Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

MEDITAZIONE

Meditazione Merkaba

La meditazione merkaba consente l'attivazione della merkaba, fonte di guarigione, protezione ed evoluzione. Scopriamola meglio

>  Storia e origine della meditazione Merkaba

>  I benefici della meditazione Merkaba

>  Descrizione della tecnica

>  Adatta per

>  Dove si pratica la meditazione Merkaba

>  Curiosità

Meditazione Merkaba

 

Storia e origine della meditazione Merkaba

La meditazione merkaba è una complessa tecnica energetica utilizzata fin da tempi antichissimi; questa complessa forma di meditazione si ricollega direttamente alla meditazione kabalistica, in particolar modo al Sefer Hayetzirah, il libro della creazione. L’antica sapienza kabbalistica, nel Sefer Hayetzirah, sostiene che ogni parte del corpo dell’uomo ha un corrispondente astrale nell’universo. 

Il termine merkaba indica un campo di controrotazione della luce che comprende il corpo e lo spirito, reificandosi come veicolo spazio-temporale. La merkaba è anche l'immagine attraverso la quale viene creata ogni cosa, secondo schemi geometrici che circondano ogni corpo.

Ognuno di noi, secondo questa filosofia, è dotato di tre corpi: fisico, mentale ed emotivo. Ciascuno di questi si caratterizza per la forma a tetraedro e per un peculiare movimento energetico. Dalla controrotazione di questi campi energetici, si origina la merkaba, una veicolo in grado di trasportare il corpo e lo spirito nello spazio e tra diverse dimensioni. 

 

I benefici della meditazione Merkaba

La meditazione merkaba consente di modificare il proprio stato energetico, per purificarsi dai blocchi, per armonizzarsi con il proprio Io. Mediante questa tecnica, il praticante impara ad amare in modo incondizionato, trasformando tutto ciò che non gli è gradito, in amore.

L’attivazione della merkaba consente inoltre di creare uno scudo energetico, con lo scopo di schermare le negatività esterne. Ne risulta arricchita l’esperienza personale e la profondità dell’esistenza, in quanto trasportata in un'altra dimensione, sicuramente più ricca e appagante.

Chi pratica regolarmente la meditazione merkaba è in grado di equilibrare la mente e le emozioni, alleviando lo stress. In aggiunta, la meditazione merkaba, secondo alcuni, consentirebbe anche al praticante di potersi preparare a un salto dimensionale, ritenuto imminente per i tempi in cui viviamo. 

 

Descrizione della tecnica

Esistono diverse tecniche di meditazione atte ad attivare la merkaba. Una delle più comuni, è senz’altro rappresentata da una tecnica di respirazione, che consta di diciassette respiri da praticare secondo una precisa metodologia e tempistica. Come in tutte le meditazioni, la visualizzazione ha la sua importanza.

Nella meditazione merkaba si utilizza il doppio tetraedro. Il nostro corpo va immaginato all'interno di queste figure geometriche in modo ben preciso: la base del tetraedro superiore all’altezza delle ginocchia, mentre la sua punta superiore si estende per un palmo di mano sopra la testa; la figura inferiore si estende dalla linea dei capezzoli fino a un palmo sotto i piedi.

Si inizia da sei respiri iniziali, che hanno il compito di purificare. Una volta sgombrata la mente, si rivolgono i palmi delle mani verso l’alto, unendo pollice e indice, e si pronuncia “tetraedro del sole”, visualizzando la parte superiore della nostra figura riempirsi di luce. Nell’espirare, si pronuncia “tetraedro della terra”, visualizzando la parte inferiore della figura riempirsi di luce bianca.

Al termine dell’espirazione, trattenendo il respiro, si immagina di riempire la parte inferiore della figura di colore grigiastro e, una volta piena, muovendo gli occhi rapidamente dall’alto al basso, si fanno fuoriuscire le impurità. Questo esercizio va ripetuto sei volte, cambiando sempre il dito della mano che tocca il pollice. 

Seguono dodici respiri, suddivisi in tre gruppi da quattro. Unendo pollice, indice e medio, viene visualizzato un canale di luce lungo la spina dorsale, insieme a una sfera all’altezza dello stomaco. Mediante quattro respiri, riempiamo e ingrandiamo sempre più la sfera, fino a espellerla con l’ultimo respiro. Effettuiamo in seguito tre respiri consecutivi, di rilassamento, seguiti da un respiro con cui si visualizza la sfera all'altezza del cuore.

Gli ultimi tre respiri impongono di cambiare posizione delle mani: l’uomo mette il dorso della mano sinistra sopra il palmo della mano destra, mentre le dita si fermano alla base della mano destra (la donna farà il contrario). Le punte dei pollici si toccano. Bisogna immaginarci all’interno del tetraedro di base.

Con il primo respiro, immaginiamo che le due figure, i due triangoli, ruotino alla stessa velocità ma in senso opposto. Con il secondo respiro, le due parti della figura aumentano velocità, ruotando uno più veloce dell'altro (il rapporto è di 34/21). Con l’ultimo respiro, quello che attiva l’energia della merkaba, la velocità di contro rotazione si sporta a “9/10 la velocità della luce”. Una volta attivata, la merkaba va mantenuta, ripetendo la procedura entro 48 ore.

 

Scopri anche tutti i benefici della meditazione

Benefici meditazione

 

Adatta per

La merkaba è attiva in ognuno di noi. In realtà, ogni corpo, compreso il nostro, è formato secondo questi schemi geometrici. Bisogna soltanto conoscerlo, guardandolo con altri occhi e con la giusta consapevolezza.

La meditazione merkaba è ideale per coloro che vogliono sperimentare una nuova e profonda forma di energia, in grado di purificare e rafforzare la persona. È anche indicata come fonte di guarigione e protezione, legata indissolubilmente al simbolo del tetraedro a stella, spesso indossato come ciondolo. 

 

Dove si pratica la meditazione Merkaba

La meditazione merkaba si può apprendere frequentando uno dei corsi di meditazione merkaba presenti in Italia. La merkaba, considerato il livello di complessità della tecnica, difficilmente può essere appresa da soli, stando in casa, sebbene si possono consultare in rete una serie di video sulla merkaba.

La figura del facilitatore, istruttore formato per assistere lo studente, aiuta in questo modo il praticante consigliando e accompagnando il cammino verso l’attivazione della merkaba. 

 

Curiosità

La traduzione letterale dall’egiziano è mer – luce, ka - spirito e ba - interpretazione della realtà, corpo. In ebraico, merkaba sta per “il trono di Dio” e “il carro”, un mezzo appunto per condurre altrove il corpo.

Si trova riferimento anche nella Bibbia, in Ezechiele. L’uomo vitruviano è considerato un’altra rappresentazione della merkaba. 

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy