Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

A SCUOLA DI ORTO

Provate a mettere davanti a un gruppo di bambini un cesto pieno di ortaggi e a chiedere loro di dirvi come si chiamano e in quale stagione crescono: molti non sapranno rispondere. Conoscere gli ortaggi e gli altri prodotti che la terra ci offre è invece molto importante: lo è nell’ambito dell’educazione all’ecologia, ma soprattutto nel contesto dell’educazione alimentare

Sarebbe molto bello se ogni scuola avesse il proprio orto. Certo fare l’orto a scuola non è una cosa semplice, ma nemmeno impossibile.

 

Se ci fosse un orto per ogni scuola

Negli ultimi anni sono state infatti diverse le realtà scolastiche che hanno investito tempo e risorse nella coltivazione di un piccolo orto biologico a scuola: ce ne sono state praticamente in tutte le regioni d’Italia, dalle Marche alla Liguria, dall’Abruzzo alla Campania.

La finalità è soprattutto quella di insegnare l’ecologia profonda ai bambini e ai ragazzi in età scolare, facendo vivere loro l’esperienza diretta di come si coltiva la terra e quindi di come nascono i cibi vegetali.

I bambini, a partire dalla scuola dell’infanzia, a contatto con l’orto potrebbero interiorizzare una serie di concetti e di abitudini sani ed ecologici, per crescere meglio e vivere in maniera più naturale.  

 

I bambini imparano a riconoscere le erbe

 

Cosa può insegnare un orto a scuola

Un orto a scuola può insegnare ai bambini diverse cose:

  • un sistema ecologico non genera rifiuti, perché gli scarti di una specie sono il cibo di un’altra;
  • ogni periodo dell’anno dà i suoi frutti e quindi non bisogna mangiare sempre gli stessi alimenti, ma portare in tavola frutta e verdure di stagione perché è più sano e più naturale;
  • vivendo la ciclicità dei prodotti della terra, si impara anche che il pianeta è limitato e che non tutto può crescere contemporaneamente, esistono quindi cicli vitali da rispettare;
  • l’acqua è un elemento importantissimo e bisogna averne cura;
  • progettare un orto, coltivare la terra costa fatica e risorse: il cibo che ne deriva è dunque prezioso;
  • gli uomini fanno parte di un ciclo vitale più ampio e ogni elemento di questo ciclo vitale ha il proprio ruolo e il proprio peso;
  • un seme, pur essendo piccolissimo, ha un grande potenziale; per poter crescere e diventare frutto ha però bisogno dei suoi tempi e di cura. L’orto a scuola può anche insegnare quindi che per ottenere risultati occorre impegnarsi, pazientare e attendere.

I bambini che coltivano l’orto a scuola sviluppano un rapporto più profondo con la natura, un rapporto che potremmo definire emotivo e… sicuramente mangeranno con grande entusiasmo gli ortaggi che loro stessi hanno coltivato, imparando a nutrirsi con alimenti semplici, genuini, colti nella loro stagionalità e quindi ricchi di nutrienti.

 

Scopri il progetto Asilo nel Bosco ad Ostia

 

 

Immagine | woodleywonderworks

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: