Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

BROMELINA EFFICACE CONTRO LA CELLULITE?

La bromelina è un derivato naturale costituito da enzimi in grado di scindere le proteine in elementi più semplici. Questa sua particolarità la rende molto utile, tra gli altri impieghi, nel trattamento della cellulite.

Bromelina: cos'è

Gli enizmi servono per scomporre le proteine in sostanze più semplici, gli aminoacidi, necessari alla sintesi delle proteine che vanno a formare il corpo, e alla produzione di energia.

La bromelina è costituita da enzimi proteolitici di origine vegetale, tra cui in particolare l'enzima cisteina proteinasi, in grado di concorrere alla scomposizione delle proteine, introdotte con l'alimentazione, in aminoacidi.

La bromelina può essere sintetizzata in laboratorio, oppure ricava direttamente da fonti vegetali reperibili in natura.

Il maggior contenuto di bromelina si trova nel gambo dell'ananas, nella polpa e in misura minore anche nel succo fresco.

 

Leggi anche Mirtillo per la circolazione >>

 

Bromelina: è efficace contro la cellulite?

Per le sue proprietà cliniche la bromelina si è dimostrata efficace, come fitocomplesso, nel supporto delle funzioni digestive, nella cura di stati infiammatori, come antiaggregante piastrinico, nella stimolazione della circolazione sanguigna, nella regolazione della concentrazione di colesterolo nel sangue, e nel trattamento medico ed estetico della cellulite.

La cellulite è molto di più di un semplice inestetismo: le cause che concorrono alla formazione dei cuscinetti e della pelle a buccia d'arancia portano anche ad un processo infiammatorio dei tessuti molli sottocutanei e della pelle.

La bromelina agisce anche come analgesico, contrasta la formazione di edemi e di coaguli di sangue. Grazie a questo la sua azione è diretta anche sulla cellulite, e gli alimenti contenenti bromelina risultano pertanto utili alleati contro la malattia, sia essa in stadio avanzato sia nei casi più lievi di semplice inestetismo.

Migliorando la circolazione permette di riassorbire la ritenzione idrica e l'infiammazione che si associa all'alterazione cellulare degli adipociti colpiti, sopratutto quando la cellulite risulta dolorosa al tatto e associata a insufficienza di smaltimento delle tossine da parte della circolazione linfatica.

L'assunzione di bromelina, infine, permette di migliorare il trofismo cutaneo, migliorando l'aspetto e la tonicità della pelle, anch'essa vittima dell'infiammazione derivante dalla cellulite.

Assumente la bromelina tramite gli alimenti è il modo migliore per assicurarsi il giusto apporto dei nutrienti associati.

La natura permette infatti di avere a disposizione non soltanto il principio attivo, ma anche un corollario di nutrienti in grado di interagire sinergicamente e potenziare l'effetto del particolare enzima o insieme di enzimi.

L'ananas si trova facilmente, e mangiarne una quantità ottimale (due fette possono bastare) ogni giorno è facile.

In alternativa esistono integratori a base di bromelina: si consiglia di scegliere quelli derivanti dal gambo dell'ananas e non quelli sintetizzati chimicamente. In questo caso la posologia varia da prodotto a prodotto.

Le controindicazioni riguardano l'assunzione di farmaci anticoagulanti, e stomaco e intestino irritabili o ulcere.

Per potenziare l'effetto dalla bromelina si possono associare altre terapie: il massaggio linfatico manuale, e la tecarterapia, danno ottimi risultati e permettono di smaltire in maniere più veloce le tossine mobilitate tramite l'assunzione di bromelina.

 

Leggi anche Ippocastano, un aiuto per la circolazione >>

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: