che può provocare irritazioni, qualora si facesse ricorso all’aloe vera in dosi eccessive.

 

Aloe Vera e dissenteria

Se assunta in dosi superiori a quelle consigliate e se il succo non è stato sottoposto alla sottrazione di aloina, l’Aloe Vera può causare crampi addominali, effetti lassativi troppo irritanti.

Qualora si fosse sottoposti ad una cura farmacologica, potrebbero manifestarsi casi di malassorbimento delle medicine.

 

Aloe Vera e ipoglicemia

Per coloro che malati di diabete seguono una cura farmacologica ipoglicemizzante è sconsigliata l’assunzione di aloe vera, poiché pare sia in grado di diminuire i livelli di glucosio nel sangue e quindi la sua azione andrebbe a sommarsi a quella dei medicinali.

 

Aloe Vera e complicazioni in gravidanza

In condizioni delicate come in gravidanza è sempre bene evitare l’assunzione di gran parte di rimedi ancorché naturali, perché spesso piccole controindicazioni possono trasformarsi in fenomeni pericolosi per la gestante.

L’Aloe Vera se assunta in dosi superiori a quelle consigliate e se contenente aloina può causare crampi addominali, come già detto, che potrebbero essere scambiati per contrazioni e causare sofferenza al feto.

 

Consigli d’uso

È meglio evitare il fai da te ed acquistare Aloe Vera di buona qualità in succo da gel fogliare. I preparati in commercio sono privi di aloina: in questo modo evitiamo di incorrere in eventuali controindicazioni rispettando i dosaggi indicati sulle confezioni.

È sufficiente assumere 40 ml al giorno di Aloe Vera.

 

Scopri di più sugli usi dell'Aloe vera

 

 

Per approfondire:

> Aloe vera, proprietà e benefici

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: