Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

ERITEMA SOLARE NEI BAMBINI: PREVENZIONE E CURA

L'Estate sta finendo? Molti pensano che in questa fase discendente dell'estate non sia più necessario proteggersi dal sole. Sbagliatissimo, è bene fare attenzione agli effetti nocivi del sole anche a Settembre soprattutto con i bambini, la cui pelle delicata necessita di accorgimenti specifici.

La pelle dei bambini è estremamente delicata e necessita di essere protetta ripetutamente per evitare spiacevoli ustioni e l’insorgere dell’eritema solare. Anche se siamo agli sgoccioli di agosto, mamme, non abbassate la guardia! Vediamo delle semplici regole base per un corretto approccio al sole per voi e i vostri bambini.

 

Bagni di sole a prova di eritema solare

Quando ci sono bambini per casa le giornate sono scandite da orari quasi rituali: sveglia presto, colazione, mattinata di mare o montagna, pranzo, sonnellino pomeridiano, merenda, intrattenimento fino a cena e infine crollo notturno. Poter mantenere questi ritmi sarebbe un toccasana per tutta la famiglia.

  • Esporsi al sole alla mattina presto e nel tardo pomeriggio è già garanzia di tutela per la pelle dei bambini. I raggi, infatti, hanno un’incidenza meno diretta e sono meno rischiosi.
  • Non dimentichiamo mai le corrette creme con protezione solare alta. Quelle di nuova generazione con  filtro 50+ consentono di proteggere la delicata pelle dei bambini e nel contempo di favorirne la pigmentazione. È importante però applicare la crema più volte al giorno e soprattutto dopo che è stato fatto il bagno, questo è l’utilizzo corretto per tutti e il modo per prevenire l’insorgenza di spiacevoli eritemi solari.
  • Se è possibile è bene fare una doccia d’acqua dolce dopo il bagno in mare, per togliere la salsedine che secca molto la pelle e poi applicare nuovamente la crema protettiva. Alla sera poi non si deve dimenticare di utilizzare una crema lenitiva dopo sole o a base di calendula e aloe, che rigenera la pelle, la idrata in profondità e ristora dall’esposizione.
  • Aiutiamo anche l’organismo dei bambini a prevenire il possibile manifestarsi di eritema solare attraverso l’alimentazione. Cibi ricchi di carotenoidicome betacarotene e licopene, stimolano la produzione di melanina, primo scudo che il nostro sistema immunitario mette in campo per proteggere la pelle: sì quindi a pomodori, se non si soffre di forme allergiche, patate dolci, cavolo, tarassaco, spinaci, lattuga rossa, zucca, melone, albicocche, pesche. Esistono in commercio integratori di carotenoidi studiati per bambini: è sempre consigliabile in questo caso chiedere il parere del pediatra per evitare surplus di vitamina A.

 

Come devono essere le creme solari per i bambini?

 

Se l’eritema solare ci sorprende

Quando non si è particolarmente accorti nel mettere in campo tutte le difese sin dall’inizio purtroppo l’eritema solare può diventare difficilmente prevenibile e assistiamo alla formazione di piccoli puntini rossi sui piedi, lungo la parte anteriore delle gambe, sulle spalle e sul petto a cui si accompagna prurito e bruciore.

Per la pelle tanto delicata dei bambini diventa difficile affrontare questo disagio, perché comporta evitare l’esposizione al sole, usare pomate specifiche a base di cortisone o idrocortisone e, in caso di febbre, devono essere assunti farmaci anche per via orale per arginare l’infiammazione.

Accanto a questi interventi di natura farmacologica possiamo associare alcuni rimedi lenitivi e disinfiammanti naturali.

  • È importante togliere il bruciore e il prurito innanzitutto, in modo da calmare il bambino colpito da eritema. Bagni e impacchi a base di amido di riso sono un toccasana perché sono rinfrescanti, placano il prurito, decongestionano la parte arrossata e in presenza di vescicole ne asciugano l’essudazione. Possiamo trovare fiocchi di amido di riso in erboristeria e farmacia, basta scioglierli nell’acqua tiepida e procedere con gli impacchi sulla pelle.
  • È bene idratare il più possibile la pelle con creme ricche ed emollienti. La calendula è il rimedio per eccellenza in caso di ustioni ed eritemi. Svolge un’azione lenitiva, restituiva e disinfiammante. È bene applicarla sulla pelle dei bambini più volte al giorno, per placare prurito, bruciore e arrossamenti.
  • In caso di eritema solare di entità ragguardevole è preferibile utilizzare lestratto oleoso di Iperico. È un rimedio potente contro ustioni di primo grado, ulcere, piaghe. Anche in questo caso dopo il bagno con l’amido di riso è consigliabile cospargere il corpo del bambino con questo olio e avvolgerlo con un panno di lino, fresco, leggero e traspirante in modo da far assorbire bene l’iperico. L’effetto lenitivo è pressoché immediato.

 

Scopri anche le proprietà dell'olio di calendula per la pelle

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: