Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

IN GRAVIDANZA, CULLATE DAL MARE

Belle come il sole, con una nuova vita nella pancia. Non dovete rinunciare alla spiaggia, ma occorre prendere qualche piccola precauzione. Vediamo quale

E chi l'ha detto che non potete concedervi l'aperitivo in spiaggia? Avete considerato la variante analcolica? E siete dotate della crema giusta per il vostro fototipo? Questi e altri accorgimenti per le future mamme che non vogliono rinunciare al mare. Come vivere la gravidanza in spiaggia, evitando il surriscaldamento corporeo e i cali di pressione. 

 

O sole mio

O sole vostro, sarebbe meglio dire, visto che in stato di gravidanza siete in due, bebè compreso. Il sole ci è amico, in quanto fonte di vitamina D, utile a rafforzare le ossa e non solo. Esporsi in modo eccessivo però può diventare rischioso, specie se si è in stato di gravidanza. Meglio non correre il pericolo di disidratazione, colpi di sole, surriscaldamento (che può provocare danni cerebrali al feto), macchie sulla pelle del volto (cloasma). Oltre a questi come in tutte le situazioni, il sole favorisce l’invecchiamento precoce della pelle e la comparsa di melanomi (tumori della pelle). 

Sì alle creme solari con uno spettro di protezione elevato sia per i raggi UVA che per i raggi UVB. Il grado di protezione in genere si basa sul fototipo ma è bene non scendere mai sotto i 15 spf (le mamme con occhi e capelli chiari devo assolutamente aumentare la gradazione). Usate un prodotto protettivo sicuro che sia anche idratante; evitate le lozioni abbronzanti. Meglio comunque fare a meno di stare al sole durante le ore di punta (dalle 11.00 alle 16.00): il surriscaldamento corporeo è dannoso, specie durante il primo trimestre di gravidanza perché potrebbe compromettere il corretto sviluppo fetale. 

L'abbigliamento? Cappello a falda larga, vestitini in tessuti naturali, in cotone o lino che sono più freschi, meglio se colorati. D'obbligo gli occhiali da sole, con lenti di qualità. Vi consigliamo di avere un vostro personale asciugamano e non sedervimai sulla sabbia o su una sdraio su cui è steso l'asciugamano di altre persone; ciò vi proteggerà da eventuali infezioni vaginali come la candida.

 

Eritema solare: come proteggersi usando i rimedi naturali

 

Idratazione, nuoto, pesce e passeggiate

Dovete sforzarvi di ricordare di bere molto, senza aspettare che la bocca si secchi e il corpo lo richieda. E’ sempre importante esser ben idratate soprattutto in gravidanza. Almeno 2 litri al giorno. Ciò vi aiuterà a mantenere una pelle fresca e a ridurre il gonfiore e la ritenzione idrica. Evitate il pesce crudo e i frutti di mare.

Qual è l'alimentazione naturale ideale in gravidanza quando siete in spiaggia? Concedetevi pasti piccoli e frazionati meglio se a base di frutta (non troppo zuccherina) e verdura. Non dovete per forza rinunciare all'aperitivo: basterà prediligere i cocktail analcolici.

Sì alle passeggiate, magari quando il sole picchia meno forte e vi va di lasciarvi andare al tramonto, passo dopo passo. Ben venga anche il nuoto leggero, che agisce positivamente sui tessuti e migliora la circolazione alle gambe. 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: