Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
20688
Riabilitazione motoria

Per riabilitazione motoria s’intende quell'insieme di metodi che favoriscono il recupero di funzioni motorie perdute e evitano il verificarsi di complicazioni secondarie. Sia la riabilitazione motoria che la neuromotoria sono funzionali al recupero dei pazienti con disabilità motorie per patologie neurologiche (ictus, sclerosi multipla, morbo di Parkinson) ortopedico-traumatologiche soprattutto in fase post-chirurgica (protesi d'anca, di ginocchio e di spalla) e reumatologiche gravemente invalidanti con effetti di gravi disabilità (artrite reumatoide, ecc).

GUIDE Consigliate di Riabilitazione motoria

Chi sono i co-operatori?

Chi sono i co-operatori?

CO-OPERATORI | Riabilitazione motoria

Non ci sono co-operatori per Riabilitazione motoria. Clicca qui per candidarti come co-operatore.

Articoli più recenti

Cause del dito a martello Se dopo un'accurata visita da un medico o uno specialista vi siete resi conto di rientrare anche voi tra le innumerevoli persone che presentano la caratteristica del "dito a martello", ecco qui a seguire qualche pratico consiglio, tra esercizi di ginnastica e semplici rimedi che possono alleviare questo disturbo.  Il dito a martello è una trasformazione articolare che coinvolge principalmente le dita dei piedi, dal secondo al quarto dito. Si tratta di una... »

Di Valeria Gatti

Due figure a confronto: il fisiatra e l'ortopedico  Fermo restando che il parere del proprio medico di base è il punto fermo da cui partire, cerchiamo di capire quali sono le differenze principali tra le figure del fisiatra e del fisioterapista e a chi è più giusto rivolgersi in caso di bisogno. Il fisiatra è considerato in breve un medico che non opera, ma che è specializzato nella diagnosi e nella prognosi funzionale; di fatto riabilita e cura, ma sen... »

Di Valeria Gatti

La parte superiore del corpo e quella inferiore si uniscono tramite due articolazioni che legano il bacino alle gambe tramite le teste dei due femori, e tali articolazioni prendono il nome generico di anca o, in termini anatomici, articolazione coxofemorale. Per permettere il corretto funzionamento dell’anca, la cavita’ ossea chiamata cotile contiene una struttura di cartilagine articolare, fibrosa; stesso accade per la testa del femore, sferoide, ricoperta anch’essa di cart... »

Di Giacomo Colomba

Il ginocchio è una delle articolazioni più soggette ad infortuni, che siano essi sportivi, domestici o lavorativi. Lo stress cinetico, il carico di lavoro quotidiano, il sovrallenamento, eventuali infiammazioni, incidenti, l’usura dovuta all’eta’ o ad uno stile di vita non propriamente corretto incidono sulla salute del ginocchio molto piu’ che su altre parti del corpo, anche perché sul ginocchio grava gran parte del peso el corpo. Anzitutto sarebb... »

Di Giacomo Colomba

Quando parliamo di riabilitazione della spalla ci riferiamo a quella che in termini tecnici medici è chiamata articolazione scapolo-omerale, formata dalla capsula omerale inserita nella cavità glenoidea, tenute assieme dalla capsula articolare, dai tendini dei muscoli e dai legamenti propriamente detti. La riabilitazione fisioterapica della spalla è necessaria dopo interventi di natura chirurgica o dopo la riduzione di lussazioni o sublussazioni. Generalmente ciò ... »

Di Giacomo Colomba

Kinesiologia: cos'è il Touch for Health La kinesiologia è una tecnica terapeutica naturale che si basa sulla manipolazione fisica di muscoli e punti riflessi presenti sul corpo. La kinesiologia parte dal presupposto che una buona postura e un buon funzionamento del sistema scheletrico e muscolare condizionino tutto il benessere fisico, tramite la comunicazione delle varie parti del corpo: alto e basso, destro e sinistro, interno ed esterno. Ciò avviene agendo sul corretto... »

Di Loredana Zilioli

Chi è il fisiatra?  Il fisiatra è quel medico - quindi laureato in medicina e chirurgia - specializzato in Medicina Fisica e Riabilitativa, denominate anche Fisioterapia, Fisiatria o Medicina Fisica e della Riabilitazione. Il fondatore di tale ramo specialistico è stato il medico statunitense Frank H. Krusen nei primi anni del XX secolo, creando il primo Dipartimento di Riabilitazione al Temple Hospital di Philadelphia nel 1928 e scrivendo il libro base “Physic... »

