Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

COLTIVARE LE FRAGOLE NELL'ORTO

Le fragole sono tra le colture più facili e più soddisfacenti da coltivare; sia i principianti che gli esperti amano crescerle e raccoglierle. Ecco come coltivare le fragole nell'orto

Le fragole hanno poche esigenze colturali adattandosi bene ai differenti climi di tutta la nostra penisola.

Ne esistono di vari tipi: andiamo a conoscerle e a scoprire come coltivarle fragole.



Le varietà di fragole

Esistono molte varietà di fragole, indicativamente 600 tipologie anche se possiamo fare una divisione in due grandi gruppi, distinti per il momento di fioritura:

  1. le fragole unifere o non rifiorenti che producono frutti una sola volta l’anno durante la primavera
  2. le fragole bifere o rifiorenti che invece producono più volte all’anno da primavera ad autunno.

In commercio si trovano principalmente le rifiorenti che vengono scelte proprio per la loro lunga produzione, anche se alcune varietà di unifere hanno un'ottima produzione con un gusto delizioso e grandi dimensioni che compensano lo svantaggio di avere un'unica fioritura annuale.

Inoltre le varietà unifere sono più indicate per avere un'unica raccolta più idonea quando vogliamo preparare la marmellata di fragole o vogliamo conservarle in grandi quantità essiccate o in congelatore; per il consumo fresco sono invece migliori le varietà rifiorenti che continuano a produrre minori quantità ma per un periodo molto più lungo.

 

Coltivazione delle fragole

Il momento di coltivare le fragole è la primavera da fine febbraio ad aprile anche se viene consigliato un trapianto autunnale che permette un miglior adattamento delle giovani piantine al suolo avendo così una migliore fioritura già alla prima primavera.

Per alcune varietà di fragole passare il periodo invernale già a dimora è importante perché necessitano di freddo per dare un più abbondante raccolto di fragole.

Le fragole solitamente vengono trapiantate perché partire invece con la semina è veramente più difficile che acquistare direttamente le piantine pronte per la coltivazione in campo o in vaso. 

La distanza da tenere per mettere a dimora le fragole è di 20 o 30 centimetri l’una dall’altra e 40 centimetri tra le file; basta fare un buco profondo quanto il panetto di terra e ricoprire bene la base della piantina di fragole con il terreno.

Le successive cure vedono di tenere diserbato il terreno intorno alle fragole che può essere anche aiutato con la tecnica della pacciamatura. Infatti solitamente viene aggiunto materiale organico come la paglia alla base delle piantine di fragole e ricoprendo il terreno questa pacciamatura organica riesce a controllare la crescita delle erbe spontanee, mantiene l’acqua e la giusta temperatura proteggendo le piante di fragole e permettendone così una crescita migliore.

Un avversario difficile per la coltura delle fragole sono gli insetti e gli animali: le lumache sono ghiotte di questo frutto e quindi la loro posizione così vicino al suolo e il loro gusto così gradevole le richiama nell’orto.

Per evitare questo problema esistono diverse soluzioni naturali come la birra, i fossetti con cenere o altri materiali, senza così dover ricorrere a prodotti chimici di sintesi e pesticidi che possono essere molto pericolosi nelle aree domestiche, soprattutto per bambini e animali.

 

Frutta top di maggio: come mangiare le fragole

 

Posizione e terreno per le fragole

Le fragole amano l’esposizione solare quindi nell’orto vanno posizionate in pieno sole, a parte alcune varietà come le fragoline di bosco che già dal nome invece preferiscono zone d’ombra, al riparo dal sole diretto.

Per il clima, come detto non temono il freddo tanto che alcune varietà crescono sponatnee oltre i 1000 metri di altitudine.

Il terreno adatto per la coltivazione delle fragole è sicuramente un po’ sabbioso con una buona parte superficiale di composto e sostanza organica.

Il pH ottimale del terreno dovrebbe essere per le fragole intorno a 6 quindi leggermente acidulo, ma in generale le fragole non hanno grandi pretese.

 

Irrigazione delle fragole

Per l’annaffiatura le fragole hanno necessità di abbondante acqua nel momento del trapianto delle giovani piantine e nel momento della fioritura.

Nei periodi più secchi richiedono acqua, ma indicativamente non hanno grandi esigenze idriche anche se regolari; rimane però importante evitare ristagni d’acqua che possono portare a marcescenze e malattie o comunque rischiano di indebolire la pianta.

Un buon drenaggio del terreno aggiungendo magari pomice o altri materiali porosi come l’argilla espansa permetterà di avere la giusta distribuzione di acqua e il miglior drenaggio per le fragole.

Una buona regola per annaffiare le fragole è farlo al mattino stando attenti a non bagnare le foglie ma soltanto la base della piantina di fragole, sempre per non mettere in stress la pianta e per evitare malattie. Ottimo è l’uso degli impianti a goccia che aiutano a risparmiare l’acqua dando la giusta dose nel punto preciso del gocciolatore.

 

Propagazione delle fragole

Dalla coltivazione delle fragole è possibile ottenere altre piantine di fragole da trapiantare in altre zone dell’orto o del giardino o anche in vaso.

Basta aspettare che le fragole sviluppino sino alla produzione dei loro rami laterali detti stoloni, che vengono tagliati dalla pianta madre e trasferiti a nuova dimora dando vita così a una nuova piantina identica alla pianta madre.

Gli impianti di fragole possono durare sino a 4 anni e con questo metodo di propagazione potremo avere sempre nuove piantine.

 

Fragole, fragole e ancora fragole …

Le fragole sono un alimento amato da tutta la famiglia sia per il suo sapore che per le sue ottime proprietà benefiche: infatti sono molto ricche di vitamina C e flavonoidi.

Il coltivare fragole diventa così non solo un hobby ma anche una produzione di un frutto salutare per tutta la famiglia. Più piantine avremo nel nostro orto o anche soltanto coltivate in qualche vaso sul balcone o sul davanzale, più potremo avvalerci di una produzione che si aggira indicativamente per ogni piantina di fragole da 0,5 a 1 kg di raccolto al mese.

Scegliere tra le diverse varietà e scoprire le sfumature di sapore, di forma e di dimensioni è un viaggio nel mondo rosso di questo delizioso frutto e portare con noi i bambini in questo viaggio è sicuramente molto entusiasmante; infatti ai bambini piace molto coltivare le fragole per non parlare di andarle a raccogliere e mangiarle direttamente riscaldate dal sole estivo. 

Sia per loro che per tutti gli amanti del verde è quindi sicuramente consigliato avere piccoli angoli di coltivazioni di fragole fresche e fragranti da condividere insieme alle persone care.

 

Le fragole e le altre piante per l’orto in terrazzo

 

Per approfondire:

> Le calorie delle fragole


Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: