Logo

Rimedi naturali viso

COME ATTENUARE I SEGNI LASCIATI DALL'ACNE

Esistono rimedi naturali in grado di attenuare le cicatrici provocate dall’acne, che rendono la pelle visibilmente più liscia, morbida ed elastica grazie alle loro proprietà cicatrizzanti e rigeneranti cellulari

Come attenuare i segni lasciati dall'acne

I rimedi naturali per le cicatrici dell’acne sono olii vegetali in grado di promuovere il rigeneramento cellulare e la riparazione tissutale, intervenendo beneficamente nel naturale processo di cicatrizzazione della pelle. Anche se non fanno scomparire le cicatrici, questi rimedi rendono la pelle lesionata più liscia e levigata, più morbida ed elastica.

Sul viso infatti, la cicatrice può apparire piana, rilevata o infossata, di colorito più chiaro o più scuro rispetto al tessuto circostante. Le ghiandole sudoripare e i follicoli piliferi non si sviluppano sotto il tessuto cicatriziale e la sua forma ricalca il processo patologico che l’ha determinata. Le cicatrici cutanee sono più sensibili ai raggi ultravioletti, per questa ragione la precauzione più importante è quella di non prendere il sole diretto sulla e applicare su di essa una protezione molto alta, minimo 50+.

 

L’acne cause e sintomi

Spesso le cicatrici sul viso sono il ricordo indelebile, lasciato dal passaggio di episodi di acne, una malattia della pelle di origine europea, che si manifesta con brufoli o foruncoli e caratterizzata da un processo infiammatorio del follicolo pilifero e della ghiandola sebacea annessa. Le parti più colpite sono il viso, le spalle, dorso e regione pettorale del torace.

I sintomi più comuni nell'acne sono tre: la seborrea (l'aumento dell’untuosità della pelle; i punti neri (quando i pori si dilatano diventando contenitori di impurità); e i comedoni (i brufoli veri e propri, infiammati o con presenza di pus).

Recenti studi scientifici hanno evidenziato che esiste una relazione tra acne e intolleranze alimentari, disbiosi intestinale e squilibri ormonali nella fase della pubertà, durante il ciclo mestruale o il periodo della gravidanza.

 

I rimedi naturali per le cicatrici lasciate dall’acne

I rimedi naturali per le cicatrici dell'acne sono prodotti cosmetici a base di olii vegetali, olii essenziali e piante, in grado di agire sul processo di rigenerazione cellulare, favorendo così la riparazione dei tessuti.

 - Olio di Rosa Mosqueta: va bene sia per le cicatrici fresche (da picchiettare delicatamente sopra) che per quelle di alcuni anni (applicando un delicato massaggio). Quest'olio ha un’elevatissima percentuale di acidi grassi polinsaturi, sostanze essenziali per la sintesi delle prostaglandine, preposte ai processi di rigenerazione delle membrane e dei tessuti cutanei. Questi principi attivi sono i principali responsabili dei suoi effetti cosmetico-dermatologici, poiché indispensabili per i processi di rinnovamento dell’epidermide.

Inoltre la presenza di acido trans-retinoico, un isomero della Vitamina A, potenzia l’integrità e l’efficienza di tutti gli epiteli e l’immunità naturale delle cellule. Pertanto l'olio di rosa mosqueta è efficace nell’attenuazione degli inestetismi causati da cicatrici (se non le elimina del tutto, comunque le leviga) e dalle smagliature (risultati evidenti già dopo quindici giorni applicandolo due volte al giorno), agisce sull'invecchiamento prematuro dei tessuti cutanei, sulla pelle secca e sciupata e soprattutto su quella rovinata dall'acne: la sua applicazione rende la pelle più fresca, liscia ed elastica, eliminando i segni di stanchezza e donando una buona idratazione.

- Olio di iperico è impiegato fin dall’antichità per le sue proprietà cicatrizzanti ed emollienti, capaci di stimolare la rigenerazione cellulare. Per questo il motivo è usato da sempre contro le ustioni, l’eritema solare, in caso di macchie della pelle, psoriasi, secchezza della cute del viso e del corpo, invecchiamento cutaneo, piaghe da decubito, smagliature, cicatrici, e segni provocati dall'acne.

- Olio di borragine: ricchissimo in acidi grassi polinsaturi quest’olio vegetale viene impiegato con successo per tutte le problematiche della pelle, specialmente quando sono il risultato di squilibri ormonali. Contrasta l'invecchiamento cutaneo e svolge un’azione rigenerante sulla cute, combatte le infiammazioni cutanee, gli eczemi, l'acne, la psoriasi.

Per quanto riguarda gli olii essenziali, quelli più comunemente usati in aromaterapia per i disturbi della pelle sono:

- Olio essenziale di mirra, risulta efficace per eczemi, screpolature della pelle, rughe e ferite, con effetto dermopurificante e cicatrizzante, usato qualche goccia in un po’di gel d’aloe potenzia l’azione ripartiva dei tessuti della pianta.

Olio essenziale di lavanda questa preziosa essenza possiede una potente azione cicatrizzante, ed è impiegato come rimedio naturale in caso di ustioni, ferite piaghe, in quanto promuove la crescita di nuove cellule e perciò la rigenerazione dei tessuti. Ha proprietà antinfiammatorie apporta sollievo in presenza di acne, eczema e psoriasi, nelle irritazioni cutanee causate da punture d'insetti, eritemi solari e meduse. Inoltre è utile per tutti i tipi di pelle per il suo effetto riequilibrante sulle pelli miste e calmante su quelle sensibili.

-  Olio essenziale di neroli, è un rigenerante cellulare, è ben tollerato in caso di pelle sensibile e irritata, che presenta cicatrici. Può essere utilizzato nella preparazione di principesche maschere di bellezza al miele o in aggiunta a creme nutrienti, o nell’olio di jojoba da massaggio per la pelle infiammata o delicata. 

Immagine | Pink Sherbet Photography