Di Valeria Gatti

Il corpo ha unità funzionali che a loro volta comunicano tra di loro in un continuo di impulsi e reazioni interconnessi. In questa prospettiva un singolo movimento, anche un gesto poco impegnativo diventa un impulso che attiva varie aree tutte connesse. Va da sé che un movimento funzionale implica consapevolezza. In altre parole, se sto allungando una gamba non posso pensare che questo movimento non abbia conseguenze importanti anche sul retto dell'addome e sui muscoli stabilizz... »

Di Elisa Cappelli

Rispetto agli anni in cui la tecarterapia è stata introdotta prima in Spagna poi in Italia, nel nostro paese il numero dei fisioterapisti che ricorrono a questa strumentazione è leggermente diminuito, nonostante sia ancora molto alto. Difatti, la diffusione di discipline basate su comprensioni del corpo umano relative alla componente cranica e alla colonna vertebrale in rapporto alla parte viscerale sta prendendo piede anche in Italia, quando già in America e in Nord ... »

Di Elisa Cappelli

In molti si rivolgono allo strumento forse più noto tra le terapie elettromedicali, la tecar, strumento usato da fisioterapisti nel trattamento di varie patologie.   La tecar e le terapie elettromedicali  Tra le terapie elettromedicali anche la tecar solleva non pochi dubbi, in relazione all'effettiva efficacia. In molti altri casi ci sono stati ottimi risultati dati dalla macchina e dal riscaldamento che essa produce. Di base quando si ricorre a questa tecnica non si fa altr... »

Di Elisa Cappelli

Quando mi rivela che quel che impara lo impara costantemente dai suoi pazienti sorrido. In effetti, Marco Ferrara ha una buona dose di manualità, curiosità, intuito. E non è di quelli che si saziano con poco. Nel rispondere alle mie domande, ci ritroviamo subito alla chiave di volta e l’ambito del nostro dialogo sconfina verso strumenti pratici e concettuali per il lavoro su se stessi.  Laureato in fisioterapia, Marco ha poi approfondito anche il versante orien... »

Intervista a Marco Ferrara

Il metodo riabilitativo Neurac viene dalla Norvegia e si tratta a tutti gli effetti di un trattamento riabilitativo e un modo per tornare all’esercizio fisico. Dopo una prima valutazione iniziale si attraversano fasi graduali per il miglioramento e il recupero delle disfunzioni. Si migliora sul breve periodo, ma si lavora anche affinché il miglioramento persista e si mantenga; questa terapia per il movimento lavora per conservare le funzioni recuperate e per la riduzione del risc... »

Di Elisa Cappelli

Della malattia di Parkinson, com’è noto, non si guarisce, ma neppure si muore! La vita media si allunga per tutti, anche per chi è affetto da disturbi del sistema nervoso centrale! Nella malattia di Parkinson i disturbi sono dovuti alla irreversibile e progressiva degenerazione di alcune cellule nervose della sostanza nera: la conseguente carenza di dopamina, neurotrasmettitore che collega neuroni distanti fra loro, disturba l’attivazione dei circuiti delegati al con... »

di Dott. SALVATORE SCEBBA Idrokinesiologo

IDROKINESI: che bella scoperta!… Per quanto nasciamo in acqua caldi e confortati nel ventre materno, per quanto non possiamo vivere senza l’acqua che ci disseta, ci compone e ci regola, quasi mai ci ricordiamo che l’acqua sa essere un eccellente rimedio per mille situazioni di disagio, di stress, di dolore… Perché in queste situazioni non ricorrere alle calde acque che ci hanno generato e fatto vivere per nove mesi nell’accogliente nirvana della nostra ... »

di Dott. SALVATORE SCEBBA Idrokinesiologo

  Trattamento riabilitativo Con il termine 'trattamento riabilitativo' viene inteso l'insieme degli esercizi terapeutici volto a ripristinare e a preservare alcune abilità di cui il soggetto non dispone al momento, spesso a causa di una malattia o di un incidente. Ma tutto ciò non va pensato esclusivamente come un approccio di tipo meccanico. Il trattamento riabilitativo porta con sé un bagaglio derivante dalle scienze sociali, per le quali alcuni parametri di partic... »

Di Francesco Marchionna

1 di 2

Scarica flash player