Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

LA DERMATITE DEI NEONATI

La dermatite è un disturbo fastidioso e irritante che colpisce il delicato punto di contatto tra il corpo umano e tutto quanto c’è all’esterno, ovvero la pelle, e può manifestarsi anche nei primissimi giorni di vita, è quella chi si chiama comunemente la dermatite dei neonati

La dermatite dei neonati inizia con una tipologia unica di disturbo sottoforma di una lieve desquamazione della pelle, che poi si può trasformare in forme più gravi oppure scomparire del tutto.

La prima dermatite che si manifesta sulla pelle dei neonati, detta anche dermatite seborroica o “crosta lattea”, si sviluppa come una patologia simile alla psoriasi, con squame giallastre che si formano nella zona capillare, sulla fronte, dietro alle orecchie e in altre parti del corpo (inguine, ascelle, pieghe delle braccia e delle gambe) e si tratta di una condizione di solito non pruriginosa, che non da particolari fastidi al piccolo.

Con il passare del tempo, questa prima forma di dermatite dei neonati, si può anche trasformare in altri disturbi, quali ad esempio psoriasi vera e propria, dermatite atopica (DA), fino alla rara e grave eritrodermia di Leiner.

Solo in questi casi si rende necessario l'intervento medico. Altrimenti e più frequentemente se ne va del tutto seguendo qualche accorgimento.

 

Cause della dermatite dei neonati

La causa della dermatite seborroica dei neonati è ancora ignota. Si sospetta, a livello medico, una carenza di biotina o di acidi grassi essenziali. Si attribuisce anche la causa di questo fenomeno al trasferimento di ormoni dalla mamma al bambino che avviene dopo la gravidanza, che implica a sua volta il verificarsi di due fenomeni collegati, quali la produzione di sebo e la diffusione sulla pelle del piccolo del Pityrosporum ovale, ovvero un fungo dal nome esotico, la Malassezia Furfur.

Un’altra delle cause di attribuzione potrebbe anche essere relativa all’alimentazione che il piccolo riceve nei primi mesi di vita, ma, come detto, nulla è certo.

Sicuro è che, spesso, la dermatite dei neonati si ripresenta anche più tardi durante la pubertà, dove ancora una volta l'iperproduzione di sebo è legata alla particolare situazione ormonale. Sostanzialmente la dermatite dei neonati è un fenomeno ben tollerato dal bebè e a volte non necessita di trattamenti speciali.

 

Dermatite da stress: i sintomi e i rimedi naturali

 

Intervenire dolcemente nella dermatite dei neonati

Le squame causate dalla dermatite seborroica dei neonati possono essere lenite grazie a piccoli e semplici accorgimenti:

  • Ammorbidire le crosticine con olii vegetali, come olio di riso , olio di noce, olio d’oliva, olio di borragine, olio di calendula oppure olio di mandorle, lasciare agire sul cuoio capelluto per alcuni minuti, da 5 a 10 circa, poi lavare con uno shampoo delicato per bambini.

  • Evitare detergenti a base di sostante irritanti o dal pH inadatto alla pelle del piccolo, lavare invece la testolina e le parti irritate sempre con sostanze oleose appositamente studiate, in modo delicato e senza strofinare.

  • Tamponare successivamente con del cotone idrofilo o garza sterile le parti interessate per assorbire l’eccesso di grasso prodotto dalla crosta. Assolutamente da evitate le creme a base di grassi animali.

Il rimedio della nonna, il miele: un recente studio ha dimostrato che l’applicazione topica di miele diluito con acqua calda migliora notevolmente la dermatite dei neonati e i piccoli problemini a essa correlati.


Scopri le zone più colpite e le cure della dermatite dei bambini

 

Puoi approfondire:

> I rimedi omeopatici per la cura delle dermatiti

> Seborrea: sintomi, cause, tutti i rimedi


Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: