Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

TECNICHE DI RIABILITAZIONE PER IL GINOCCHIO

Sicuramente una delle articolazioni più complesse del corpo e una delle più soggette a infortuni. E' buona norma saper quando consultare il medico e avere un'infarinatura degli esercizi di base per una buona riabilitazione.

Il ginocchio è una delle articolazioni più soggette ad infortuni, che siano essi sportivi, domestici o lavorativi.

Lo stress cinetico, il carico di lavoro quotidiano, il sovrallenamento, eventuali infiammazioni, incidenti, l’usura dovuta all’eta’ o ad uno stile di vita non propriamente corretto incidono sulla salute del ginocchio molto piu’ che su altre parti del corpo, anche perché sul ginocchio grava gran parte del peso el corpo.

Anzitutto sarebbe bene tenere allenata l’articolazione e sviluppare i muscoli della gamba in rapporto al peso e le sollecitazioni che il ginocchio deve continuamente sopportare ed elaborare. Detto questo, esistono programmi e protocolli di fisioterapia ben noti per venire incontro a chi ha bisogno di riabilitare il ginocchio.

Tutto dipende dal tipo di problema che andiamo ad affrontare, che può essere di diversa natura: osseo, cartilagineo, legamentoso e tendineo.

Le ossa coinvolte son il femore e la tibia, che trovano il loro punto di giuntura proprio nel ginocchio, protetto dalla capsula. La cartilagine è il rivestimento dell’osso che permetteai legamenti di fare il loro lavoro senza alcuna frizione osso contro osso, prevenendo usura e impatti diretti.

I 4 legamenti del ginocchio funzionano da ammortizzatori del ginocchio tenendo assieme in modo stabile le ossa. Infine i tendini connettono i muscoli che avvolgono le ossa e che supportano il ginocchio. Gli infortuni più classici sono la frattura, la rottura dei legamenti, la dislocazione, la lesione del menisco (cartilagine), borsiti, tendiniti ed altri.

Se soffriamo di un dolore cronico, anche se in grado di camminare, è il caso di consultare un medico per capire la specifica natura del problema prima che questo si cronicizzi. Generalmente alla base del trattamento ci sono il riposo e l’uso del ghiaccio.

Talvolta c'è necessità di un intervento medico per il trattamento di un‘infiammazione, per riportare le parti dell’articolazione nella corretta posizione, per bloccare la giuntura o addirittura di un intervento chirurgico.

 

Leggi anche Come evitare i dolori alle ginocchia andando in bicicletta >>

 

Alcune tecniche riabilitative per il ginocchio

> Tra gli esercizi più comuni in termini di riabilitazione ci sono quelli di stretching dolce. Il più dolce si esegue con l’ausilio di un muro sul quale poggeremo le mani e grazie al quale potremo estendere la gamba posteriore fin quant oil ginocchio de lo consenta. Il secondo, più comune, consiste nel prendersi il piede posteriormente e stirarlo fino all’altezza del gluteo, consentendo al ginocchio di flettere al massimo. Questi due esercizi fanno generalmente parte di una routine quotidiana riabilitativa.

> La buona forma dei gluetei è relazionata alla buona salute delle ginocchia, per tanto degli esercizi ideali sono quelli da fare sdraiati su un fianco, con la gamba inferiore stesa e rilassata mentre l’altra pian piano si alaza da terra e si piega ripetutamente. Nella stessa serie troviamo un altro interessante esercizio: faremo un ponte poggiandoci sulle spalle e mantenendo le ginocchia a 90 gradi. Da questa posizione obliqua stenderemo gradualmente le gambe estendendo il ginocchio per poi riporlo a 90 gradi sotto la pressione della gravità.

> Esercizi circolari per il ginocchio con vari strumenti sono essenziali per una buona riabilitazione. Possiamo tenere stretto tra le ginocchia un cubo di gommapiuma, un piccolo cuscino o un oggetto simile e, senza farlo cadere, piegare lateralmente le ginocchia e disegnare dei cerchi nell’aria in ogni direzione. Se fatto gentilmente, questo esercizio aiuterà la riabilitazione dei legamenti e dei tendini.

> Possiamo anche aiutarci con una sedia per fare degli squat controllati: mani sullo schienale nel nostro aiuto, piegheremo gradualmente le ginocchia scaricando il peso anche sulle mani per aiutarci e manenendo il più possibile la schiena dritta. Questo esercizio è anche un indicatore dei nostri progressi quotidiani.

> Un buon esercizio per gli inizi del protocollo riabilitativo consiste nello stare sdraiati con un cuscino sotto il ginocchio che deve lavorare. Lentamente e senza forzare, stendendo la gamba, alzeremo il piede da terra facendo lavorare un po’ il ginocchio.

 

Leggi anche La salute delle articolazioni >>

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: