Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

I PUNTI RIFLESSI DEL VISO

II nostro viso è lo specchio di ogni piacere e dolore, in quanto in esso si concentrano le zone riflesse di tutto il corpo. Quali sono i punti della riflessologia facciale? Come individuare il cuore, lo stomaco e i reni?

Il sistema riflessologico

Se pensiamo ai sistemi che abitano il corpo, subito salta alla mente il nervoso, il circolatorio, il riproduttivo e via così. In altri casi si può pensare al sistema millenario dei meridiani cinesi. Oltre a questi, esiste un ulteriore sistema, denominato "riflessologico", fondato sul principio secondo cui a ogni stimolo corrisponde una risposta organica. Ogni parte del corpo riflette dunque l'insieme dell'organismo e a ciascun organo corrisponde un punto di riflessologia o punto riflesso in una data area della cute. Da queste nozioni sono derivate diverse branche e applicazioni pratiche: la riflessologia plantare che si concentra sul piede, l'auricoloterapia o agopuntura auricolare che considera il corpo riflesso nell'orecchio, e infine la riflessologia facciale, focalizzata sul volto della persone.  

Avanziamo qui delle prime considerazioni. Per prima cosa, l'attività dei punti riflessi non segue i meridiani dell'agopuntura, bensì le terminazioni nervose del corpo. Secondo, la stimolazione dei punti riflessi avviene invece con un tecnica comune all'agopuntura. L'auricoloterapia viene praticata con gli aghi, la riflessologia plantare con le mani, mentre la riflessologia del viso si serve della punta arrotondata di una strumento o, più semplicemente, del polpastrello o della nocca dell'indice piegato. 

 

LEGGI ANCHE LA RIFLESSOLOGIA FACCIALE E LO STRESS

 

Riflessologia, linee e punti

Il nostro viso rappresenta una zona riflessogena di prim'ordine. La riflessologia facciale, conosciuta anche nella sua accezione vietnamita come Dien Cham o Dien Chan, prevede più di 500 punti di riflessologia situati sul viso, che vengono ubicati, classificati e numerati mediante un sistema di quadrettatura. Questa si forma a partire da 3 linee verticali e 5 linee orizzontali disegnate sul volto di un soggetto. La linea verticale principale attraversa il viso della persona, dividendolo in due metà, passando al centro del viso sul dorso del naso, fra le sopracciglia. Le altre due linee sono simmetriche, attraversando il centro della pupilla di ciascun occhio. 

Le linee orizzontali invece attraversano diverse altezze e cioè la fronte, le sopracciglia, la borsa degli occhi, la base del naso e quella del mento, proprio sotto il labbro inferiore e sopra il mento. Queste le linee. Vediamo ora i punti riflessi. 

I punti di riflessologia da stimolare sono ubicati sul viso grazie a un vero e proprio grafico o mappa di riflessologia. Un primo abbozzo di mappa venne stilato nel 1980 dal professor Bùi Quôc Châu, iniziatore del metodo. Egli riuscì a individuare più di 600 punti di riflessologia sul viso, 60 dei quali comunemente utilizzabili per la stimolazione di organi interni esterni del corpo. Il prof. Bùi Quôc Châu, di base agopunturista, ebbe modo di comprovare le proprie teorie durante la normale attività ospedaliera. La sua prima intuizione collegò la schiena di un ammalato con alcuni punti sul naso che riuscivano ad annullare il dolore. Continuò con altre sperimentazioni e altrettanti successi.   

Le zone del corpo e i relativi disturbi si collocano quindi in maniera precisa sul viso del soggetto, sotto forma di punti riflessi. La testa, con le relative complicazioni, si ubica al centro della fronte, la gola alla base del naso, mente l'arcata sopracciliare, con la sua curvatura, racchiude spalle, braccia, gomiti e ascelle. Parimenti, la curvatura del naso corrisponde a quella della schiena. Sempre nel naso, le narici corrispondono alle natiche. Il mento racchiude le cosce, le ginocchia, i polpacci, le caviglie e i piedi, dislocando dei punti dal basso verso l'alto. Al centro del mento avremo gli alluci, mentre per le altre dita il riflessologo del viso seguita il bordo della mascella del soggetto.

E gli organi? Quali sono i relativi punti riflessi? Il cuore è alla base del naso, mentre i polmoni hanno punti dalle sopracciglia agli zigomi. Il fegato si situa alla base dello zigomo destro, mentre alla base di quello sinistro si situa lo stomaco. I reni sono riflessi agli angoli della bocca, mentre il perimetro delle labbra riflette l'intestino tenue. Sopra il labbro superiore avremo il pancreas, mentre la vescica e il retto sono sotto il mento.

Immagine | Alosojos

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: