Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

PRODURRE PIÙ MELANINA CON L'ALIMENTAZIONE GIUSTA

Quando si dice abbronzatura, si pensa sempre alle carote. In realtà tantissimi gli alimenti che servono al nostro corpo per produrre più melanina. E non sono nemmeno arancioni!

Quest’anno niente vacanze al mare ma una bella scorpacciata dei cibi giusti e mi abbronzo come fossi stato ai Caraibi… Sarebbe bello, vero?

Invece non è proprio così. Responsabile della nostra abbronzatura è la melanina, che Il nostro corpo produce come difesa. La melanina è un pigmento, ovvero una sostanza protettiva che difende le cellule dall’effetto nocivo dei raggi ultravioletti; funziona come un filtro, che respinge le radiazioni pericolose per la salute.

Cosa possiamo fare per produrre più melanina? Esporci al sole con la dovuta cautela e seguire la giusta alimentazione, preparandosi fin da uno-due mesi prima delle vacanze.

 

Produrre più melanina con l’alimentazione giusta: come funziona

La produzione di melanina è determinata geneticamente in ciascuno di noi: chi ha la carnagione scura (e solitamente anche occhi e capelli scuri) produce molta più melanina rispetto ai soggetti con carnagione chiara, che solitamente si arrossano al sole senza abbronzarsi più di tanto.

Sempre, però, è l’esposizione al sole lo stimolo per le cellule della nostra pelle a produrre più melanina. La produzione di melanina avviene ad opera dai melanociti, cellule che compongono lo strato basale della nostra epidermide. I melanociti accumulano la melanina prodotta in granuli detti melanosomi, che arriveranno negli strati più superficiali della pelle, a conferire il colorito dell’abbronzatura.

La sintesi della melanina all’interno dei melanociti è un fenomeno complesso, che non analizzeremo nel dettaglio.

Ci basti sapere che per produrre melanina serve la tirosina, un amminoacido che il nostro organismo produce (salvo malattie genetiche quali la fenilchetonuria) a partire dalla fenilalanina.

La fenilalanina invece è un amminoacido essenziale, che il nostro corpo non è in grado di produrre da solo ma che va assunta attraverso il cibo. E qui entra in gioco l’alimentazione.

 

Leggi anche Abbronzanti naturali, le ricette >>

 

Produrre più melanina con l’alimentazione giusta: cosa mangiare

Abbiamo appena scoperto cosa c’entra l’alimentazione con la produzione di melanina e quali sono le sostanze chiave: gli amminoacidi tirosina e fenilalanina.

Non abbiamo nemmeno accennato al betacarotene - che da sempre rientra nella categoria degli integratori e dei cibi che favoriscono l'abbronzatura - e c’è un motivo: il betacarotene o Vitamina A, determina la formazione di pigmenti colorati sulla pelle, che aiutano a intensificare l’abbronzatura prodotta grazie alla melanina.

Si tratta di un piacevole effetto cromatico che nulla ha a che fare con la reale protezione fornita dalla melanina.

Per produrre più melanina quindi occorre fare "scorta" di tirosina e fenilalanina con l’alimentazione. Pertanto – a meno che non soffriate di fenilchetonuria – ecco cosa mangiare principalmente, per una abbronzatura perfetta:

> Fonti principali di tirosina: soia, albumi, alga spirulina essiccata, parmigiano, stoccafisso e frutti di mare, formaggi, fagioli goa;

> fonti principali di fenilalanina sono gli alimenti proteici come carne, pesce, uova, legumi, mandorle e noci e alimenti integrali; ecco quelli che ne contengono maggiormente: albume, proteine della soia, alga spirulina, stoccafisso, parmigiano, farina di soia, lievito essiccato, semi di zucca, prezzemolo secco, lupini, carne di vitello e di agnello, arachidi.

Andranno benissimo delle insalate con il pesce o le uova, oppure con legumi o soia e semi di zucca per i vegani. E se volete avere  “quel tocco di colore in più” aggiungete carote e albicocche.         

 

Leggi anche L'olio di carote per la pelle baciata dal sole >>         

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: