Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

L'ANTIBIOTICO NATURALE, OVVERO L'AGLIO

Dalla natura e dalla tradizione un valido aiuto contro i mali di stagione

Immancabile in cucina, specie nei paesi mediterranei, l'aglio è una delle piante dalle virtù riconosciute da millenni. L'aglio (Allium sativum) contiene, oltre a olio essenziale, oligoelementi e sali minerali, vitamine A, B1, B2, PP e C. E' un potente battericida naturale, espettorante, antisettico e ottimo ipotensivo. Stimola il cuore, facilita la circolazione e la depurazione del sangue ed è anche un potente vermifugo.

È stato accertato che il succo fresco dell'aglio esercita un'azione antisettica che combatte numerosi germi patogeni. A questo proposito, tale proprietà si rivelò estremamente utile durante la Prima guerra mondiale, quando i medici delle armate britanniche, francesi e russe, trattarono con il succo di aglio le ferite infette dei soldati, mentre durante la Seconda guerra mondiale fu particolarmente utilizzato dai medici dell'Armata Rossa, e proprio per questo motivo fu chiamato "la penicillina russa".

In Sicilia l'aglio si usava pesto con olio e aceto ponendolo sull'ombelico per guarire dai vermi intestinali. Sempre in Sicilia, inoltre, veniva utilizzato anche per curare la malattia detta purpu (polipo degli occhi) con il seguente scongiuro: si toccava la testa del purpu con uno spicchio d'aglio con cui si facevano tre croci recitando preghiere a Santa Lucia. In sicilia si coltiva anche una varietà particolare di aglio, l'aglio rosso di Nubia, ricchissimo di allicina. Nessuno però amò l'aglio quanto gli Egiziani.

 

Scopri le proprietà e l'uso del rimedio omeopatico Allium Sativum

 

Il valore che essi gli attribuivano era infatti tale che meno di sette chilogrammi bastavano per acquistare un giovane schiavo. Si narra addirittura che durante la costruzione di una piramide, essendo venuta a mancare questa preziosa pianta, gli schiavi avrebbero dato vita al primo "sciopero" mai documentato, convinti come erano che essa aumentasse la resistenza fisica.

Presso Greci e Romani era cibo abituale degli atleti e dei soldati, poiché si credeva sviluppasse forza e aggressività. Ma fu soprattutto durante il Medioevo che la superstizione popolare assegnò all'aglio la virtù di proteggere dal malocchio, dal morso dei vampiri e da quelle malattie provocate dagli spiriti maligni (cioè i disturbi mentali).

 

LEGGI ANCHE
Le proprietà, l'uso e le controindicazioni dell'olio essenziale di aglio

Varietà di aglio e ricette

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: