Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
Carta Etica

PROFILO PROFESSIONALE

  • 54 anni, 7 anni di attività curriculum
  • 2004 Naturopata
ATTIVITA' ED ESPERIENZE

Tutto ha inizio diversi anni fa, quando in un angolo remoto dell’Asia fui invitato da esperti maestri indiani a sperimentare alcune antiche tecniche di autoelevazione spirituale che appartengono alla tradizione della medicina indiana. La proficua circostanza mi offrì l’occasione di entrare quasi subito in una relazione empatica con questo gruppo di persone, di cui poco conoscevo. Inizialmente io ed il resto del gruppo ospitato fummo adeguatamente preparati a conoscere quale doveva essere il vero atteggiamento con il quale ciascuno di noi avrebbe dovuto predisporsi, per meglio comprendere la forza generatrice, che l’esperienza in sé  avrebbe trasferito in ognuno di noi. La preparazione all’evento ci diede anche il vantaggio di conoscere interessanti verità  riguardo l’utilizzo di diversi tipi di minerali e cristalli, che loro comunemente usano per la loro forza energetica. 
Così come la pratica prevedeva, guidati da esperti maestri abbiamo iniziato a sperimentarne gli effetti su noi stessi, predisponendoci con un atteggiamento di assoluta fiducia, umiltà, sincerità e costanza, ad ascoltare tutte le sensazioni che prendevano forma in quel particolare stato.
Ad esperienza ultimata mi rimase la sensazione di essere stato protagonista di un grosso evento, e come se avessi provato la forma più ancestrale di elaborazione di tutti i miei umani conflitti, tanto da rischiarare in me la consapevolezza che l’essere umano è parte integrante della natura cosmica universale (generante), che in un continuo rapporto di equilibrio,  genera energia vitale che ci consente di vivere in armonia.
La consapevolezza di aver vissuto questa singolare esperienza che non ho mai dimenticato ha segnato in modo eloquente il mio intero percorso formativo, fino a quando, mentre seguivo un corso di bio-energetica funzionale applicata ai chakra sentii il desiderio di replicare le sensazioni vissute in precedenza. Tuttavia sapevo di non essere in possesso dei minerali e i cristalli che in quella occasione furono utilizzati dai maestri indiani, e che fino a quel momento pensavo fondamentali per il ripetersi dell’esperienza, in questa occasione si fece forte la necessità di scoprire qualche altra fonte energetica in grado di sopperire a tale mancanza.
L’idea di riprodurre artificialmente su semplici cartoncini colorati, le sensazioni che in natura emanano i  minerali di origine inorganica, mi sembrò  in quel momento uno degli espedienti, che comunque andava valutato,  con forte determinazione iniziai a lavorare sulle sfumature di ogni colore, fissando mescole che più delle altre riuscivano a sviluppare frequenze che producevano specifici effetti che di volta in volta sperimentavo sulla mia persona.
L’impresa ovviamente non si rivelò per niente semplice e trascorse un notevole tempo, prima che riuscissi ad ottenere la selezione cromatica in grado di replicare una forza generatrice molto simile a quella sperimentata in precedenza. Una volta individuata decisi di effettuare la prima stampa e per l’occasione scelsi la tecnica della quadricromia, con la quale è possibile riprodurre una stampa a colori mediante la sovrapposizione di tre colori fondamentali vale a dire cyan, magenta, giallo a cui si aggiunge il nero, in questo modo furono stampati su cartoncino  sette differenti colori: rosso, arancio, giallo, verde, blu, indaco e viola.
La scelta di questo metodo di stampa, non fu casuale, la stessa mi consentiva di potere assicurarmi la corretta sfumatura di colore desiderata, capace di emettere la giusta frequenza, per mezzo della quale si potevano stimolare  forti reazioni energetiche nell’essere umano, simile a quella sperimentata mediante l’utilizzo dei minerali e dei cristalli.
Ero dunque riuscito ad ottenere quello che mi mancava per far sì che l’esperienza si potesse replicare anche in assenza dei minerali e cristalli,  il colore stampato su carta era certamente in grado produrre frequenze  simili a quelli che in natura  producono i materiali di origine inorganica quali minerali e cristalli.
Per un lungo periodo io e mia moglie insieme ad un gruppo di volontari appositamente selezionati, ci dedicammo alla sperimentazione del sistema cromatico, annotando qualsiasi variazione sul piano psico-fisico derivati dalle continue applicazione di questa nuova forma di cromoterapia. Le annotazioni riguardavano le applicazioni sistemiche che facevamo ogni qualvolta che ci appariva un sintomo fisico, oppure in caso di insorgeva di qualsiasi tipo di dolore fisico, e sovente anche nei momenti di grosso accumulo di stress, e questo non era affatto insolito che si verificasse, in un mondo frenetico come quello in cui viviamo, in ogni modo gli effetti prodotti dopo venti minuti di applicazione cromatica erano davvero inaspettati. I soddisfacenti risultati ottenuti, mi indussero a sperimentare  una serie di esercizi cromatici, la cui efficacia fu valutata in base alle intensità e la qualità di  percezioni che di volta in volta si  manifestavano in ciascuna persona, appartenente al gruppo di sperimentazione, fino alla scomparsa del sintomo.  In questo modo furono raccolti una serie di importantissimi dati che diedero vita al  protocollo ufficiale del metodo Easy Therapy®,

 

MAPPA

FOTO

Nessuna immagine inserita.

VIDEO

Nessun video inserito

EVENTI

Non ci sono eventi inseriti.

ARTICOLI

Non ci sono articoli inseriti.

RISPOSTE

Non ci sono riposte.

COMMENTI

Non ci sono commenti.

OPINIONI

Non ci sono opinioni.