Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

OMEGA 3 E BRONCHITE CRONICA

In caso di bronchite cronica spegnere l'infiammazione è importante per controllare i sintomi. Un aiuto naturale potrebbe arrivare dai grassi essenziali omega 3

I bronchi si infiammano, la produzione di muco aumenta e ci si ritrova in preda alla tosse e a difficoltà respiratorie: è la bronchite cronica, una forma di broncopneumopatia cronica ostruttiva (Bpco) spesso associata al fumo di sigaretta ma che può dipendere anche dall'inquinamento atmosferico e dall'esposizione prolungata a polveri e fumi irritanti.

Purtroppo come suggerito dal suo stesso nome, la bronchite cronica è una condizione a lungo termine. A volte torna a ripresentarsi dopo periodi di quiete; altre volte, invece, non se ne va mai completamente.

Spesso per liberare le vie aeree è necessario assumere dei farmaci. In casi più seri bisogna ricorrere anche all'ossigenoterapia e alla riabilitazione polmonare.

Un aiuto in più potrebbe arrivare anche da principi attivi antinfiammatori di origine naturale: gli omega 3.

 

I grassi “buoni” di noci e pesce

Gli omega 3 sono considerati acidi grassi essenziali perché il nostro organismo non è in grado di sintetizzare il loro precursore, l'acido alfa-linolenico (Ala).

L'Ala è abbondante in alcuni alimenti di origine vegetale, come le noci; purtroppo, però, le cellule umane lo convertono nei due omega 3 biologicamente attivi (l'acido eicosapentaenoico – Epa – e l'acido docosaesaenoico – Dha) con un'efficienza molto bassa.

Per questo spesso viene raccomandato di assumere omega 3 di origine marina: si tratta proprio dell'Epa e del Dha, abbondanti in pesci come il salmone, lo sgombro, il tonno, l'aringa e il pesce spada.

Garantirsene dosi adeguate permette di fare il pieno di molecole dall'attività antinfiammatoria. In particolare, l'assunzione di omega 3 per via alimentare è stata associata a livelli ridotti di infiammazione sistemica.

 

Leggi anche Tipi di bronchite, come riconoscerli >>

 

Omega 3, i benefici in caso di bronchite cronica

Questa riduzione dell'infiammazione sistemica è stata riscontrata anche in caso di Bpco.

Studi che hanno previsto la somministrazione di integratori di questi acidi grassi hanno rilevato una diminuzione dei fattori pro-infiammatori, suggerendo che l'assunzione di omega 3 potrebbe essere utile in caso di bronchite cronica.

I dati più significativi sembrano però riguardare un altro aspetto della Bpco: i suoi effetti sulle capacità funzionali di chi ne soffre, per esempio sulla forza muscolare.

A questi possibili benefici si aggiunge il fatto che gli effetti collaterali dei trattamenti a base di omega 3 sperimentati contro la Bpco sembrano essere lievi e controllabili.

 

Bronchite cronica: gli omega 3 sono utili?

Le informazioni attualmente a disposizione non permettono ancora di inserire a pieno titolo gli omega 3 fra i rimedi utili in caso di bronchite cronica, ma rappresentano un buon motivo in più per soddisfare i fabbisogni quotidiani di questi particolari grassi.

Secondo le attuali raccomandazioni della Società italiana di nutrizione umana ogni adulto dovrebbe assumerne ogni giorno 250 mg in forma di Epa+Dha.

Nel caso in cui si volesse ricorrere agli integratori per aumentarne l'assunzione è bene chiedere un consiglio al proprio medico o al proprio nutrizionista, che sapranno valutarne i benefici anche in relazione alla presenza di patologie come la bronchite cronica.

 

Leggi anche Mal di schiena e bronchite, il legame >>

 

Foto: Victor Koldunov / 123rf.com

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: