Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

IN NATUROPATIA L'AUTOGUARIGIONE È POSSIBILE?

La naturopatia ha come scopo il ripristino del benessere dell'organismo, attraverso metodi naturali, non invasivi. Viene stimolata l'autoguarigione del corpo, attivando le risorse che ognuno di noi ha già dentro di sé

In Natura a (quasi) tutto c'è rimedio: le ferite sanno come cicatrizzare, i capelli sanno come crescere, lo stomaco ha tutto quel che serve per digerire il cibo. È un equilibrio formidabile che regge la vita nel mondo, sia animale che vegetale. La naturopatia e l'autoguarigione perciò non sono così lontane.

 

Naturopatia

La naturopatia è una disciplina riconosciuta dall'OMS, Organizzazione Mondiale della Sanità. Per definizione, la naturopatia è il "sentiero della natura per mantenere o ripristinare lo stato di benessere” , che comprende la raccolta di dottrine occidentali e orientali sulla guarigione naturale.

 

La naturopatia è l'applicazione dei principi curativi della natura nel contesto delle conoscenze moderne. Ha come obiettivo l'educazione alla salute e al benessere dell'uomo nella sua globalità, nel suo essere corpo-mente-spirito inscindibile, dentro il suo ambiente di vita e di relazioni. Ogni intervento in naturopatia agisce favorendo le capacità dell'organismo di reagire e ripristinare il suo equilibrio interno, alterato dallo stress, dai ritmi di vita frenetici, dall'alimentazione sregolata.

 

Autoguarigione

Il corpo umano possiede straordinarie capacità di autoguarigione, che sono costantemente in atto, per esempio nella capacità delle ferite di richiudersi o nei meccanismi di riparazione interni alle cellule. In episodi più ecclatanti queste capacità sono in grado di manifestarsi in patologie anche molto severe, dando luogo all'autoguarigione, o guarigione spontanea.

 

Gli studiosi hanno trovato poche spiegazioni al fenomeno: pare sia implicato, dal punto di vista fisiologico, il cosiddetto “asse ipotalamo-ipofisi-sistema immunitario”, che governa l'equilibrio di tutto il nostro organismo producendo cellule, molecole, ormoni. In situazioni particolari questo asse è in grado di produrre le sostanze necessarie per mettere in atto il processo di autoguarigione. All'interno del nostro cervello esiste l' ”area limbica” cui costantemente arrivano informazioni da tutto il corpo, che governa funzioni vitali essenziali quali per esempio il ritmo del battito cardiaco e della respirazione, la produzione degli ormoni. L'area limbica è sede delle emozioni e dell'istinto.

Secondo il medico e psicologo Groddeck, l'autoguarigione è possibile quando si lascia spazio all'ES, cioè alla Forza Vitale che in ogni momento dentro di noi fa funzionare ogni cellula del corpo. La forza vitale è indebolita quando la nostra vita non segue ritmi e dimensioni naturali, quando la mente razionale predomina e siamo sommersi da pensieri, appuntamenti, programmi, idee fisse...

 

Naturopatia e autoguarigione

Naturopatia e autoguarigione sono quasi sinonimi. Certo, sembrerà un'esagerazione, ma lo scopo della naturopatia è proprio quello di restituire all'organismo le sostanze e le condizioni per attuare i processi di autoguarigione.

La naturopatia rieduca a una dimensione di vita, anche emotiva, più naturale, più in sintonia con i propri tempi e desideri. Depura il corpo dalle scorie introdotte con un'alimentazione errata aggravata da cattive abitudini quali il fumo o il consumo smodato di alcolici. La naturopatia insegna ad ascoltare i segnali del corpo,ad esserne consapevoli.

Ogni malattia origina da uno squilibrio globale della persona, a livello sia fisico che mentale o emotivo e l'intervento della naturopatia interviene a sostegno del riequilibrio, in modo naturale, affinchè il corpo possa recuperare la sua capacità di autoguarigione.

Immagine | Ronsombilongallery

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: