Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

NATUROPATIA: COS'È? PICCOLO BREVIARIO NATUROPATICO

Una panoramica sulla naturopatia, le sue caratteristiche e peculiarità. Un piccolo breviario per conoscere meglio questa disciplina naturale che considera l'uomo sotto una visione olistica

Definizione della naturopatia: cos'è

Cos'è la naturopatia? Disciplina composita, formata da molteplici terapie, che si avvicina al malessere e al disagio con modalità diverse rispetto alla medicina. La naturopatia si basa su un approccio globale ( olistico, dal greco òlos cioè intero) alla salute: ogni individuo viene visto nella sua totalità, non come somma di sintomi, e unicità, come summa di caratteristiche costituzionali e di stile di vita.

L'origine del nome è controversa: deriva dall’inglese Nature’s path (“il sentiero della natura”), oppure racchiude anche un’altra interpretazione (“sentire secondo natura”, dal latino natura e dal greco pathos). La parola “natura” sta sempre al centro, nucleo cui gira intorno tutta la naturopatia, le sue discipline, le sue tecniche.

 

Lo studio della naturopatia comprende elementi riconducibili alla medicina classica (anatomia, fisiologia, patologia generale) ed sia elementi di medicina tradizionale cinese, fitoterapia, aromaterapia, floriterapia, e altre terapie naturali.

Regole fondamentali in naturopatia sono: il rispetto delle leggi biologiche naturali che regolano la vita; l’attenzione rivolta alla persona e non solo al suo disturbo; il riequilibrio energetico; la corretta alimentazione; la disintossicazione dell’organismo.

 

Naturopatia: brevissima storia

Si fa risalire la nascita di questa “multidisciplina” alla fine della seconda metà dell'ottocento per opera di un medico statunitense, il Dr. Scheel, che autorizzò l'esportazione del termine "naturopatia" in Germania grazie all'impegno ed al lavoro di Padre Kneipp, l'ideatore dell'idroterapia.

 

Naturopatia: campo di applicazione

Prevenzione, educazione e promozione alla salute individuale, sociale ed ambientale.

Se dovessimo definire cos'è la naturopatia atraverso il suo fine, diremmo che la naturopatia non è finalizzata fare diagnosi e terapia delle patologie specifiche ma attraverso interventi di drenaggio e di riequilibrio, può favorire un eventuale processo di guarigione.

Lo scopo della naturopatia è educare alla salute e contribuire al riequilibrio energetico degli individui. La naturopatia non cura la malattia ma si propone di mantenere o ripristinare la salute “secondo natura”, di ricercare e agire sulla vera origine e causa del malessere o disordine.

Spunti per riflettere

Possiamo estrapolare alcune sentenze fondamentali della disciplina per capire cos'è la naturopatia, provando, eventualmente, a capire se possono valere anche per noi.

  1. Primum non nocere” - Ossia prima di tutto non far del male ma fornire il sostegno più efficace con il minimo rischio per il paziente.

  2. Vis medicatrix naturae” - Promuovere l'auto-guarigione stimolando la potenza della natura intrinseca di ogni singola persona.

  3. Tolle causum” - Rimuovere le cause della malattia, piuttosto sopprimerne i sintomi.

  4. Stimolare il senso di responsabilità personale per la salute ed il benessere per prevenire le malattie per l'individuo, ogni comunità e il nostro mondo.

Immagine | MFarina

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: