Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

AYAHUASCA, LE PROPRIETÀ DELLA BEVANDA ALLUCINOGENA

Dichiarata patrimonio culturale in Perù, l’Ayahuasca è una bevanda curativa ottenuta dall’infusione di piante provenienti dalla foresta amazzonica che da decenni attrae attenzione e interesse fuori dal suo contesto di origine per i numerosi benefici che è in grado di apportare. Scopriamo di cosa si tratta

L’ayahuasca è una bevanda tradizionale dalle proprietà allucinogene utilizzata da più di 2.000 anni dalle popolazioni indigene amazzoniche e andine di diversi Paesi (Perù, Venezuela, Colombia, Bolivia, Ecuador e Brasile) per la realizzazione di riti terapeutici e religiosi.

Soprannominata “la abuela” - la nonna - questa bevanda sacra è in grado di trasmettere conoscenze e saggezza ancestrali, armonia ed equilibrio psicofisico.  

Nel mondo occidentale l’ayahuasca è conosciuta da relativamente poco tempo, grosso modo a partire dalla pubblicazione del libro di William Burroughs e Allen Ginsberg "The Yage Letters” nel 1963, in cui i due autori narrano epistolarmente le proprie esperienze con la bevanda nella foresta amazzonica peruviana.

Nonostante la sua diffusione tra persone non appartenenti alle culture indigene amerindie sia recente, l’ayahuasca sta attraversando un processo di popolarizzazione incoraggiato da certi settori e criticato da altri.

Se la sua diffusione, risultato del più ampio processo di globalizzazione, può permettere a un maggior numero di persone di sperimentare le proprietà curative della bevanda, allo stesso tempo può provocare la mercantilizzazione di un sapere sciamanico tradizionalmente estraneo alle logiche lucrative del mercato.

Conoscere questo dibattito può essere utile per chi volesse avvicinarsi con consapevolezza a questa bevanda. Vediamo ora più in dettaglio in cosa consiste il rito dell’ayahuasca e le sue proprietà.

 

Preparazione e principi attivi

L’ayahuasca viene preparata da sciamani o curanderos come un decotto composto principalmente da due vegetali: le foglie di chacruna (Psychotria viridis) e le liane dell’ayahuasca o yagè (Banisteriopsis caapi) da cui riprende il nome l’intera bevanda.

Le foglie di chacruna contengono l’elemento principale di questa bevanda: la dimetiltriptamina o DMT, una sostanza prodotta naturalmente durante la fase REM, dalla nostra ghiandola pineale.

La liana, a sua volta, contiene alcaloidi che funzionano come inibitori della MAO, l’enzima che ha la funzione di rendere inattiva la DMT.

La combinazione dei principi attivi delle due piante, cotte fino a 16 ore, è dunque ciò che produce le proprietà dell’ayahuasca.

 

Scopri il potere del suono nello sciamanesimo

 

La cerimonia dell’ayahuasca

Il consumo dell’ayahuasca si effettua generalmente in ambito rituale, durante una cerimonia guidata da uno sciamano, “ayahuasquero”, e accompagnato da canti rituali, “ikaros”. I partecipanti si dispongono in cerchio e a turno bevono il decotto.

Dopo circa 30-40 minuti, iniziano gli effetti: tra questi, l’effetto purga e il vomito indotto dalla bevanda sono fondamentali per iniziare il processo di rinnovamento del corpo e della mente. Successivamente ognuno dei partecipanti inizia il proprio viaggio a contatto con il mondo spirituale o il proprio inconscio, a seconda del punto di vista.

L’ayahuasca può suscitare visioni spaventose, mettendo l’individuo di fronte ai propri traumi irrisolti, le proprie paure e, incluso, la materializzazione visiva della malattia che si vuole sconfiggere.

La cerimonia, che dura diverse ore, è un’esperienza particolarmente intensa che viene descritta dalle persone che la realizzano nei termini di una vera e propria morte e rinascita consapevolmente scelta su basi rinnovate e purificate.

 

Gli effetti benefici e curativi dell’ayahuasca

Oltre alle proprietà visionarie e psichedeliche, o forse proprio grazie ad esse, l’ayahuasca possiede proprietà benefiche e curative di diverso tipo che la medicina occidentale ha iniziato recentemente a studiare.

Non a caso, questa bevanda è chiamata “medicina” dalle popolazioni amazzoniche che ne fanno uso. I benefici descritti dalle persone che hanno consumato l’ayahuasca sono molteplici: sensazione di purificazione che può durare anche diversi mesi dopo l’assunzione, risoluzione dei disturbi della sfera emotiva e dell’umore, maggior consapevolezza, ritrovare il senso della propria vita, sperimentare una forte connessione con il mondo naturale.

Tra le proprietà curative che sembra avere l’ayahuasca vi sono le seguenti:

  • per il cancro al seno, alla prostata, al cervello, alle ovaie, all’utero, allo stomaco e al colon. Diverse persone hanno scelto questo percorso terapeutico per curare il cancro nelle sue diverse forme ed hanno testimoniato di essere guarite grazie all’ayahuasca. Per questo, la comunità scientifica ha iniziato ad interessarsi allo studio dell’efficacia di questa bevanda medicinale secondo parametri medici e farmacologici. Un interessante studio su questo aspetto è stato pubblicato nel 2013 dal giovane ricercatore Eduardo Schenberg, dell’Università Federale di Sao Paulo, in Brasile.
  • per il trattamento delle dipendenze da sostanze: tossicodipendenze, farmacodipendenze, alcolismo e tabagismo.

 

Scopri le altre cure naturali contro la depressione

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: