Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

EFFETTI COLLATERALI

Gli effetti collaterali della Passiflora

La passiflora (Passiflora incarnata) è una pianta officinale appartenente alla famiglia delle Passifloracee. Originaria delle zone tropicali e subtropicali del centro e del sud America, fu introdotta in Europa nel 1610 da Emmanuel de Villegas, padre agostiniano che rientrava dal Messico. Oggi è conosciuta per la sua azione calmante, ed è infatti utilizzata per i disturbi della sfera nervosa. Scopriamo le caratteristiche e gli effetti collaterali della passiflora.

Passiflora

 

Passiflora: caratteristiche e proprietà

La passiflora è una pianta erbacea perenne con arbusti dal portamento rampicante. Il fusto è ramificato e sottile, le foglie sono alterne e lanceolate, i fiori sono ermafroditi, con brattee di varia forma, 5 sepali, 5 petali e una corona di filamenti.

I frutti sono bacche ovoidali con una polpa gelatinosa interna ricca di piccoli semi di forma appiattita. 

La passiflora è ricca di alcaloidi, flavonoidi, fitosteroli, acidi fenoli, cumarine, eterosidi, cianogenici, tracce di olio essenziale. Agisce sul sistema nervoso centrale svolgendo un’azione calmante, sedativa e ansiolitica.

La passiflora, quindi, è utile in caso di insonnia, stress, senso di angoscia, nevrosi, disturbi della menopausa, depressione e tachicardia.

Inoltre, la presenza di alcaloidi armanici le conferisce un’azione antispasmodica, che porta al rilassamento del tessuto muscolare liscio dell’utero, dell’apparato gastrointestinale e bronchiale.

 

Gli effetti collaterali della Passiflora

La passiflora non deve essere assunta in concomitanza con altri farmaci ansiolitici poiché potrebbe potenziarne gli effetti, portando: 

  • nausea, 
  • vomito,
  • tachicardia, ipereccitazione e allucinazioni (effetto paradosso). 

Inoltre, l’uso della passiflora è sconsigliato in caso di gravidanza poiché contiene armaline dall’effetto ossitocinico, che possono provocare contrazione pretermine. 

Data la sua azione calmante, che può indurre sonnolenza, la passiflora non va assunta in caso di guida o di svolgimento di lavori pericolosi, perché potrebbe alterare la prontezza dei riflessi.

 

Ti potrebbero interessare anche:

>  Proprietà e uso della tintura madre di passiflora
>  Nervosismo? Prova la passiflora!
>  Insonnia addio, grazie alla passiflora
>  Specie di passiflora e la loro coltivazione
>  Il frutto della passiflora
>  Come si coltiva la passiflora?

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy