Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

COME AFFRONTARE IL SOVRAPPESO NEI BAMBINI

In Italia, come in tutti i paesi industrializzati, il sovrappeso è un disturbo nutrizionale frequentissimo e in costante aumento, negli adulti e anche in età pediatrica. Ma è utile mettere a dieta un bambino? Per trovare una soluzione più adeguata, conosciamo le cause di questo problema

Sovrappeso e bambini: conoscere il problema per affrontarlo meglio

 Secondo l’indagine nazionale OKKIO 2010, il 22,9 % dei bambini italiani è in sovrappeso, mentre l’11,8% è obeso. Il picco si raggiunge in Campania, dove la percentuale di bambini sovrappeso e obesi raggiunge il 48%.

Per affrontare il problema, è importante innanzitutto conoscerne e comprenderne le cause. L’organismo del bambino, durante la crescita, tende a mantenere un rapporto peso/statura costante nel tempo. Forzando l’alimentazione in eccesso o in difetto questo equilibrio si spezza e si può andare incontro a sottopeso, in caso di alimentazione insufficiente, o sovrappeso, in caso di eccesso alimentare.

Questa seconda eventualità è la più frequente, non solo perché nella nostra società il problema della nutrizione eccessiva è quello che si presenta più spesso, ma anche perché l’organismo reagisce in maniera diversa all’aumento e alla sua riduzione.

Esiste, infatti, una forte difesa verso il calo di peso, perché il corpo lo vive come una minaccia per la sopravvivenza, mentre il meccanismo di difesa contro l’accumulo di riserve caloriche è debole; questo accade anche nell’adulto, ecco perché è più facile ingrassare che dimagrire.

 

I bambini in sovrappeso vanno messi a dieta?

I pediatri sconsigliano di mettere a dieta i bambini in sovrappeso; in fase di crescita l’obiettivo deve essere quello di ristabilire l’equilibrio garantendo un’alimentazione normocalorica e offrendo al bambino la possibilità di smaltire le calorie in eccesso. Occorre, quindi, da una parte curare l’alimentazione e dall’altra aumentare il dispendo energetico con l’attività fisica. In alcuni rari casi potrebbe rendersi necessario intervenire con una dieta ipocalorica, per brevi periodi, ma questo può stabilirlo sono il pediatra: le diete fai da te sono pericolose negli adulti e lo sono ancora di più nei bambini.

La soluzione al sovrappeso in età pediatrica, quindi, non è solo nell’alimentazione. I bambini trascorrono ore e ore seduti tra i banchi di scuola e, a casa, spesso, dopo aver fatto i compiti, passano il pomeriggio davanti alla televisione o attaccati a tablet, computer e console. Dovrebbero, invece, muoversi; correre, saltare e giocare all’aperto. Certo, nella nostra società, non è semplice. I bambini trascorrono sempre più tempo in casa e meno all'aperto, ma una soluzione bisogna trovarla: per esempio si può invitare il bambino a scegliere un’attività extrascolastica che favorisca il movimento, una che gli piaccia, in modo che possa essere motivato a frequentarla con costanza.

Non è necessario costringerlo a dedicarsi a sport agonistici o che non incontrano il suo gusto; la scelta, per avere successo, deve essere fatta insieme al bambino, rispettandone le attitudini e i desideri. Associare l’attività fisica a un’alimentazione sana ed equilibrata consente di perdere soprattutto massa grassa e aiuta il bambino a mantenere nel tempo i risultati ottenuti. Inoltre ha generalmente un effetto positivo anche a livello piscologico; aiuta il bambino a sfogarsi e a scaricare le tensioni, quelle tensioni che magari scaricherebbe sul cibo.

 

Come scegliere lo sport più adatto per il proprio figlio?

 

Il problema del sovrappeso nei bambini si affronta, quindi, modificando le abitudini di vita dei piccoli e spesso anche quelle dei grandi, adottando uno stile di vita e alimentare più sano.

Il cibo salutare non deve essere imposto e non deve diventare una costrizione; bisogna educare i bambini a mangiare bene, in modo che interiorizzino le sane abitudini alimentari e le facciano proprie, per poterle mantenere durante tutto il corso della vita. Una sana attività fisica, svolta con piacere e in maniera regolare, farà il resto. 

 

Come dovrebbero mangiare i bambini

Che vuol dire sana alimentazione nei bambini? Come devono mangiare i bambini? Le regole da seguire sono più o meno le stesse che negli adulti. Si possono riassumere così:

  • Mai saltare la colazione, che deve essere leggera ma ricca di nutrienti.
  • Giusto equilibrio tra carboidrati, proteine e grassi.
  • Cinque porzioni di frutta a verdure al giorno. 
  • Evitare le bevande gassate e zuccherate.
  • Limitare il consumo di merendine e biscotti industriali, spesso troppo ricchi di grassi e zuccheri. Per soddisfare la golistà del bambino, meglio una bella torta semplice fatta in casa.
  • Varietà nella dieta e cura nella preparazione dei pasti. 

 

Come riconoscere e affrontare i disturbi alimentari nei bambini?

 

Immagine │ANGELOUX


Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: