Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

ALIMENTI

Pappa reale, proprietà e benefici

La pappa reale è un prodotto di origine animale tonico, ricostituente e antiinfiammatorio. Scopri le proprietà, le caratteristiche nutrizionali, le controindicazioni della pappa reale e quando assumerla.

 

La pappa reale è un prodotto di origine animale di natura proteica. Ricca di zuccheri e sali minerali, è un ottimo tonico e stimolante. Scopriamola meglio.

>  1. Che cos'è la pappa reale

>  2. Dove si trova 

>  3. Storia della pappa reale

>  4. Proprietà della pappa reale

>  5. Pappa reale, alleata di

>  6. Usi della pappa reale

>  7. Controindicazioni

Pappa reale, proprietà e benefici

 

Che cos'è la pappa reale

La pappa o gelatina reale è un prodotto di origine animale, secreto esclusivamente dalle api operaie nutrici, quindi in età compresa tra il 5° e il 14° giorno di vita adulta, come secrezione di alcune ghiandole poste sul loro capo.
Si tratta di una sostanza di natura proteica, di color giallo chiaro, dall’odore caratteristico e di sapore acidulo-zuccherino, la cui produzione è conseguenza di una supernutrizione di polline da parte delle api.

E’ un alimento somministrato a tutte le giovani larve fino al terzo giorno di vita e in seguito riservato soltanto a quelle che dovranno diventare le api regina, mentre le altre (futuri maschi e operaie) riceveranno una mescolanza di miele e polline.
Tenendo presente che una regina ha un ciclo vitale di oltre cinque anni, mentre un’operaia di 45-90 giorni circa, la differenza è determinata essenzialmente dall’alimentazione dell’ape regina.

 

Dove si trova la pappa reale

La pappa reale è prodotta dagli apicoltori in quantità attraverso un inganno delle api operaie, le quali cominciano a produrre la pappa per un gran numero di regine, delle quali, al termine della raccolta, sopravviveranno solo poche.

Il procedimento consente di raccogliere solo pochi grammi di pappa reale, a fronte di lunghe ore di lavoro dell'apicoltore, da qui i costi considerevoli del prodotto. La raccolta  dagli alveari avviene per raschiatura manuale effettuata con utensili non metallici o per suzione attraverso tubicini di vetro.

La pappa reale grezza è posta in contenitori di vetro sterili fino a che non raggiunge una quantità sufficiente per la lavorazione.

La pappa è, quindi, filtrata per rimuovere le impurità e, poi, raffreddata in speciali contenitori o liofilizzata.

La pappa reale è presente in commercio fresca e conservata in frigorifero, oppure liofilizzata e proposta in vari formati: capsule, polvere, fiale.

 

Storia della pappa reale

Mentre il miele è conosciuto fin dall’antichità, bisogna arrivare fino alla metà del XVII secolo per conoscere la pappa reale.

Il primo che ne parlò fu lo scienziato olandese J. Swammerdan, che ne descrisse il sapore. Successivamente Reamur fisico francese, ne parlò nei suoi scritti sulla “Storia degli insetti”, descrivendone anch’egli il sapore.

Nel 1788 il naturalista svizzero F. Huber “battezzò” con il termine gelatina reale “la sostanza biancastra con cui sono nutrite le api regine”. Un secolo più tardi, Perez scoprì che il prodotto veniva somministrato a tutte le larve d’ape nei primi 3 giorni di vita. La somministrazione continuava, invece, negli individui destinati a diventare api regine.

Nel 1912, lo studioso tedesco J. Langez, attribuì con precisione la provenienza di questa secrezione alle ghiandole ipofaringee delle api nutrici.

In Italia la produzione di pappa reale iniziò negli anni 1960-1965, continuò per tutti gli anni ’70, fino a scomparire, quasi totalmente, negli anni ’80 a causa delle ingenti importazioni di pappa reale provenienti dai paesi asiatici, Cina in testa; ora, dopo molti anni, la produzione italiana sta riprendendo vita.

 

Proprietà della pappa reale

I costituenti principali della pappa reale sono acqua, proteine, zuccheri, lipidi e sali minerali. Anche se presentano delle variazioni notevoli, la composizione della gelatina reale rimane relativamente costante confrontando alveari diversi.

L’acqua compone circa i due terzi della gelatina reale fresca ma analizzando il peso secco, le proteine e gli zuccheri sono le frazioni di gran lunga più rappresentate.

Le proteine compongono in media il 73.9% in peso; una gran parte della quale sottoforma di aminoacidi, sia allo stato libero sia combinato. Tutti gli otto amminoacidi essenziali per l’uomo sono presenti.

Gli zuccheri comprendono principalmente fruttosio e glucosio in proporzioni relativamente costanti, simili al loro contenuto nel miele, il fruttosio quindi prevale. In molti casi il fruttosio e il glucosio rappresentano assieme il 90% degli zuccheri totali mentre il contenuto di saccarosio varia considerevolmente da un campione all’altro.

Il contenuto lipidico è, da molti punti di vista, una caratteristica molto interessante della gelatina reale. La frazione lipidica è costituita per l’80-90% in peso da acidi grassi liberi con strutture molecolari insolite nonché rare. Essi sono principalmente acidi grassi idrossilati o acidi dicarbossilici a corta catena comunemente contenuti in alimenti di origine animale e vegetale.

Questi acidi grassi sono responsabili della maggior parte delle proprietà biologiche associate alla gelatina reale.

I sali minerali contenuti in maggior quantità sono, in ordine decrescente K, Ca, Na, Zn, Fe, Cu e Mn, con una forte prevalenza del potassio.

Le vitamine presenti in grande quantità sono la Tiamina (B1), Riboflavina (B2), Nicotinamide (B3 o PP), Acido Pantotenico (B5), Piridossina (B6), Mesoisositolo (B7), Biotina (Be o H), cido folico (B9). Presenti in piccolissime quantità sono la Vitamina A, Vitamina C, Vitamina D, Vitamina E.

Altri costituenti sono l’Acetilcolina, un fattore antibatterico e antibiotico, prodotto durante la  digestione delle api di melata, nettare e polline.

 

Gli oli essenziali tra i rimedi naturali con proprietà antibatteriche

Oli essenziali, proprietà e benefici

 

Pappa reale, alleata di

La gelatina reale è stata inizialmente riconosciuta per i suoi effetti ringiovanenti sull’organismo umano.
Assunta oralmente per 1 - 2 mesi, lasciandole il tempo di fondersi sotto la lingua nelle dosi di 200 – 500 mg al giorno, funge da tonico e da stimolante, con un effetto euforico sugli esseri umani in buona salute. L’assunzione di gelatina reale è solitamente associata a un senso di benessere generale, cioè sortisce un effetto positivo nei riguardi delle performance fisiche e intellettuali (aumentata resistenza ad affaticamento, capacità di memorizzazione migliore) e sul loro stato mentale (senso di benessere ed euforia).

La presenza di vitamina B5 è un potente "anti-eta’": ritarda gli effetti dell’invecchiamento della  pelle e funziona bene anche in alcune patologie, come ad esempio contro il lupus eritematoso.
La componente più’ preziosa della pappa reale è l’acido 10-idrossidecenoico, un grasso che esercita attività antibatterica e antitumorale.

Questo importantissimo principio organico è presente nell’alimento fresco e raggiunge la sua massima concentrazione durante la fase di elaborazione della pappa reale che si svolge nelle ghiandole faringee delle api nutrici e diminuisce man  mano che il prodotto invecchia.

Proprio questo fatto ci informa sulla necessità di consumare quanto più possibile la pappa reale fresca. Inoltre, riguardo all’acido 10-idrossidocenoico (Hda) è importante controllare che il suo contenuto sia pari all’1,9% del prodotto, perché solo a partire da una concentrazione pari al 1,5% la pappa reale ha potere antibatterico e antitumorale. 

La pappa reale è usata per fortificare l’organismo in periodi particolari, come i cambi di stagione, prima di un esame, in momenti di stanchezza, affaticamento, ddalle donne in gravidanza o in fase di allattamento, da bambini e anziani, per via delle sue proprietà benefiche.


Usi della pappa reale

Può essere usata fresca o liofilizzata.
Si assume per via orale, a stomaco vuoto, preferibilmente 15-30 minuti prima della colazione, a dosi variabili a  seconda della costituzione e delle necessità.
La dose è di circa una palettina (0.5-1 g) sciolta sotto la lingua per ottenere un maggior beneficio perché le ghiandole sublinguali ne favoriscono l’assorbimento senza l’intervento dei succhi gastrici che potrebbero limitarne l’effetto positivo.
E’ consigliabile l’utilizzo 2-3 volte l’anno per periodi di 20-30 giorni.

Da quanto detto si può notare che gli elementi chimici presenti nella composizione della pappa reale sinergizzano perfettamente tra loro e ne moltiplicano l’efficacia, anche se contenuti in piccolissime quantità.
La gelatina reale racchiude in se quasi tutti gli elementi base della vita, per questo motivo è utilissimo farne uso a qualsiasi età e senza alcuna preoccupazione. I suoi campi d’impiego sono pressoché illimitati poiché essa rappresenta una naturale integrazione alimentare e manifesta la sua azione su tutto l’organismo.

 

Controindicazioni

La pappa reale non ha controindicazioni. Sebbene avvenga raramente può causare in alcuni individui reazioni allergiche.

 

LEGGI ANCHE
La pappa reale tra i rimedi naturali per lo stress

 

Altri articoli sulla pappa reale:
>  Energia e benessere dalla pappa reale
>  I prodotti dell'alveare

Pappa reale, quali controindicazioni?

La pappa reale fa ingrassare?

 

Immagine | Wikipedia

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy