Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

BURRO DI PISTACCHIO: PROPRIETÀ, RICETTA, UTILIZZI

Il burro di pistacchio è un prodotto ottenuto dai semi del albero di pistacchio. Conosciuto sin dall'antichità sia come alimento che come cosmetico per la bellezza, il burro di pistacchio comincia ad essere utilizzato anche in Italia. Conosciamolo meglio.

Il pistacchio è il seme della pianta del pistacchio conosciuta con il nome botanico di pistacia vera. Questa pianta è un albero che già nella preistoria era conosciuto e coltivato.

La sua culla di origine è il Medio Oriente anche se attualmente la sua diffusione lo vede coltivato in tutto il mondo. In Italia è conosciuto come alimento pregiato e vi sono alcune zone dell'Italia che sono rinomate proprio grazie alla loro prelibata produzione di pistacchio.

 

L'uso del pistacchio

Il pistacchio come abbiamo detto è un seme che viene utilizzato prevalentemente come alimento e le ricette di cucina che lo vedono come protagonista sono le più disparate.

Il pistacchio è adatto infatti per insaporire primi e secondi piatti, contorni, torte, dolci al cucchiaio, gelati e tante altre pietanze. Usato come tocco di raffinatezza dona ai piatti quel qualcosa in più che non li fa dimenticare ai nostri ospiti.

Il pistacchio solitamente viene privato del guscio e utilizzato al naturale oppure tostato e salato. Invece risulta molto difficile trovare i pistacchi freschi al naturale se non nelle terre della Sicilia dove viene più coltivato.

 

Leggi anche La pianta del pistacchio e la sua coltivazione >>

 

Burro e olio di pistacchio

Dal seme di pistacchio inoltre possiamo ottenere il burro di pistacchio che viene estratto dai semi in modo similare a quanto avviene per l'olio di oliva.

Dalla macinazione a freddo estraiamo meccanicamente l'olio contenuto nel seme dal resto del composto e questo senza l'uso di sostanze chimiche di sintesi o alte temperature di estrazione che ne altererebbe la composizione. Il burro o olio di pistacchio è quindi un prodotto ottenuto dai semi di pistacchio freschi.

Questo composto di pistacchio liquido o cremoso a seconda del metodo estrattivo ha comunque la caratteristica principale di avere una alta percentuale di grassi vegetali buoni.

Il burro di pistacchio infatti è ricco di acidi grassi essenziali come gli omega 3 e 6 che servono al nostro organismo per mantenere l'integrità delle membrane. Inoltre contiene tocoferoli, betacarotene, luteina tutti indicati per la salute della pelle.

Il suo aspetto ha una colorazione verde intenso con buona consistenza e odore tipico di pistacchio. Il sapore è morbido, leggermente fruttato e può avere un aroma di tostatura. Quando l'estrazione è di solo olio è molto limpido.

 

Proprietà del burro di pistacchio

Le proprietà specifiche del burro di pistacchio sono di essere un ottimo antiossidante, un eccellente antibatterico e un rigenerante dei tessuti dalle membrane interne del corpo all'epidermide esterna della pelle.

Inoltre il burro di pistacchio detiene tutte le proprietà del pistacchio quindi è in grado di ridurre il rischio delle malattie cardiovascolari grazie alla sua capacità di regolare il colesterolo in circolo nel sangue.

La composizione del pistacchio vede nel suo fitocomplesso la presenza di isoflavoni, polifenoli e acidi organici che hanno appunto un forte potere antiossidante capace di combattere e ridurre l'attacco dei radicali liberi responsabili dell'invecchiamento cellulare del nostro corpo.

Il pistacchio inoltre ha proprietà antinfiammatorie rivolte alla risoluzione di quei casi che originano da cause batteriche o fungine.
Infine il pistacchio è un ottimo ricostituente del sistema nervoso grazie alla presenza di vitamina A e di minerali quali il fosforo e il ferro che in associazione riescono appunto a sostenere la funzionalità del sistema nervoso.

A livello nutrizionale il pistacchio è un buon remineralizzante grazie alla ricca presenza di calcio, zinco, potassio, manganese, fluoro, rame e magnesio. Inoltre contiene una buona presenza di vitamine quali la C, la E e quelle del gruppo B (B1, B2, B3, B5 e B6).

Infine anche la presenza di amminoacidi è buona oltre al contenuto degli acidi grassi polinsaturi.

 

Utilizzo del burro di pistacchio

Il burro di pistacchio è utilizzato in cucina per preparare sughi e creme sia come condimento per i primi piatti che per vari contorni e salse.
Oltre all'uso in cucina, il burro di pistacchio è utilizzato soprattutto nelle terre mediorientali come cosmetico naturale.

Infatti, questo estratto di pistacchio ha un ottimo uso cosmetico che dona morbidezza alla pelle nutrendola e proteggendola. L'azione antibatterica e antiossidante del pistacchio risulta quindi specifica proprio per avere ottimi risultati per la salute della nostra pelle.

In caso di secchezza, pelle sensibile, arrossamenti l'applicazione topica di questo burro di pistacchio riesce a donare salute all'epidermide idratandola e nutrendola. L'integrazione a livello orale e quindi l'assunzione di burro di pistacchio come integratore naturale inoltre permette di nutrire e idratare la pelle dall'interno.

Il burro di pistacchio è indicato anche per impacchi sui capelli quando sono secchi, fragili e in particolare per i capelli lunghi che hanno bisogno di più nutrimento.

Infine è capace di proteggere la pelle dalle aggressioni esterne come dallo smog, dai raggi solari e anche da sostanze chimiche come il cloro delle piscine. Risulta quindi ottima l'applicazione di questo burro di pistacchio per evitare problemi alla pelle.

 

Ricetta in cucina: burro di pistacchio

 

Ingredienti
> 200 g di pistacchi freschi
> qb di sale

Preparazione
La preparazione del burro di pistacchio è molto facile da eseguirsi anche in casa. La parte più difficile sarà l'acquisto di pistacchi freschi non tostati ne salati. Se la ricerca dei pistacchi freschi è infruttuosa potremo sempre utilizzare i pistacchi tostati e salati. In questo caso lasceremo i pistacchi in ammollo con acqua a temperatura ambiente per 30 minuti.

Il sale sarà quindi disciolto nell'acqua e noi potremo utilizzare i pistacchi dopo averli asciugati con un panno pulito. I pistacchi dovranno quindi essere liberi dalle pellicine e se non lo sono basterà una leggera scottatura in padella per poterli ripulire. 

A questo punto serve avere un macina spezie o macinacaffè che riesca a tritare così finemente i pistacchi da poter far uscire la parte grassa e trasformarli in burro.

Anche l'uso del frullatore ad immersione più dare buoni risultati se la potenza è sufficiente. Una volta frullati i pistacchi avremo un composto cremoso simile al burro che potrà essere conservato in un vaso pulito con chiusura ermetica.

La presenza di una forte percentuale oleosa aiuterà la conservazione che potrà essere mantenuta sino a qualche settimana persino fuori dal frigorifero. Ricordatevi comunque sempre di constatare l'odore per verificare che non sia alterato con il tempo.

 

Leggi anche La ricetta del gelato al pistacchio >>

 

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: