Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

ORTO SUL BALCONE: COME SI FA?

L'orto sul balcone e sul terrazzo è il simbolo del nuovo movimento di ortocoltori urbani. Ecco come fare un orto sul balcone: dove si può coltivare, quali strumenti e attrezzi servono, consigli e idee per accompagnare l'autoproduzione di ortaggi in spazi ristretti.

Orto sul balcone: dove possiamo coltivare

Per fare un orto sul balcone o sul terrazzo avremo necessità di uno spazio esterno alle mura della casa dove poter far crescere le nostre piantine.

La superficie disponibile può essere anche molto ristretta, solo di qualche metro quadrato, che riuscirà a diventare, con un buon uso dei vasi, molto più ampia ottenendo in questo modo più superficie da coltivare per il nostro orto domestico.

Se non avessimo a disposizione un balcone, ricorreremo comunque agli spazi vicino alle finestre, negli antri delle scale illuminate, e persino un solo davanzale sarà sufficiente e potrà diventare uno spazio comunque da adibire alla coltivazione delle piante da orto.

La prima informazione che ci serve, oltre sapere lo spazio disponibile per l’orto, è conoscere la situazione della posizione dove andremo a coltivare:
  > orientamento: posizione rispetto all’asse terrestre (es: Nord-Sud o Est-Ovest);
  > esposizione: il numero di ore di sole che riceve la nostra zona;
  > illuminazione: le are illuminate di più e di meno dal sole;
  >  zona climatica di appartenenza: determina il clima presente nella zona;
  > la presenza del vento e la sua influenza.

Queste informazioni sono essenziali per una buona progettazione dell’orto sul balcone e per poter così sceglier le piante rispettando le esigenze di ciascuna di loro.

 

Come progettare un orto

Orto sul balcone, ecco cosa ci serve

I materiali e gli utensili per l’orto sul balcone sono molto simili a quelli necessari per un orto tradizionale con qualche accorgimento.

Ovviamente servono vasi in grande quantità e solitamente anche di grandi dimensioni per avere più spazio possibile dove coltivare. Andranno bene comunque di ogni forma e di diverse misure, anche i materiali possono essere vari, ricordando sempre che i vasi migliori sono di terracotta perché più traspiranti, dopodiché quelli di plastica e altri materiali.

Sarà bello sperimentare e provare a realizzare svariate idee di riciclaggio e riuso creativo per i vasi e contenitori fai da te. Il loro posizionamento e la loro scelta, sia di forma che di materiale, è indirizzata secondo alcuni principi della coltivazione in spazi ristretti che serve proprio per ottimizzare lo spazio e per la miglior idoneità alle esigenze delle singole piante coltivate.

Serviranno altri materiali e strumento per l’orto sul balcone, come:

  • terriccio di alta qualità e in varie formulazioni a seconda delle piante che sceglieremo di coltivare;
  • concime: ottimo il compost autoprodotto e fertilizzanti naturali ed ecologici;
  • piccoli strumenti da giardiniere: palette, zappette, rastrello, forbici da potatura e normali;
  • protezioni come piccoli tunnel, mini serre e semenzai per aiutare la crescita delle piantine;
  • strutture verticali come bastoni, piccole staccionate, reticelle, graticci per far crescere in altezza le piante rampicanti;
  • sementi, bulbi e piante a seconda di cosa vogliamo e possiamo coltivare in questo spazio (fiori, frutti, foglie, radici, bulbi, ecc...);
  • vari segnalini e un pennarello indelebile per scrivere ed imparare il nome di quali piante stiamo coltivando;
  • libri di consultazione per conoscere le piante e per la coltivazione in spazi ristretti o sul balcone;
  • un quaderno e un calendario per scrivere appunti e programmare le varie attività.

Per l’irrigazione è consigliabile montare un impianto a goccia regolato con timer e collegato direttamente alla rete idrica. Nel caso non fosse possibile effettuare l’impianto irriguo autonomo rimarrà il compito di innaffiare direttamente a mano con l’innaffiatoio imparando la difficile arte della corretta quantità di acqua per ciascuna pianta.

Una buon aiuto, semplice, comodo ed economico, consiste nel posizionare sui vasi degli appositi dosatori che fanno scendere lentamente l’acqua da una bottiglia capovolta.

 

Idee per accompagnare l’orto sul balcone

Compostiera per un compost fai da te, facile ed economico: dagli scarti della cucina e dai rifiuti organici delle piante stesse come foglie e rametti secchi, potrai autonomamente produrre un ottimo concime naturale che diventerà il perfetto fertilizzante ecologico per le tue piante coltivate sul balcone.

Creatività per il riciclo e riuso: qualsiasi oggetto può cambiare il suo uso e diventare altro dalla propria funzione originaria. Questa attitudine a trasformare e vedere una seconda vita negli oggetti che abbiamo intorno tutti i giorni è una buona stimolazione della parte del nostro cervello che ha bisogno di inventare e creare, quindi libero sfogo alla creatività!

Un paio di stivali bucati diventeranno vasi coloratissimi, una teiera di ceramica forata potrà essere appesa e ospitare una bella pianta ricadente, un contenitore delle uova potrà essere il semenzaio per la nascita delle nostre piantine. Divertimento e creazione.


In Italia boom di orti

Secondo i dati rilevati dalla Coldiretti sono ben un milione gli italiani che coltivano il proprio balcone o la propria terrazza o persino i propri davanzali con piante e ortaggi, una vera e propria esplosione di orticoltura domestica.

Almeno 1 italiano su 4 sceglie di autoprodurre frutta, verdura e vari cibi vegetali partendo dalle proprie mani e dalla propria casa. Un movimento di indipendenza e anche una scelta sorretta da un risparmio economico e dalla soddisfazione di ottenere alimenti genuini, sani e gustosi. Senza dimenticare che secondo l’ortoterapia la vista del verde, le attività legate al giardinaggio e all’accudire le piante sono un vero toccasana per il nostro corpo e accrescono migliorando il nostro benessere.

In conclusione se ancora non avete iniziato a coltivare il vostro balcone è arrivato il momento di provare, in questo modo potrete sperimentare direttamente su voi stessi i benefici dell’ortocoltura sul balcone.

 

Ecco come fare l'orto in terrazzo

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: