Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

LA PRIMAVERA È ALLE PORTE: È IL MOMENTO DI DEPURARSI

La depurazione del fegato e dell'intestino con l'arrivo della primavera

La naturopatia ritiene che la causa profonda di molti problemi di salute sia da ricercare in un fegato che ha perso il suo equilibrio, e quindi attribuisce un ruolo importantissimo al corretto funzionamento di questo organo. 

 

I naturopati valutano con attenzione i segnali di un fegato la cui vitalità abbia bisogno di essere implementata e i loro trattamenti sono spesso impostati proprio nell'ottica di migliorare l'efficienza del sistema di disintossicazione. Un sistema di neutralizzazione delle tossine ben funzionante riveste un ruolo chiave persino nella prevenzione di quei tanti tumori in cui gli oncogeni provengono dall'ambiente (inquinanti, cibi, fumo ecc.): a parità di esposizione alle tossine, il rischio aumenta per le persone la cui detossificazione avviene in maniera incompleta. Certo, impostare la nostra vita in una direzione "ecologica", mangiando cibi sani ed evitando di esporci inutilmente a certi veleni, ci aiuterà senz'altro a ridurre molti rischi.

Tuttavia potrebbe non essere sufficiente: le fonti tossiche sono ovunque, non solo fuori, ma anche dentro di noi.  La detossificazione epatica deve quindi procedere, sempre e comunque, nel modo più efficiente. Vediamo allora quali sono gli strumenti naturali per riequilibrare o potenziare la capacità detossificante 
del fegato. 
Le soluzioni di cui dispone la naturopatia per sostenere il lavoro di questo magnifico "laboratorio" 
biologico per fortuna non sono poche. 
Ci sono i rimedi "verdi", naturalmente. Il cardo mariano è un antiossidante specifico del fegato.
Tarassaco, carciofo e rosmarino in tisana sono indicati per il vero e proprio drenaggio epatico, ovvero l'aumento della secrezione e del flusso della bile, che ha il compito di allontanare la frazione liposolubile
 di tossine che il fegato ha già neutralizzato. Indispensabile, in ultimo, valutare anche l'eventualità di procedere al trattamento dell'intestino: la flora batterica disbiotica trasforma molte tossine presenti nel lume intestinale, aumentandone la nocività, oltre a essere essa stessa produttrice di tossine.
Il vostro fegato ha bisogno di una mano? 
Ci sono buone probabilità che la fisiologica detossificazione del fegato abbia necessità di essere aiutata 
se si verificano le seguenti circostanze:
  • esposizione a tossine ambientali (inquinamento, fumo, solventi ecc.)
  • uso di farmaci (ancor più se si tratta di pillola anticoncezionale o di antibiotici)
  • insufficiente apporto di vitamine e minerali con l'alimentazione
  • assunzione di alcol e droghe
  • cattiva funzionalità intestinale, disbiosi
  • problematiche della pelle (eczema e orticaria, acne, psoriasi, prurito senza causa specifica ecc.)
  • mal di testa ricorrenti
  • stanchezza costante e inspiegabile
  • allergie
  • patologie autoimmuni
  • alitosi
  • nausea
  • faticosa digestione dei grassi
  • inappetenza al risveglio
  • sonnolenza dopo i pasti
  • difficoltà di concentrazione

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: