Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

OLII ESSENZIALI

OLII ESSENZIALI

Olio essenziale di cannella, proprietà e benefici

L'olio essenziale di cannella è ricavato da Cinnamomum zeylanicum, una pianta della famiglia delle Lauraceae. Conosciuto per le sue proprietà antisettiche e tonificanti, è utile contro diarrea, tosse e raffreddore. Scopriamolo meglio.

>  Proprietà dell'olio essenziale di cannella

>  Descrizione della pianta

>  Uso e consigli pratici

>  Controindicazioni dell'olio essenziale di cannella

>  Cenni storici

olio essenziale di cannella

 

Proprietà e benefici dell'olio essenziale di cannella

Tonificante, se inalato, favorisce la creatività e l’ispirazione. Riscalda il cuore e dona un’avvolgente sensazione di “casa”, aiuta nei casi di freddezza interiore, depressione, solitudine e paura.

Antisettico, come tutti gli olii essenziali esercita una potente azione antibatterica ad ampio spettro. In uso interno, 2 gocce diluite in poco miele, è utile in caso di diarrea provocata da infezioni intestinali e parassiti. Per questa proprietà è anche un rimedio efficace contro l’influenza, in presenza di tosse e raffreddore.

Carminativo qualche goccia in olio di mandorle, massaggiato sull’addome favorisce l'eliminazione e l'assorbimento dei gas intestinali e aiuta il processo digestivo.
Stimolante del sistema nervoso, con blando effetto afrodisiaco, accelera la respirazione e il battito cardiaco. 

 

Descrizione della pianta

Albero sempreverde di 5-6 m. originario di Ceylon, Malaysia, India e dell’Asia tropicale. 
Ha una corteccia dal caratteristico colore rosso bruno, molto profumata. 
Essa presenta uno spessore sottilissimo, elevata fragilità, superficie liscia e colore più scuro nella parte interna.
 L’olio essenziale si ricava dalla corteccia dei rami, di circa tre anni, che si arrotola per effetto dell'essiccazione. Le foglie, sono coriacee, opposte, ovate, lunghe in media una dozzina di centimetri; da giovani hanno un colore rossastro, che diventa verde pallido una volta adulte. I fiori sono piccoli, bianchi, molto aromatici e riuniti in infiorescenze portate all’apice o all’ascella delle foglie. Il frutto è una bacca viola contenente un singolo seme.

 

Parte utilizzata

Corteccia dei giovani rami e foglie

 

Metodo di estrazione

Distillazione in corrente dì vapore

 

Nota 

Nota di base: profumo caldo, speziato, secco, dolce

 

Cannella: proprietà, benefici e uso

Cannella, proprietà e benefici

 

Usi e consigli pratici sull'olio essenziale di cannella

Diffusione ambientale: 1 gc per ogni mq dell’ambiente in cui si diffonde, mediante bruciatore di essenze, o negli umidificatori dei termosifoni.

Suffumigi in una bacinella di acqua bollente mettete 8-10 gocce di olio essenziale di cannella, coprire il capo con un asciugamano e inspirare col naso profondamente per 3 minuti, interrompete brevemente e riprendete a inspirare. Continuare in questo modo finché l'acqua sprigionerà vapore.

Olio per massaggi: in 200 ml di olio di mandorle dolci mettere 20 gocce, massaggiare, 2-3 volte al giorno, il ventre in caso di digestione lenta, in presenza di gas intestinali e diarrea.

 

Controindicazioni dell'olio essenziale di cannella

A forti dosi l’inalazione può determinare uno stato convulsivo. Sulla pelle è un rubefacente cioè determina un forte riscaldamento della zona, per cui il suo utilizzo necessita prudenza.
 L’uso interno va fatto per breve tempo, per evitare la sensibilizzazione delle mucose. È controindicato in gravidanza, allattamento e nei bambini. Prima di qualsiasi tipo di assunzione rivolgersi all’erborista.

 

Scopri anche le proprietà della tintura madre di cannella

 

Cenni storici

Nella medicina tradizionale cinese, la cannella era considerata un toccasana. Verso 2700 a.C. entrò nella composizione di tutti i rimedi senza eccezione, per la sua azione stimolante, digestiva, e antisettica. Tra i suoi pregi, i Cinesi menzionavano il potere di migliorare il tessuto, l'aspetto e la qualità della pelle e di conferire all'incarnato un aspetto più giovane.

Nella medicina ayurvedica era impiegata come rimedio contro l'impotenza e per le sue virtù riscaldanti e digestive legate all’elemento fuoco.
É una delle spezie più antiche, conosciuta e utilizzata da sempre anche in Occidente per la sua potente azione antibatterica: veniva anche largamente usata per conservare le carni, perché ne bloccava il processo di putrefazione.

Per questo motivo già nel 2000 a.C. gli Egizi la adoperavano insieme ad altri olii essenziali, nel processo di mummificazione.

Nella Bibbia, nel libro dell'Esodo, era citata come albero sacro.

Romani la consideravano sacra e le cronache narrano che l'imperatore Nerone la bruciò durante il funerale della moglie. Inoltre la usavano come ingrediente, così come i Greci, nei loro vini e nei loro piatti.

Importata in occidente con le carovane durante il Medioevo, il suo commercio indusse gli Olandesi a impiantare un traffico stabile con lo Sri Lanka nella prima metà del 1600, per divenirne i principali importatori d'Europa.

Oggi è molto usata nelle preparazioni dolciarie, la cannella ha un gusto davvero inconfondibile e vincente.

 

LEGGI ANCHE
L'olio essenziale di cannella tra i rimedi naturali contro la gengivite

 

Altri articoli sull'olio essenziale di cannella:
>  La cannella: l'aroma che scalda il cuore

>  L'olio essenziale di cannella tra gli oli correlati al primo chakra

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy